giovedì 30 settembre 2010

Tutte le stronzate che ho sentito da quelli dello Star System - Capitolo IV (speciale Cipriani)

Francesca Cipriani nasce a Sulmona (40 km da casa mia sigh) 9 mesi dopo un giorno in cui i suoi genitori avrebbero fatto meglio ad impegnarsi in altre cose. Diventa famosa grazie ad una partecipazione al Grande Bordello, programma nel quale si fa notare soprattutto per i suoi urli. Poi sparisce per un pò e viene avvistata lungo la cassia, la salaria, persino lungo l'A24 non si sa bene a fare cosa.
Ritrova i palcoscenici televisivi nella primavera di quest'anno grazie all'intellettuale Barbara D'Urso, nel programma Pomeriggio Cinque (dove 5 sta per fucilate che meriterebbero gli autori). La Cipriani viene ripresa in una clinica privata in attesa di un intervento chirurgico: la frase con cui saluta il pubblico eh "Passo dalla quinta alla settima, mi faccio mettere 2 bomboloni Barbara!" La reazione che verrebbe spontanea a tutte le persone normali è E STICAZZI! 
Il pubblico in studio e la conduttrice invece osannano la fanciulla, alla faccia dei bimbi che guardano la trasmissione!
Poche settimane dopo la Cipriani compare a Chiambretti Night dove inciampa tra le domande di Pierino. "Lei quando ha fatto il gf aveva una quarta, poi è passata alla quinta (mentre la cretina rideva) ed ora alla settima, perchè?" - "Perchè io voglio fare tv e in tv non puoi andare avanti se non ti rifai qualcosa".


Il ragionamento non fa una grinza visto che oggi tutte sono rifatte, stuccate, imballate e poi spedite in prima serata. "Io penso che non è giusto ma è così" Se non è giusto cara Francesca, perchè devi seguì il gregge?
E comunque qualche qualità devi averla per stare in tv, ad esempio Vespa lecca, Belen la dà, Ilary Blasi scapezzola. In studio era ospite anche la pungente scrittrice Barbara Alberti, che ridicolizzò la povera Cipriani quando quest'ultima si paragonò alla Rodriguez "Pure Belen è rifatta ma non sa fare niente, cos'ho io in meno di lei?" - "Bè cara, con tutto il rispetto se entra Belen qui crolla lo studio"

Nonostante tutto l'apprendista show  girl non si perde d'animo e partecipa al programma La pupa e il secchione come sedicente 'pupa perfetta'. Resterà negli annali del tubo catodico, oltre alla sua sfacciata ignoranza, una frase di straordinario realismo "M'è scoppiata na tettaaaaaaaaa! M'è partito un capezzoloooooooo!!!!" Piccoli intoppi di una grande diva. Nonostante l'esplosione lei non demorde e vince il programma. Ultimamente è ricomparsa a Le Iene in occasione della consegna di un premio culturale proprio a lei. Ad Enrico Lucci, in un idioma italiota ha detto "Vorrei lavorare in teatro, sia nel comico che nel drammatico". Teatro? Premio culturale? Io la vedrei meglio a condurre il TG1 così le sue tette di silicone farebbero pendant con le notizie false by Minzolingua.



Lei prima del primo intervento, suppongo. Non era bella secondo me


Con la settima, le conviene chiedere un condono edilizio.
E comunque fa schifo.

Questa ragazza che dice di essere fisicamente ARMONIOSA e BEN PROPORZIONATA (ma de che?) purtroppo è nata nella mia regione e nella stessa provincia; ma di abruzzese ha solo le origini.

martedì 28 settembre 2010

Il porno rosa è più democratico? Di sicuro ci sono più fregne

Tra le tante critiche (più o meno lecite) che vengono rivolte al porno, una mi ha colpito particolarmente.

"Nel porno la donna è l'oggetto dei desideri maschili, infatti le attrici mentre fanno sesso non guardano il partner ma guardano la telecamera. Stanno fissando lo spettatore perchè è con lui che fanno sesso"
FICO!

Non ricordo chi l'ha detto (forse il teologo Saverio Mancuso?) durante il programma Le Storie su Rai3. Dopo mesi quella frase mi è tornata in mente guardando questo servizio. Ci avete fatto caso che nelle scene lesbo la donna non guarda la telecamera? C'è più complicità, intesa tra donne. Quella tipa svedese (ghghgh) è riuscita a fare in modo che l'oggetto sia esclusivamente il pisello! Che grande innovazione.
In questo momento di profondo misticismo mi domando: se l'immensa Moana non fosse morta sarebbe cambiato qualcosa nel porno de noantri? Ci sarebbe stata 'parità' tra le inquadrature di pompini e di slinguazzamenti di fregna? La risposta è no. Viva le donne!

 

 Ah ovviamente lo so che Moana non è morta ma si sta godendo la pensione nell'isola di Saint Lucien (si proprio quella...) sotto falso nome.

