lunedì 28 giugno 2010

(In)fedeli. In fila per tre col resto di due

http://www.mamoiada.net/processione-anni-%2750.gifQuesto post forse potrebbe alloggiare anche nel blog serio però gran parte del succo vacuolare centrale riguarda la religione, che come sappiamo non è una cosa seria.

ODIO LE PROCESSIONI
In questi giorni nel mio paese del cacchio è festa patronale. Si osannano delle statue che qui chiamano Nicola, Giuseppe e Paolo. Li chiamano 'santi'. Per 4 giorni vanno avanti e indietro per le vie (agibili) del paese. Già, 4 giorni nell'anno in cui riprendono le feste dopo l'interruzione post-sisma. Fosse per me ste feste non ci sarebbero mai. La processione è l'emblema dell'ipocrisia umana. Uomini e donne di tutte le età, condizione sociale si ritrovano assieme per celebrare uomini importanti (per chi ci crede), che sono saliti al cielo e senza pagare il biglietto: quando l'Alitalia non esisteva (quindi non era stata sputtanata) e volare era ritenuto un segno divino. Le persone che costituiscono il serpentone, nel mio paese serpentello poichè la popolazione è ridotta, sembrano tutte uguali. Sorridenti, rilassati e a volte emettono schiamazzi per richiamare l'attenzione del compare o della comare di turno.
Nella realtà di tutti i giorni questi esseri (dis)umani criticano, sparlano, se ne dicono tutti i colori soprattutto alle spalle. Zoccole, traditori, bestemmiatori accaniti, bugiardi patentati, violenti cronici tutti a cantare inni 'sacri' e scortare gli idoli. Li guida un tale vestito da rapper: il prete. Qui il prete è un rumeno dall'aspetto di tagliaboschi (quelli dei film horror) che per altro dice La bestemmia è una forma di amore verso Dio. Ammazza! Pensate cosa può essere l'odio!
Sarà per questo che lo hanno sostituito, solo per l'occasione, col vecchio prete (integralista cattolico DOC)?

Proprio ieri una persona mi ha chiesto: Secondo te i credenti sono persone migliori? 
Bè se i credenti sono quelli appena citati, APRITI CIELO! Forse qualche decennio fa, ad esempio quando è stata scattata la foto in alto a sinistra, le persone credevano davvero in quello che facevano.

sabato 26 giugno 2010

Come buttare i soldi guadagnati cn l'evasione fiscale

http://testedicalcio.blogosfere.it/images/sudafrica2010-x.jpg

Premetto che dell'eliminazione italiana dai mondiali di calcio me ne frega quanto quella dai mondiali di badminton, softball, ping pong e tiro con l'arco. Però per qualcuno son davvero dispiaciuto: quelli he son partiti dall'italietta spendendo uno stipendio per andare a vedere i miliardari in pantaloncini alla conquista del continente nero. Migliaia di italioti che hanno speso tutto sperando di celebrare i campioni del mondo nuovamente campioni. Magari non tutti lo speravano ma almeno superare il girone si, era scontato come scivolare su una buccia di banana. Invece hanno assistito al peggior 'spettacolo' che l'Italia calcistica abbia mai partorito sui manti erbosi nella manifestazione più importante.

Nessuno li rimborserà del viaggio, del soggiorno, del biglietto, ecc. D'altronde statisticamente, ad andavano incontro a un rischio tutt'altro che incalcolabile: è la legge dei grandi numeri. Tipo il numero di imprecazioni e bestemmie quando gli azzurri (sbiaditi, quasi turchesi) hanno subito un gol da fallo laterale, una roba degna dei film di Kubrick. Oppure quando è stato annullato il gol di Quagliarella (sembra il nome di un personaggio impersonato da Totò, tipo l'ingegner Quagliarella) per un fuorigioco millimetrico. Ho sentito dire dall'ex arbitro Tombolini che lì è mancato il peso della federazione. "A Brasile o Argentina non lo avrebbero annullato". Forse è vero ma si sa che noi italiani non siamo tipi da federazione, quella è una cosa politica, per cui la regola si chiama figura di merda. Ad ogni modo, il tifoso sugli spalti in quei momenti non avrà pensato certo alla federazione.

