mercoledì 26 maggio 2010

Donne, motori e televisori

Il mondo è donna. Porco mondo! Ho preso in prestito con diritto di riscatto questa battuta di Dario Cassini (come chi? Quello di Colorado) per inquadrare l'argomento centrale del post che mi accingo a donare all'umanità. Cari e care bloggers, ogni giorno ci troviamo a contatto con le donne in tutte le forme possibili. Non necessariamente in carne ed ossa. Voglio analizzare i vari tipi di esemplare femmineo attualmente sul mercato, anche perchè da quando studio zoologia vedo gli animali in maniera diversa, e voi donne non fate eccezione.

Cartelloni pubblicitari (ho già fatto un post a riguardo)- c'è sempre la gnocca mezza nuda che viene usata (ne siamo sicuri?) per pubblicizzare qualsiasi cosa con slogan tipo IO TE LA DO GRATIS . Quanti incidenti stradali, quanti tamponamenti agli incroci avvengono grazie/a causa loro!

Gran Premi- Che si tratti di F1, Moto GP, rally, motocross, GT, 24 ore di Le Mans, circuito internazionale di Cernusco sul Naviglio, coppa Luigi Delle Bicocche di Bitonto, Go-Kart, Superbike etc non fa differenza.  Accanto al pilota si trova sempre una stangona in mini-mini gonna( che talvolta pare filo interdentale) che sorregge un ombrello, recante lo sponsor. Perciò ste donzelle sono chiamate Ragazze ombrello il che è tutt'altro che lusinghiero. Sono caratteristiche per l'abbigliamento: col sole, la pioggia, maremoti, tempeste, nevicate, era glaciale son sempre in mini gonna e 'maglietta' improvvisata. Mi son sempre chiesto come vengono scelte, come son fatti i casting per queste artiste della presa rapida. Forse prendono quelle che afferrano meglio l'ombrello...

http://www.manilanet.net/images/ragazze-ombrello.jpg
Un esempio di donna in carriera ombrellifera

Parlamento: - Anche tra gli scranni di Montecitorio si trovano poster di donne addirittura in posa da ministro per le pari opportunità e per  l'università. A palazzo Madama solo bambole gonfiabili, per facilitare il compito ai senatori.

Strade: vasto assortimento per tutti i gusti. Se ne trovano in strade principali, secondarie, urbane, provinciali, statali, tangenziali, circonvallazioni, strade di campagna. Attive giorno e notte, col sole e con la grandine, col mare in burrasca o con 2 metri di neve. Età indefinite: minorenni mascherate da maggiorenni, donne mature, 30enni e talvolta si trovano madri e figlie. Non c'è razzismo sulle strade: magrebine, filippine, cubane, bulgare, nigeriane, slave, italiane, ibride e tante altre. Nonostante la concorrenza del genere trans queste specialiste delle coccole sono sempre molto in voga. D'altronde tira più un pelo di fica in salita che un trans in via Gradoli. Sabato stavo andando al battesimo di mia nipote, verso le 17, passando per la nettunense ho intravisto 2 lavoratrici. La prima da lontano sembrava che avesse una tuta color carne, da vicino ho visto che erano le sue chiappe. Aveva un perizoma minuscolo e una giacchetta color oro. Volto stupendo. Camminava vicino ad uno svincolo con fare intellettuale. Un'altra era seduta su un muretto, anche codesta con le chiappe all'aria. Di giorno uno spettacolo straordinario, soprattutto per i bambini.
Mi sono immaginato un dialogo tra un padre (frequentatore di quelle donne) e un figlio, di 7-8 anni.

Papà, perchè quelle sono mezze nude?
Fanno parte di una confraternita, figliolo. 
E che sarebbe?
Un gruppo di persone che si unisce con uno scopo... 
E loro che scopo hanno?
... Come?
Che scopo hanno papà?
Ah, loro bè... come posso spiegartelo... si battono per la pace e l'amore.
Allora pure noi possiamo spogliarci e andare lì!
No,no. Caro, solo le donne fanno queste confraternite e solo da una certa età in poi.
Quindi pure la mamma è in una confraternita?

Pensate a come potrebbe rispondere il padre...





Alberghi, case, appartamenti, etc... Oggi dalla strada le donne di cui sopra passano a metodi più raffinati ma sempre efficaci. Possiamo trovarle nel lettone di Putin con un registratore, ad esempio. I borghesi benpensanti le chiamano 'accompagnatrici' o 'escort'. Io le chiamo per quello che sono: missionarie dell'amore eterno. Anche percghè il termine escort mi fa pensare ad un auto e non credo che queste donne abbiano la manopola del cambio.

http://2.bp.blogspot.com/_VGPMPFSNVDM/Sjp9ukYLuEI/AAAAAAAABTQ/FbTC6z16eoU/s400/patrizia+d%27addario.jpg
Ecco una missionaria mentre pensa a come sonfiggere la fame nel mondo

Queste donne sono ideali per assessori, capi di stato in vacanza (vedi Topolanek beccato con l'uccello di fuori), ministri, magnaccia in genere, etc. Non sono alla portata della classe operaia perchè costano troppo.

Moda: l'immaginario maschile è dominato da top model come Claudia Schiffer, Megan Fox, Naomi Campbell. Tuttavia queste sono solo la punta dell' iceberg di un esercito immenso. Le modelle: di solito molto giovani e molto magre, se non addirittura anoressiche. Allegata alla modella possiamo trovare qualla che i soliti benpensanti chiamano 'ragazza immagine'. In realtà codeste si stanno dimostrando missionarie dell'amore come quelle citate prima. Però sono meno care.

Tv e Cinema: i due campi sono assieme in quanto molti/e passano dall'uno all'altro con grande versatilità. Il piccolo ed il grande schermo sono pieni di belle donne molto brave, belle donne incapaci, brutte donne molto brave e brutte donne incapaci (evidentemente raccomandate). Oggi il criterio di selezione è restrittivo: hai le tette grosse? PRESA! Sai fare i bocchini anche sott'acqua? PRESA! Non vuoi fare scene di sesso? MI SPIACE, NON TI PRENDIAMO.

Musica: qui la bellezza non conta perchè io penso che se la musica fa cacare non c'è rimedio. Può essere pure una gnocca quella che canta ma oltre alla goduria nel vederla nuda nei video, non c'è nulla. Infatti le più brave non si spogliano. Ti lasciano all'effetto vedo/non vedo che ti fa arrapare come un cinghiale del Kazakistan.

http://www.celebs101.com/gallery/Simone_Simons/108416/simone_simons_photo_1.jpg
Viva la musica!

To be continued...

3 commenti:

  1. Se credi che una gnocca non migliori la musica di un gruppo, non conosci i Lacuna Coil.

    RispondiElimina
  2. Se per strada ci fossero i puttani, il problema dello sfruttamente sta sicuro che sarebbe già stato risolto!

    RispondiElimina
  3. Li conosco Sciuscia ma loro sono bravi. Non a livello degli Epica, secondo me

    RispondiElimina