lunedì 30 agosto 2010

I calciofili

Finalmente (secondo alcuni) o purtroppo (secondo altri alcuni) è iniziato il campionato di calcio pure in Italia. Uno sport che unisce poco e divide molto, uno sport di cui non possiamo fare a meno. Ed io non posso fare a meno di annotare nella mia capoccia tutti i luoghi comuni, le frasi fatte e sfatte che circolano senza restrizioni tra gli addetti ai lavori. Ossia le stronzate-perle di saggezza di giornalisti, opinionisti, calciatori, allenatori e presidenti.
Proviamo a fare un confronto tra quello che dicono e quello che pensano

Il mister ha deciso così è lui che fa le scelte. A me sta bene (Il calciatore sostituito)
Sto gran figlio de na puttana bocchinara, je possa pijà un colpo!

L'importante è che vinca la squadra, il gol arriverà (Attaccante a secco da mesi)
Se quel coglione me la passava invece di tirà...ha fatto pure gol porca vacca!

Non parlo di queste cose. Io sto bene qui poi è la società che sceglie (Calciatore in procinto di cambiare squadra)
Se sto fesso del presidente mi dà meno di quell'altro, ve saluto gente!

Non l'ho fatto apposta, è una casualità (Il giocatore che ha segnato volontariamente di mano)
M'hanno pure creduto!

Non lo vendo manco per 100 milioni! (Il presidente che 'blinda' un suo pupillo)
Co quei soldi mi compro n'altra Ferrari

La tifosera è stupenda, davvero una grande emozione vedere tutta queste gente che ti carica (Qualunque calciatore)
Sti imbecilli pagano pure pe vedermi.


E ora veniamo ad un cult degli ultimi anni: le dichiarazioni di un grande giocatore che è stato appena acquistato  dalla mia squadra del cuore.
Sono contento era il mio sogno fin da piccolo giocare nella juve (Estate 2004, Zlatan n°1)
Sono contento, l'inter è sempre stata la mia squadra preferita (Estate 2006, Zlatan n°2)
Il Barça è una squadra fantastica, ho sempre sognato di vestire questa maglia (Estate 2009, Zlatan n°3)
Siamo la squadra più forte d'Italia, l'inter è solo un ricordo (Oggi, Zlatan formato Silvio)

Un passo indietro con la storia. Estate 2002, il milan insiste da mesi per acquistare Nesta dalla lazio. Il presidente biancoceleste (Cragnotti) assieme al figlio, che faceva il portavoce, a parole assicura che l'affare non si concluderà. Mi ricordo un giorno di fine agosto, Cragnottino disse "Nesta non lo venderemo mai." Il giorno dopo il milan acquistò Nesta per 30 e passa milioni. La cosa più bella fu la reazione di un'anziana tifosa della lazio che, intrevistata, reagì così "Cragnotti la deve da finì, nun ce famo prende per i FORNELLI!" 

Ora veniamo alle perle giornalistiche e degli ex calciatori ora commentatori, quelle che non capirò mai.
Si la suadra ha fatto una grande partita ma l'avversario non era all'altezza (Frase che dicono sempre quando una 'grande' batte una 'piccola')


La squadra ha giocato bene ma l'avversario non c'era (Quando una grande batte una grande)

Martedì c'è stata la partita di ritorno tra Samp e Werder, con i doriani che dovevano vincere almeno 2 a 0 per passare alla fase a gironi della Champions. 3 a 0 era il risultato fino al 92esimo, poi un gol dei tedeschi ha rovinato tutto. Sulla Rai Italo Cucci ha detto" Bè se non avessero segnato il 3 a 0 forse sarebbe stato meglio, avrebbero controllato più facilmente ". Grazie al cavolo Italo, se nonno non moriva chissà quanto campava!

Cosa ne pensa di quello che ha detto il presidente? (La classica domanda da NON fare a un allenatore dopo una sconfitta, soprattutto se il presidente si chiama Zamparini)

Gente che Konta
Uno con quel nome non lo comprerei mai (Luciano Moggi su Kakà, che con quel nome ha vinto pure il Pallone d'Oro)

Ronaldinho è indiscutibilmente il più grande giocatore di tutti i tempi e lo resterà per sempre (S.B. presidente di una squadra milanese)

Ed ora uno spazio per 3 'santoni': Vujadin Boskov, Zdenek Zeman, Carlo Mazzone.

