lunedì 23 agosto 2010

Chat: cosa si nasconde dietro gli avatar...

Ho una chat da circa tre anni. Dal 2007 sono entrato in questo mondo parallelo e ne ho viste (anzi lette) di tutti i colori. Perciò provo a stilare un bestiario delle tipolgie di personaggi che sguazzano nelle scatole di conversazione.

La troia
Non può mancare. Spesso mi è capitato che alcune ragazze promettessero di spogliarsi in cam  pur di ottenere un posto da moderatore o titolare. Una volta ho accettato e la tipa si è effettivamente spogliata e masturbata per me, con lo stesso entusiasmo che un ladro metterebbe nel restituire il bottino al legittimo proprietario. Dopo lo 'spettacolo' l'ho bannata a vita. Altre volte delle ragazze mi hanno dato loro (presunte) foto. In quei casi è probabile che si tratti di uomini. Tra le troie molte sono quelle che si fingono innamorate pur non conoscendoti. Spesso mi è capitato di leggere messaggi privati come "ti amo" ed altre smancerie da parte di ragazze che erano in chat per la prima volta. Cosa non si fa per un posto di 'comando'!

  
Ecco cosa succede a chi si finge zoccola

Truzzi
Bimbo Sole - Bimba StilOsha - Bimba malmOstOsa - Bimba BOna - Bimbo tunz tunz e potrei fare un elenco infinito dei nick. Sono persone disadattate, esibizioniste che credono di poter piacere a qualcuno con le loro pose ridicole, con quegli occhiali da sole grossi come la maschera per saldare, quelle smorfie mentre tengono il cellulare in mano. Le foto che usano più spesso, per dimostrare intelligenza, sono foto fatte in un cesso davanti allo specchio. Come a voler dire DEVI VEDERMI ANCHE 2 VOLTE!  I truzzi da chat sono animali che condividono i neuroni in una comunità, una sorta di colonia che ragiona all'unisono. Ti decantano l'alto valore delle canzoni che ascoltano cercando in tutti i modi di farti diventare come loro. Tutto quello che non è house, elettronica o dance dal 2000 in poi per loro è merda. I truzzi rappresentano il gruppo più numeroso costituendo circa l'85 % della biodiversità (si fa per dire) delle chat. Spesso le truzze sono zoccole senza cervello, i maschi invece sono effemminati o addirittura fingono di esserlo. Per loro fare il moderatore anhe in una chat vuota è la massima aspirazione, il raggiungimento del proprio scopo vitale.

Fatti non foste per viver come truzzi. In confronto a loro Vanna Marchi sembra Miss Universo

Emo
In netta minoranza rispetto ai truzzi, questi esseri viventi (anche se qualche dubbio sulla effettiva vitalità resta) sono i più insopportabili dal mio punto di vista. Trovarsi a chattare con gente che afferma di voler morire, volersi tagliare le vene, essere depressa e TUTTO QUESTO SENZA MOTIVO è una delle esperienze peggiori nell'arco di una vita. Persino i Sentenced sono più allegri degli emo. L'emo non aspira a diventare qualcuno e questo è un bene (almeno non ti rompe le palle come i truzzi) però è una lagna continua. In confronto a un emo, Baudelaire fa la figura del barzellettiere. Per quanto riguarda i gusti musicali, queste persone dicono che esiste un genere chiamato 'emocore' che non si sa bene cosa sia realmente. Alcune volte ho ascoltato degli 'artisti' dopo le suppliche emo e ho pensato a quanti soldi si sprecano per fare prodotti di merda. I nick più diffusi comprendono sempre la parola Emo (magari scritta 3mo), altrimenti sarebbero irriconoscibili, accompagnata da un epiteto che può essere dark, bimba, style, boy, princess. Gli avatar usati da tali bestie presentano capelli pettinati in modo orribile oppure rose nere, sangue su vetri, ecc.
Gli emo sono masochisti? No, semplicemente degli idioti.

 
Una diffusa pratica emo

Metallari
La prima volta che ho visto una donna bestemmiare è stata proprio in chat. Era una bella ragazza che aveva come nick Dark Angel. Il metallaro di chat lo riconosci proprio dalla bestemmia, un marchio di fabbrica. I maschi non fanno altro che elogiare il metal e bollare come spazzatura tutto ciò che secondo loro non lo è. Le donne di solito sono belle gnocche, usano quasi esclusivamente il nero per truccarsi. I metallari si distinguono dalle categorie già citate poichè non fanno parte di un unico gruppo. Esistono infatti varie sottospecie: dark metaller, folk metaller, power metaller, viking metaller, glam metaller, thrash metaller, desperate metaller, pig metaller, gnocca metaller, pirla metaller, ecc..
Gli stati d'animo di queste persone variano come il tempo in una giornata di metà primavera. Nel caso di dark, death, black metaller c'è poco da fare: la tristezza li assale e non possono farne a meno. Una cosa è certa, se un metallaro ha un battibecco con un truzzo, quest'ultimo non ha speranze. Vince il primo al grido di L'HOUSE FA SCHIFO AL CAZZO! VIVA IL METAL PORCO ***
Il battibecco con l'emo si conclude con quest'ultimo che ne esce volentieri sopraffatto dalla favella del metallaro. I nick: Dark Angel, Metal (+ epiteto), Fuck the System, ecc

Ti sta supplicando "Fottimi o mi uccido".