E poi cosa si può pretendere da una federazione che non riesce ad attuare piani seri per l'inserimento dei giovani nelle squadre, che non riesce a rendere sicuri gli stadi? Nulla. Abete o no, il problema non è nato ieri ma dura da molto tempo. Dopo l'eliminazione quegli italiani non si sentono più connazionali dei calciatori a quanto pare, molti italioti si sono disaffezionati (così dicono i maestri dell'opinionismo) dalla nazionale di calcio. Forse stanno cominciando a capire che italiani si nasce e loro lo nacquero? Italiani tutti i giorni. Bah...

Reuters
 Si bimbo, babbo natale e Dio esistono

giovedì 24 giugno 2010

Evasione o eiaculazione?

Nell'era delle grandi innovazioni tecnologiche non poteva mancare la preservativo coi denti! Ebbene, ecco l'ultima conquista dell'ingegno umano dopo aver partorito la tortura, la cintura di castità, la crocefissione, il telefono cellulare, il game boy, gli aerei invisibili, le bambole gonfiabili ed internet. Il preservativo 'dentato' serve per proteggere le donne dagli stupratori. Care donne, dovrete essere in grado di prevedere il futuro, poichè tale oggetto può stare nella vostra vagina 24 ore. In quelle 24 ore non potrete urinare nè camminare.

Ma se una donna non cammina come fa ad essere violentata? Cioè, io immagino la scena: una ragazza sola in un vicolo o in un parco cittadino e il maniaco col pene di fuori che l'insegue e le salta addosso. Se il preservativo è da usare solo sedute, una donna dovrebbe infilarselo appena si siede su una panchina pubblica?
Inoltre leggo nell'articolo che è stato creato per permettere alla donna di fuggire, dopo che l'aggressore si sarà ferito. E ritorniamo al punto: se non può camminà come fa a fuggire? Si teletrasporta?

Altra notiziona: il re mida del porno ovvero lo zio Rocco è stato denunciato dalla Guardia di Finanza per evasione fiscale. Mi meraviglio di come uno così non sia già stato nominato cavaliere del lavoro, senatore a vita, professore emerito di anatomia ad Harvard, ecc. Eppure questa notizia potrebbe essere una svolta importante per la sua carriera: potrebbe fare il ministro. Si, il ministero per l'eiaculazione sicura così il berlu avrebbe ottimi consigli su come soddisfare il suo harem itinerante.