Rigore è quando arbitro fischia (Boskov)
L'inter di Mou? L'anticalcio (Zeman a proposito della muraglia eretta in ocasione di Barça-Inter)
Annate a morì ammazzati tutti! (Mazzone durante un Brescia-Atalanta rivolto ai supporters orobici)

Tornando alle perle giornalistiche
Il giocatore non segna più (Anche se son passati solo 20 minuti dall'ultimo gol)

Il girone è pericoloso (Questo lo dicono in qualunque caso, anche se le avversarie sono Copenaghen, Paok Salonicco e Hapoel Tel Aviv)

Rigore netto - Ma come fa ad esser rigore? - Lo è - Ma dai, sempre a difendere  gli arbitri! (Tipico battibecco tra un moviolista che di solito è anche ex arbitro ed un ex calciatore) Sulla Rai non accadranno più queste cose poichè la moviola è stata tolta. Metteranno la moviola a Montecitorio

Cosa ne pensi della scelta dell'allenatore di sostiturti? (Altra domanda da non fare alla quale segue una risposta idiota)

Io tifo milan ma quando capita anche inter (La valletta illetterata ma bonazza che proprio in qualità di topa fa l'opinionista)

La squadra stasera è impegnata ad Atalanta... (Idem come sopra, tra lo stupore generale. Perfino Totò Schillaci si meraviglierebbe)

  
L'opinionista

10 commenti:

  1. Ibra è una gran puttana. Una grandissima gnocca per carità, avercene, ma una fottutissima puttana. Non mi aspetto niente da un mercenario.

    RispondiElimina
  2. Sìsì, bravo, sottovaluta il Copenaghen. Poi piangi.

    RispondiElimina
  3. Alfa? Cose per Alfisti
    Calcio? Cose per calcisti
    Sesso? Cose per pochi!

    RispondiElimina
  4. Eeeh se gli uomini incanalassero tutte le energie che sprecano nel tifare e angosciarsi per una squadra di calcio, per scopare le proprie donne...

    RispondiElimina
  5. Però stavolta Zlatan non ha baciato la maglia come a Barcellona. Forse ha pensato che gli portava sfiga.

    RispondiElimina
  6. ammappete che opinionista! :D Comunque è una grande raccolta di perle più o meno grandi! Bravo! E sempre W Boskov!

    RispondiElimina
  7. Bella la raccolta dei luoghi comuni. In effetti mi appassionano forse più del calcio di recente. Interviste sul calciomercato che parlano di niente hanno riempito le pagine dei giornali. Quello che mi piace più di tutto però sono le espressioni e i toni scoglionati di gente strapagata alla quale viene rivolta l'ennesima domanda a cavolo che punta allo scoop o ancora alla mancata provocazione. Complimenti per aver riportato queste chicche. yin

    RispondiElimina
  8. Memorabili le dichairazioni dei giocatori del dopo partita e ora abbiamo anche il prepartita dagli spogliatoi...
    Voto 10 all'opinionista!

    RispondiElimina
  9. Fantastica rassegna! Tra l'altro ormai, con luoghi comuni e strafalcioni pallonari, si potrebbe scrivere un libro al giorno: grazie a quei coglioni delle tv che si son lasciati convincere del fatto che chi ha giocato a calcio capisce di calcio (ma quando mai?) è tutta una sarabanda continua di idiozie tecniche, e per di più dette da semianalfabeti che in italiano non sanno dire altro che "importante", "sicuramente", "non è il suo piede" e "il corpo indietro la palla va alta".
    Per chiudere con un sorriso ti regalo la più assoluta perla surrealistica che captai tanti anni fa alla radio (cronaca di coppa italia del grande Enrico Ameri), mai proposta da nessuno, nemmeno dai gialappi. Ameri riuscì a dire: "La palla cerca di essere colpita da Stromberg". :D

    RispondiElimina
  10. il calcio si presta molto a queste cose.
    :D
    gradevole!

    RispondiElimina