I professionisti
Categoria tra le più strane e variegate, poichè può comprendere persone molto diverse fra loro. I professionisti delle chat sono come i professionisti della politica: attaccati alle 'poltrone'. Anche se hanno 12 anni pensano di sapere tutto su i ruoli di moderatore e titolare, pensano di saper gestire ogni situazione. Se li metti alla prova cadono subito in castagna (cioè iniziano ad abusare del potere) e fanno le vittime quando perdono il posto. Vanno da una chat all'altra a leccare, fino a quando tutto il sito viene a sapere chi sono e non se li caga più nessuno.

Eterni fanciulli
L'età media delle persone che frequentano queste chat è intorno ai 16/17 anni con eccezioni in difetto e soprattutto in eccesso. Non è raro che a girovagare tra le scatole di conversazione vi siano trentenni, quarantenni che non hanno nulla da fare e passano tutto il giorno a fingersi ragazzini. Alcuni sono pedofili, altri semplici idioti.

Caduti dalle nuvole
Chi viene in chat per la prima volta non sempre è abbastanza sveglio per capire dove si trova e cosa possa fare, per cui ti fa delle domande esistenziali.
Cos'è sta cosa? - Si paga? - Posso scrivere? - Come si cambia il nick? - Dove mi trovo? 
Ci sono pure i finti tonti ma quelli sono di solito i professionisti di cui sopra.


Maniaci
Non solo maniaci sessuali (che sbucano con falli, vagine o direttamente scene di sesso come avatar), i quali cercano ragazze facili. I maniaci possono essere semplicemente chat-dipendenti, quelli che stanno incollarti al computer per intere giornate magari senza pretese. Ho conosciuto persone che tenevano acceso il computer sempre, anche di notte ed anche quando dormivano. Alcuni mi hanno detto Così se mi sveglio controllo chi c'è. Oppure gente che mangia davanti al computer per non perdersi proprio nulla.

Bambini (?)
Spesso mi è accaduto di leggere gente che si presentasse come un minore di 12 o addirittura 10 anni! Non ci ho creduto molte volte, poichè un bambino si riconosce dal modo di scrivere e di comportarsi. La prima cosa che pensi quando vieni a sapere che stai chattando con uno/a di 8 anni è Io a quell'età non ce l'avevo il computer, al massimo giocavo al game boy. Bambini abbandonati dai genitori.

8 commenti:

  1. "Gli emo sono masochisti? No, semplicemente degli idioti."

    Momento WIN del post.

    Peccato per la ripetizione poco dopo circa gli eterni fanciulli. Sviste che capitano.

    RispondiElimina
  2. Nella chat che frequentavo ora c'è un avviso della polizia postale che non mi permette di proseguire. Devo essermi dimenticato di mettere qualche francobollo sulle cartoline delle vacanze.

    RispondiElimina
  3. Una volta un mio amico e io ci registrammo in una chat facendo finta di essere Julia, una ragazza a cui piacciono solo i cazzi minuscoli.

    Vedere messaggi di gente che faceva a gara a chi l'aveva più piccolo è tra le cose più DIVERTENTI che abbia mai fatto su internet.

    RispondiElimina
  4. Rieccomi! E mi hai detto che non mi stavo perdendo nulla? PEnsa se non avessi letto questo! ahahahaha... Sei un pazzo! :D Fantastico! HO bazzicato le chat anni ed anni fa e ho riso a crepapelle perchè capivo alla perfezione ciò che volevi intendere nel post! Grande.

    RispondiElimina
  5. La mia esperienza risale al vecchio e forse defunto "mIRC". avevo scelto come nickname LEBOWSKI ma siccome la gente s'interessa poco di cinema e molto più di pompini spesso mi sono sentito chiamare Lewinski...

    RispondiElimina
  6. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  7. Spettacolareeeeeeeeeeeee!!! E sinceramente non so, forse potrei ritrovarmi a vagare da una tipologia al'altra...ma non ci sarei in tutte!
    Alcune cose sono davvero inquietanti e, ti giuro, non le avrei mai pensate! MAi dire mai!

    RispondiElimina
  8. Maaaah, la gente sa benissimo che non accade niente su internet, semplicemente penso che tenga sempre acceso il pc per sentirsi moderno o una specie di hacker, boh
    Anni fa in una chat mi finsi una bella bionda e mandai la foto di una svedese ad un tipo e sto qua s'era subito invaghito, anzi era impazzito e mi voleva vedere subito dal vivo, ahah, e quando sei tu a subire certe frasi noiose e ripetitive ti accorgi che per conquistare una tipa non devi mostrarti maniacalmente interessato, ma mostrare anche un pò di indifferenza, ma più che mostrare e non mostrare devi proprio evitare di innamorarti e fare lo zerbino o lo stick della colla. Non che non lo sapessi, ma quando ti innamori non ti accorgi di quanto diventi insopportabile, quindi diciamo che "sperimentando" con le chat, vedendo una situazione da terzo, capisci proprio cosa non devi fare nè pensare di fare per non risultare penoso e devo dire che questa cosa mi ha aiutato a cambiare, siccome quando mi innamoravo ero anche io "pesante", mentre ora no e difatti ho molte più amiche o amichette verso cui non nutro alcuna gelosia.

    RispondiElimina