martedì 15 giugno 2010

Mundialopoli

In Italia, dice un detto, ci sono 60 milioni di allenatori. In Italia, dice il sottoscritto, ci sono 60 milioni di politici, panettieri, orafi, vu cumprà, mignotte, maghi, astrologhi, astronomi, piloti, santi, poeti e navigatori. Siccome io sono tra i già citati che ne capiscono di pallone calcistico, da oggi farò un'analisi accurata del mondiale.
Partiamo dalla nazionale italica: ieri prima partita contro i tenaci paraguaiani (?) o paraguagi (?) che si sono classificati secondi nel girone di qualificazione sudamericano dopo niente popo di meno che il Brasile. La squadra allenata da Lippi ha giocato bene, infatti ha rischiato di perdere. La formazione iniziale era un miscuglio di freschezza (Criscito, Chiellini, Marchisio, Pepe, Montolivo), solidità (De Rossi, Iaquinta, Gilardino) e lazzaretto (Cannavaro, Zambrotta, Buffon). Ora, non si capisce perchè dopo la stagione di merda della 'gliuventus', siano stati comunque convocati elementi del calibro di capitan pizza che non si regge più in piedi, Camoranesi che in nazionale ha sempre fatto penare i tifosi e sarà ricordato soprattutto per le entrate a martello sulle caviglie altrui, Iaquinta che è stato per mesi fuori causa infortunio.
La difesa è allucinante, lo dimostra il gol subito da Alcaraz, in cui si nota capitan pizza che rimane a guardarlo staccare mentre De Rossi cerca di rimediare. Ovviamente tutta la colpa va sul pupetto de Roma perchè il capitano pallone d'oro eroe nazionale non si può toccare, anche se è rincoglionito. I giovani hanno giocato abbastanza bene a parte Criscito e Marchisio che si sono trovati in uno stadio con 70 mila persone ed erano abituati a giocare con i lego nella camera d'albergo. Inoltre Marchisio giocava troppo indietro. Dovrebbe stare in avanti, quasi trequartista.
Imbarazzante Zambrotta (e lo dico da milanista) che non era assolutamente da convocare, semmai un milanista che si meritava il posto era Ambrosini. Il buon Gianluca ha passeggiato sulla fascia di sua competenza mentre i suoi avversari correvano come Usain Bolt. Imbarazzante il Gila, che ha toccato 2 palle (le sue) fino a quando è stato sostituito da Totò. Questo nomignolo, lo ammetto, mi fa quasi pena. Un pò perchè noi ci dobbiamo sempre far riconoscere in tutto il mondo con soprannomi osceni, che spesso combaciano con quelli di noti delinquenti (vedi Riina). Mentre i brasiliani hanno ad esempio Kakà, Romario, Ronaldo, Ronaldinho, Bebeto e soprattutto Socrates, Zico, Pelè, Didì ecc noi ci limitiamo ostinatamente a nomignoli da macchietta italica. Le macchiette di Antonio De Curtis, il più grande comico mai esistito. Il totò in questione è Antonio Di Natale. Lippi ha atteso 71 minuti per metterlo in campo al posto del palo umano ovvero gila. Cazzo Lippi, già non hai portato Cassano, Balotelli, Miccoli, hai Pirlo infortunato e lasci in panca l'unico rimasto con il dono della tecnica? Rimandato!
Meno male che il portiere del Paraguay ha pensato di sfarfallare sul calcio d'angolo nel quale De Rossi ha fatto goal. Loro pregustavano già la vittoria: battere i campioni del mondo, un'impresa non da poco visto che negli ultimi 4 anni è riuscita solo a: Francia, Olanda, Spagna (2 volte), Messico, Brasile (2 volte), Egitto. Domenica ci attende un partitone contro la Nuova Zelanda: tranquilli internauti, non è la squadra di Rugby. Però attenti perchè la nostra nazionale riesce sempre a complicarsi la vita contro squadre indegne di toccare un pallone, vedi le Coree (non quelle che passano dall'intestino all'ano), l'Egitto già citato, ecc.
Ah, io spero che in porta giochi Marchetti, perchè pure lui merita un pò di celebrità, quella che ti viene dalle parate 'plastiche' su tiri a 2 km/h. Anche lui merita di conquistare il cuore di qualche strafiga tipo la Seredova (che deve aver spompato LETTERALMENTE il buon Buffon).

 http://www.citylan.it/immagini/asp/1alena_seredova.jpg
Ora provate a leggere l'ultima parte del post, se non vi viene troppa sete!

E delle altre squadre che dire? Per ora non ho visto bel gioco. E non venitemi a dire che la Germania ha giocato bene: i crucchi non possono giocare bene! Il mondiale lo vince l'Inghilterra ovviamente con un gol fantasma !

Ah, ho appena saputo che radio padania ha esultato al gol del Paraguay. Scusate ma mi sfugge un dettaglio, la padania si è qualificata per i mondiali?

lunedì 14 giugno 2010

Il pippone retorico del mondiale di calcio: salviamo l'africa per un mesetto, poi chi se li ricorda più i bingo bongo

Prima di scrivere questo post ho pensato molto e sto ancora pensando se sia giusto o meno criticare questa manifestazione, considerando che avrei altro da fare (corteggiare Roberta, proporre una mozione contro Federico Moccia alla Corte Suprema di Strasburgo, giocare a Badminton con Orson Welles e soprattutto studiare). In cuor mio so che non posso esimermi ('mazza che paroloni) dall'esprimere la mia opinione, d'altronde se può farlo il principedestocazzo Filiberto possono farlo tutti. Starete sicuramente assistendo a qualche partita dei mondiali di calcio e starete guardando qualche trasmissione di approfondimento (se siete ricchi, su Sky con quella bonazza di Ilaria D'Amico, se invece siete straccioni come me vi accontentate di mamma-zoccola-Rai con Italo Cucci). Avrete già sentito 100 volte frasi scontate, programmate, frasi diventate slogan.

