Post

1984

Immagine
Ho letto dopo averne sentito parlare a grandi linee questo classico della letteratura moderna. Un vero e proprio gigante in ambito letterario. Il caso ha voluto che l' abbia finito di leggere proprio nel giorno in cui, settant' anni prima, era stato pubblicato ovvero l' 8 giugno. La storia è ambientata in un ipotetico futuro, nel 1984 quando il mondo è diviso in tre supercontinenti o meglio superpotenze: l' oceania, l' eurasia e l' estasia. Le vicende si svolgono nell' oceania dove esiste il "grande fratello" (così è stato tradotto anche se in inglese il termine big brother significa fratello maggiore) che tutto vede, tutto sente, tutto conosce. Il grande fratello non è un essere umano, è un entità misteriosa e assolutamente infallibile. Quello che si sa è che l' oceania è da sempre in guerra contro l' eurasia ed in pace con l' estasia. Quello che si sa è che da sempre l' oceania è in guerra contro l' estasia e in pace con l&#…

Esclusiva: il contenuto della lettera del governo italiano alla commissione europea

Immagine

Dilettanti allo sbaraglio

Da poche settimane è finita la mia prima esperienza nel mondo del calcio giocato. Sono partito da assoluto neofita a settembre con questa avventura. In passato avevo sì giocato ma in una squadra giovanile, un under 18 e sono passati più di dieci anni. L' anno scorso sono stato coinvolto all' ultimo momento in un progetto come si suol dire, come dicono tutti quelli che se ne intendono (e non ho ancora capito perché si devono fa i progetti per giocare a calcio). Il sottoscritto è stato impegnato nel più basso gradino ovvero quello di parafulmine nella megaditta della terza categoria. La stagione era iniziata sotto buoni auspici, considerando che la nostra è una società nuova ed erano tanti anni che qui non si faceva calcio seriamente. Era venuta molta gente alla preparazione, chi di categoria superiore ma ormai troppo vecchio, chi bravo ma che quando ha visto a che livello di (dis)organizzazione stavamo se ne è andato a gambe levate! In una società nuova soprattutto quando ci so…

L' esercito dei selfie e lo stato di polizia

Immagine
L' Italia è una repubblica democratica fondata sul lavoro, la sovranità appartiene al popolo che la esercità nelle forme e nei limiti della Costituzione. Non è un trattato di diritto ma grosso modo il primo articolo della summenzionata costituzione: è giusto o sto dando i numeri? Ve lo chiedo perché, alla luce di quello che sta accadendo in alcune piazze e vie italiane, ho il timore che l' articolo uno o parte di esso, sia stato cambiato. Il ministro dell 'interno non può essere contestato, ha la digos a disposizione per togliere i cellulari alle persone che lo contestano. Chi di cellulare ferisce, di cellulare perisce sarebbe il caso di dire, visto che a lui piace tanto girare e farsi i "selfie". Già, ormai non abbiamo più il ministro dell' interno ma il ministro dei selfie oppure mi è suggito che è il ministro dell 'interno ma con delega ai selfie! Non so quale sia il limite perché qualche anno fa ovvero nella famosa era del "berlusconismo" si…

Parità di genere (ancora?) alle elezioni regionali

Domenica prossima nella mia regione si vota per le elezioni regionali. Non starò qui a parlare dei candidati alla presidenza, dei quali d' altronde, non me ne può fregare di meno. Vorrei parlare di una novità che, a dire il vero, non so se sia tale a livello nazionale ma di sicuro lo è a livello regionale qui, ovvero sia la possibilità di esprimere la doppia preferenza a due candidati consiglieri di sesso diverso. In poche parole: o dai solo una preferenza o dai due preferenze a un uomo e una donna. Se voti due uomini o due donne il voto è nullo. Questa sarebbe la democrazia. Quelli che fanno tanto i moderni, i civilizzati i "pro quote rosa" che spingono che le donne facciano politica attivamente perché non consentono che il voto possa essere dato anche a due donne? Dove sta la libertà? E poi se uno vuole dare due preferenze perché gli stanno tanto simpatici due uomini (dico per dire ma tanto è così che la maggior parte della gente vota, a "simpatia" o perché g…

Esauriti...

Pochi giorni fa c'è stato un grande fermento mediatico attorno alla prossima partita di supercoppa italiana tra milan e juventus. Il tutto è stato dovuto al fatto che si giocherà in Arabia Saudita che, com'è noto ai più, non è proprio la culla del diritto. Tutti lo sapevano da mesi che la partita si sarebbe giocata lì ma a quanto pare questo dettaglio era sfuggito ai politici compreso il ministro dell' interno. Oh, rimanga tra noi ma a me quell' uomo ha sempre fatto pensare a "Il ragazzo di campagna" il film con Renato Pozzetto (peccato che questo però abbia il potere nelle sue mani...) Si sono detti tutti scandalizzati perché in Arabia i diritti delle donne non vengono garantiti, come se il problema fossero solo le donne. C'è da dire inoltre che diverse volte la supercoppa è stata giocata all' estero e in paesi in cui i diritti umani on esistono. Mi ricordo quando si giocò per la prima volta fuori dall' Italia, quasi venti anni fa era Lazio-Juven…

Geloni

Immagine
Ogni anno in Italia all' arrivo dell' inverno, i mezzi di comunicazione di massa diffondono la notizia che fa rincretinire centinaia di migliaia di persone: in arrivo il gelo artico. Può capitare di sentirlo chiamare "freddo polare" o "grande freddo" ma poco cambia. L' effetto che produce questo allarme è che prima che arrivi il presunto gelo artico, i supermercati, i negozietti di generi alimentari e le stazioni di benzina vengono presi d' assalto. Cosa succede dopo? Che molte aree del paese vanno in tilt per quattro fiocchi di neve "inaspettata". Tutti si soprendono dell' ovvio. A gennaio nevica! Tutti cadono dal pero, comprese le amministrazioni pubbliche soprattutto quei famosi sindaci di cui si dice e c'è qualche pezzo grosso della politica che lo afferma con sicurezza che dovrebbero avere pieni poteri. Ma se non sono in grado di gestire l' emergenza neve? Che emergenza non è. Bisogna stare attenti all' uso delle parol…