 

Preferite il porno classico? Bè poi non lamentatevi delle conseguenze


Tutte le stronzate che ho sentito da quelli dello Star System - Capitolo III (di sesso e sesso)

PER LA SECONDA PARTE PIGIATE QUI

Le dimensioni del pene non contano (risposta di una qualunque vip a Le Iene, come quasi tutte le frasi che andrò a riportare)
Ergo si accoppierebbero pure con un ermellino.

La prima cosa nel nostro mestiere sono le coccole (sentita da alcune pornostar)
Ora, siccome uno dei miei sogni è fare il pornodivo, voglio proprio vedere quando farò il provino quante coccole mi faranno!

I soldi non contano (sempre le vips che dicono "quello che conta è la simpatia")
Chissà perchè non si fidanzino mai con... che ne so un operaio? Oppure un metalmeccanico, un panettiere, un idraulico, un piastrellista... chissà perchè visto che i soldi non contano! 

Il sesso viene dopo di tutto
Ahahahhahahahahahah

Apro una parente perchè mentre scrivo sono venuto a sapere che Lele Mora e Fabrizio Corona sono stati amanti. E fu così che Corona divenne donatore di fegato -  cito Vukic
Non sapete chi è Lele Mora? Ma dai quell'agentenonsicapiscebenedeche che ha 'Faccetta Nera' come suoneria del cellulare ed è un 'convinto mussoliniano' (un La Russa un pò più hard).
Chi è Corona? Il fidanzato di Belen, ex della Moric, ex paparazzo (?) ecc..


 
Livia hai la mia stima


Chiudo la parente e torno alle cose serie

Stiamo bene insieme nonostante non ci vediamo spesso per motivi di lavoro (cioè lei a sculettare in prima serata mentre lui suda sul campo di calcio) 
Prova a dirlo a uno della fincantieri va...

Non mi sono rifatta niente (lo dice il 99% delle sciò gherl)
E magari sembra una statua di porcellana.

L'ho scelta per la sua intelligenza (Il fidanzato famoso di una qualunque gnoccona televisiva)
Vanno capiti, poichè essendo di solito calciatori superpagati, hanno il QI di un anemone di mare, con tutto il rispetto per quest'ultimo.

domenica 26 settembre 2010

Quelli che... le tette all'ora del tè

Oggi pomeriggio ero in famiglia. Si faceva zapping dopo aver assistito al GP di F1 di Singapore (a proposito, è più divertente un discorso di Prodi che una gara in quel circuito) e gioito per la vittoria di Nando. Tra un'occhiata a Domenica Cinque (che la mia spasimante Erzsèbet definisce una vergogna) programma che vi consiglio per le sue proprietà di lassativo, e un documentario per ragazzi su Italia1, ci siamo imbattuti in una scena al limite del porno. Su Rai2 (erano circa le 17) a Quelli che... mi è letteralmente caduto un occhio. In collegamento da Firenze c'era una conturbante signorina che indossava un giubbetto aperto e sotto... solo un reggiseno! 
Ho pensato che nella città del giglio dovesse fare un caldo pazzesco per consentire alla sorca di vestire in quella maniera.

Poi, quando il porco ha lasciato spazio all'intellettuale, ho pensato che qualcosa non quadrasse.
Pomeriggio, di domenica, sul secondo canale dell'azienda che va avanti con i nostri soldi, un programma seguito da molti bambini... e allora no, voi non potete mettere davanti a una telecamera una giovincella col balconcino che aspetta solo di essere annaffiato! Il volto (perchè l'intellettuale guarda quello) mi sembrava conosciuto e ho fatto una ricerca scoprendo che la ragazza è Cristina De Pin, a quanto pare ex gieffina e playmate.


Codesta figliuola è fidanzata con Riccardo Montolivo, centrocampista della viola, considerato l'erede di Zidane poi l'erede di Pirlo ma mai 'esploso' ad alti livelli (ed ora capisco pure il perchè). Firenze=Fiorentina=Montolivo=De Pin... eppure qualcosa non quadra. Ecco, il titolo della trasmissione dovrebbero cambiarlo. Suggerimenti?

venerdì 24 settembre 2010

Certe volte è meglio non guardare le statistiche

Importanti novità giungono a me grazie al servizio che blogger ha aggiunto da poco, quello delle statistiche. Scopro che la maggior parte di voi arriva qui da Fuori dal Coro, ovvero il mio blog principale e non ancora sputtanato. Con 10 visualizzazioni in assoluto (questo blog esiste da fine aprile) gli Erotici Eretici sono i maggiori fruitori dei miei trattati psichedelico-traumatici. A loro va un ulteriore encomio ed un plauso grande così visto che mi conoscono da un mesetto soltanto. Con 8 visualizzazioni la medaglia d'argento va agli amici delle Saghe di Onan e la medaglia di bronzo a tutti gli altri. Il post più visto (e forse più letto) è stato quello meno commentato.
Il brower più utilizzato per navigare qui è Firefox che ha coperto il 36% del traffico (di questa statistica non ve ne frega un cazzo ma per riempire il post va benissimo), seguito da Explorer (34%)  e Chrome (11%). Circa 1300 le pagine visualizzate dall'Italia che Dell'elmo di Scipio s'è cinta la testa, 188 dagli USA e 55 dal Regno Unito.
Il sistema operativo che usate quasi tutti è Windows e noto con curiosità e stupore che un pò di traffico proviene da iPhone, PSP, Nintendo Wii e iPod.