 Cerimonia inaugurale Sudafrica 2010

Esempio "I mondiali sono una grande occasione per questo continente che si sta modernizzando enormemente". Allora: l'Africa si sta modernizzando? Vediamo. Molti stati sono governati (si fa per dire) da dittatori che non hanno scrupoli ad uccidere, sterminare intere etnìe. Non ci pensano 2 volte ad uccidere bambini, donne, anziani, invalidi. Molti stati sono afflitti da guerre di vario tipo: in Congo per i diamanti, in Sudan nella regione del Darfur che fa tanto comodo a La fabbrica del sorriso, nel Togo (dove pochi mesi fa alcuni giocatori della nazionale furono uccisi prima della partita inaugurale della coppa d'africa). Anche la 'moderna' Libia è una dittatura che è nostra amica, una dittatura che non ci pensa 2 volte a gettare in mare gli immigrati (ops quello lo facciamo anche noi!). In Africa ogni giorno muoiono migliaia di persone per malattie che nei paese occidentali sono state debellate decine di anni fa (colera, tifo, tosse asinina, vaiolo, ecc). Molti muoiono di fame o di sete. La denutrizione (soprattutto per i bambini), malnutrizione sono diffusissime. Lo sfruttamento minorile è ad altissimi livelli, lo sfruttamento delle donne per la prostituzione è continuo. Mi fermo qui, in conclusione posso affermare che è vero: l'Africa si sta modernizzando!

Esempio n° 2 "Il Sud-Africa è un paese in crescita con condizioni di vita simili agli stati dell'UE" 
La disoccupazione nel Sud Africa è oltre il 10% e la maggior parte della popolazione di colore vive in baracche che non possono essere definite case. Solo i neri vivono in quelle condizioni. Eh si, i sud-africani sono proprio fortunati!

Esempio n° 3 "Questa è una grande occasione per la crescita del pil sudafricano"
Ne siamo proprio sicuri? Anche per le olimpiadi di Torino si parlò di crescita del pil, in realtà sappiamo com'è andata. Semmai cresce il pilu!

Esempio n° 4 "Gli occhi del mondo sono e rimarranno a lungo su questa nazione e tutto il continente"
Ammesso e non concesso che ce ne fotta qualcosa dei nostri amici africani durante l'arco dell'anno, gli occhi del mondo rimangono per un periodo limitato sul Sud Africa (a seconda di quanto vadano avanti le varie nazionali), al massimo un mese per chi vedrà la propria nazionale in finale. In questo periodo tutti sono impegnati a vedere le gnocche sugli spalti o farsi un giro in qualche safari tra leoni e bufali. Finito il mondiale lì resteranno vari enormi stadi che probabilmente marciranno entro un decennio.

Esempio n° 5 "Ci sono ottime possibilità che L'italia bissi il successo di Germania 2006"
Dovrebbero verificarsi alcuni fenomeni climatici in contemporanea: l'eruzione del Vesuvio e del Krakatoa, lo scioglimento della calotta polare artica con innalzamento di 72 metri del livello dei mari, lo schianto dell'asteroide Apofis (che realmente è previsto tra qualche decennio) proprio a Viareggio, casa di Lippi. Ce la possiamo fare!


