lunedì 14 giugno 2010

Il pippone retorico del mondiale di calcio: salviamo l'africa per un mesetto, poi chi se li ricorda più i bingo bongo

Prima di scrivere questo post ho pensato molto e sto ancora pensando se sia giusto o meno criticare questa manifestazione, considerando che avrei altro da fare (corteggiare Roberta, proporre una mozione contro Federico Moccia alla Corte Suprema di Strasburgo, giocare a Badminton con Orson Welles e soprattutto studiare). In cuor mio so che non posso esimermi ('mazza che paroloni) dall'esprimere la mia opinione, d'altronde se può farlo il principedestocazzo Filiberto possono farlo tutti. Starete sicuramente assistendo a qualche partita dei mondiali di calcio e starete guardando qualche trasmissione di approfondimento (se siete ricchi, su Sky con quella bonazza di Ilaria D'Amico, se invece siete straccioni come me vi accontentate di mamma-zoccola-Rai con Italo Cucci). Avrete già sentito 100 volte frasi scontate, programmate, frasi diventate slogan.

 Cerimonia inaugurale Sudafrica 2010

Esempio "I mondiali sono una grande occasione per questo continente che si sta modernizzando enormemente". Allora: l'Africa si sta modernizzando? Vediamo. Molti stati sono governati (si fa per dire) da dittatori che non hanno scrupoli ad uccidere, sterminare intere etnìe. Non ci pensano 2 volte ad uccidere bambini, donne, anziani, invalidi. Molti stati sono afflitti da guerre di vario tipo: in Congo per i diamanti, in Sudan nella regione del Darfur che fa tanto comodo a La fabbrica del sorriso, nel Togo (dove pochi mesi fa alcuni giocatori della nazionale furono uccisi prima della partita inaugurale della coppa d'africa). Anche la 'moderna' Libia è una dittatura che è nostra amica, una dittatura che non ci pensa 2 volte a gettare in mare gli immigrati (ops quello lo facciamo anche noi!). In Africa ogni giorno muoiono migliaia di persone per malattie che nei paese occidentali sono state debellate decine di anni fa (colera, tifo, tosse asinina, vaiolo, ecc). Molti muoiono di fame o di sete. La denutrizione (soprattutto per i bambini), malnutrizione sono diffusissime. Lo sfruttamento minorile è ad altissimi livelli, lo sfruttamento delle donne per la prostituzione è continuo. Mi fermo qui, in conclusione posso affermare che è vero: l'Africa si sta modernizzando!

Esempio n° 2 "Il Sud-Africa è un paese in crescita con condizioni di vita simili agli stati dell'UE" 
La disoccupazione nel Sud Africa è oltre il 10% e la maggior parte della popolazione di colore vive in baracche che non possono essere definite case. Solo i neri vivono in quelle condizioni. Eh si, i sud-africani sono proprio fortunati!

Esempio n° 3 "Questa è una grande occasione per la crescita del pil sudafricano"
Ne siamo proprio sicuri? Anche per le olimpiadi di Torino si parlò di crescita del pil, in realtà sappiamo com'è andata. Semmai cresce il pilu!

Esempio n° 4 "Gli occhi del mondo sono e rimarranno a lungo su questa nazione e tutto il continente"
Ammesso e non concesso che ce ne fotta qualcosa dei nostri amici africani durante l'arco dell'anno, gli occhi del mondo rimangono per un periodo limitato sul Sud Africa (a seconda di quanto vadano avanti le varie nazionali), al massimo un mese per chi vedrà la propria nazionale in finale. In questo periodo tutti sono impegnati a vedere le gnocche sugli spalti o farsi un giro in qualche safari tra leoni e bufali. Finito il mondiale lì resteranno vari enormi stadi che probabilmente marciranno entro un decennio.

Esempio n° 5 "Ci sono ottime possibilità che L'italia bissi il successo di Germania 2006"
Dovrebbero verificarsi alcuni fenomeni climatici in contemporanea: l'eruzione del Vesuvio e del Krakatoa, lo scioglimento della calotta polare artica con innalzamento di 72 metri del livello dei mari, lo schianto dell'asteroide Apofis (che realmente è previsto tra qualche decennio) proprio a Viareggio, casa di Lippi. Ce la possiamo fare!


 

3 commenti:

  1. E' stata veramente dura leggere questa sfilza di luoghi comuni dei "benefattori".
    Il loro unico scopo è impiantare le nostre industrie per avere manodopera a basso costo, ovviamente il tutto verrà mascherato con la "scolarizzazione" per i poveri bimbi. Peccato che questa crei divisione fra bimbi che potranno andarci e chi no (per distanza, per malattie, per mancanza di soldi o tempo per studiare) e fra bimbi e ragazzini e adulti (perchè per i grandi non si fa un cazzo?) e che soprattutto levi dalla terra tanti bambini che poi cosa faranno? Anzichè avere terra da coltivare, faranno gli schiavi in qualche fabbrica, perchè lo sanno tutti che la scuola non insegna a procacciarsi cibo.
    Se il problema è il cibo, studiamo tecniche per evitare la desertificazione e ridare vita a certi terreni (ho visto documentari dove degli africani, senza alcun aiuto, ce l'hanno fatta e sono felici anche senza MAGGHENE e cellulari).
    FANCULO ALLA BENEFICENZA, ALLA SOLIDARIETA' che deriva da SOLIDO, moneta dell'Antica Roma. Questo spiega tutto, riflettici..

    RispondiElimina
  2. Che poi sti stronzi che vogliono salvare l'Africa, son gli stessi che se ne fottono allegramente dei 40 milioni di poveri negli USA, che sono davvero poveri perchè devono vivere in quella società consumistica, che è anche la nostra, e dei 10 milioni di poveri in Italia e così via.
    In Africa nessuno sarebbe povero, se noi Occidentali non li avessimo invasi con le cazzo di Coca-Cola e altre schifezze varie.
    Pensa ai primitivi: mica sono poveri perchè non hanno niente. Aver niente è una condizione naturale: basta avere un terreno e animali da cacciare e si vive alla grande!

    RispondiElimina
  3. *Pensa ai primitivi: mica sono poveri perchè non hanno niente. Aver niente è una condizione naturale: basta avere un terreno e animali da cacciare e si vive alla grande! *

    E una donna!

    RispondiElimina