 

sabato 12 giugno 2010

Indiana Jones 2.0


Lo ammetto. Fino a qualche secolo fa credevo che lo zoologo fosse il tizio che va con un retino in un campo di margherite ad acchiappare le farfalle. Non era colpa mia ma della tv. Insomma, di quei reportage del national geographic o robe simili, in cui ci sono sempre i moderni Indiana Jones che scattano intrepidi nella savana, nei deserti, in acqua. Quelli che armati di macchina fotografica vanno a stanare i Grizzly, quelli che armati di un sacco vanno ad inseguire serpenti velenosi, quelli che armati di fiocina s'immergono tra miriadi di squali bianchi! Sono loro i moderni pionieri mediatici-naturalistici. Ora che studio la zoologia so che il vero zoologo è tutt'altra cosa. Comunque mi chiedo ancora perchè i documentaristi si divertono così tanto a rischiare la vita.
Qualche esempio.
Ho tra le mani questo splendido Mamba Nero, guardate quant'è bello -attento che potrebbe morderti-se mi mordesse non avrei chances- c'è il cameraman e il resto della troupe, idiota! Se ti morde non credo che ti lasciano in pasto a iene ed avvoltoi. Pensate che questo è un animale molto elusivo che non dà fastidio senza motivo- e allora perchè lo istighi? Che ti dice il cervello?
Altro esempio.
Sono a pochi passi da una giraffa con il suo piccolo- chiamalo pure piccolo ma è alto tipo 3 metri- certo, non è il momento migliore, potrei scatenare la madre che ovviamente vuole proteggerlo-  ma va! - Sembrano animali goffi ma son velocissimi - ecco, avvicinati un pò di più e scoprirai quanto lo sono esattamente.
A volte i documentaristi vanno persino indietro nel tempo, seguendo la caccia dei Velociraptor o delle tigri dai denti a sciabola: e pure in quei casi rischiano la vita. Che coraggio ragazzi!

lunedì 7 giugno 2010

Fritto misto


Sgomento. Rammarico. Tristezza. Mi sento pervaso da un'ondata di brutti sentimenti dopo aver appreso che un' artista ha ammazzato un suo collega con una spada da samurai, poi è morto scapicollandosi da un dirupo. In realtà, stando al servizio del TG2, il tizio era una mezza calzetta poichè era un interprete del porno di serie b e sempre stando a quanto afferma il prode giornalista, l'aatore era aggressivo perchè interprete di quel cinema che chiede soprattutto aggressività, infatti non sono nuovi episodi di questo genere.
Si è vero che sono aggressivi, mica so preti!

Bazzicando su feìsbucc ho trovato un sito particolare, dedicato ad una ragazza. Infatti ...

Eleonora ... Questo è per te !! 
 
Ciao. Il mio nome è Andrea - e sti cazzi!
 (e oggi vorrei raccontarvi la storia della mia ex ragazza)- ma anche no.
. Il suo nome è Eleonora. Eleonora e Io sembravamo la coppia perfetta (tutte le coppie sembrano perfette),
 o almeno così pensavo (non pensare, fidati, che è meglio.)
Un bel giorno quando sono tornato a casa ho trovato la TRXXXX a letto con un altro uomo !! Questa ORA è la mia VENDETTA PERSONALE (brrr), Guardate tutte queste belle foto NUDE di quella TRXXX DI MEXXX !! ELEONORA questo è per TE. Ecco qui una piccola preview della TRXXX !! : 
 
Ora, tralasciando il fatto che scrivi come un handicappato cronico, che odio quando qualcuno calpesta l'idioma italico, che mi stai per principio antipatico ecc, vediamo sta tipa...



Meglio non giudicare dalle apparenze. Comunque fare una foto ad una persona mentre si sta a sua volta fotografando ed ha mezza faccia coperta è un'attività da coglioni. Lei è zoccola ma chi la fotografa è affetto da prostituzione intellettuale.



Se volete divertirvi, mettervi le mani nei capelli, accapponarvi la pelle se conoscete un minimo d'inglese vi consiglio questo sito: My First Time. Migliaia di persone scrivono della loro 'prima volta'. Ci sono storie di tutti i tipi e per tutti i gusti. E per finire, un pò di sana satira sull'uso del preservativo