Ora arriva il pezzo forte: le parole chiave che vi hanno portati fino a leggere questo blog. Domina la frase 'tette in faccia' (42) e ci può stare. Ci può stare perchè sono un porcellone e nel post più visualizzato (guarda caso) l'argomento era proprio quello. Poi 3 volte sono state digitate 'porcellone mondiali' (?) e 'video western con donne in un saloon+mtv'. Dunque, sulle porcellone mondiali lascio correre perchè dovrei capire meglio di cosa si tratta (forse dell'Arcuri?) invece per ciò che concerne i video western con donne in un saloon... porca miseria! Non ho mai postato 'video western' nè donne in un saloon.
Altra chiave di ricerca effettivamente inerente a questo post è 'ecco le foto della trxxx di mexxx' che sembra un messaggio cifrato ma in realtà è lo slang di tanti imbecilli bimbiminkia.

Ed ora la chiave più assurda di tutte ma vi giuro che è vera (2 ricerche) 'luoghi dove si possono toccare tette'. Voi avete toccato delle tette tramite il mio blog? No cazzo, fatemi sapere perchè ci provo anch'io! Capisco che uno possa toccare lo schermo in coincidenza di qualche foto, questo si, però la frase messa così sembra una roba da fanatismo. Tipo 'luoghi dove si può vedere la madonna' ...
Ve l'immaginate un posto dove si può andare e toccare (solo) delle tette? Magari una sorta di museo dove ci sono donne nude dalla vita in su alle quali si possano toccare le areole, i capezzoli e tutta la parte esterna della ghiandola mammaria? Sarebbero pieni di preti.

giovedì 23 settembre 2010

Dalla parte del Bonobo

Amo stare nella natura (quasi) incontaminata. La mia è un'attrazione fortissima, irrefrenabile che ha delle radici ancestrali, animalesche. Ho un rapporto 'morboso' con la madre terra, una relazione mistico-sessuale che non potrei mai descrivere al 100%. Devi viverle certe sensazioni per capirle. Mi piace stare soprattutto in montagna (forse perchè ci sono nato) e in genere più il posto è selvaggio più mi eccito. La natura era fonte di ispirazione per me fino a quando ho conosciuto l'amore. Mi sentivo il miglior poeta del mondo quando camminavo in campagna, in una pineta, sulle sponde di un lago. Quando mi trovo in quei posti non penso ai problemi di tutti i giorni, non penso a Capezzone, Gasparri, al conflitto nella maggioranza, alle sante bombe e sante guerre, al traffico. L'unica cosa alla quale penso è il sesso. In fondo ciò he troppo spesso dimentichiamo è che siamo degli animali. Siamo cordati, deuterostomi, bilateri, mammiferi, primati e tante altre cose. Siamo una meravigliosa macchina biologica.

Mi piace uscire dopo un temporale, perchè è in quei momenti che la terra brulica di vita. Ed adoro l'odore della campagna dopo la pioggia. In quei frangenti la mia mente è avvolta da fantasie sessuali (più o meno lecite). Vi è mai capitato di sognare di fare una scopata in mezzo alla neve? A me si, certo da mettere in pratica è ardua perchè si rischia di rimanere congelati e ritrovarsi in prima pagina su tutti i quotidiani

Giovane coppia d'innamorati sorpresa dal gelo durante la copula
(e non capisco perchè parlano sempre di 'innamorati': non possono essere due he trombano e basta?!)

In primavera, fare l'amore in un campo di grano (ma attenzione alle spighe che possono entrarvi nel sedere), sconsigliato a chi è allergico alle spore. In autunno meglio farlo su una comoda alcova di foglie secche e fate attenzione a scegliere il posto giusto perchè da qualche albero cadono i frutti (noci ad esempio e quelle fanno male). L'estate è la stagione che meno mi piace per stare nella boscaglia. Fa troppo caldo (anche qui nell'aquilano) fatta eccezione per l'inizio di giugno e l'inizio di settembre. Per la riproduzone vi consiglio le ore serali post-cena così potete digerire meglio. Meglio se vi attrezzate con una tenda ma se volete essere riempiti di punture di vari insetti fate pure...
Il campionario di esperienze realizzabili è vasto e penso che possa accontentare tutti. Attenzione: non voglio apparire come un 'figlio dei fiori' però credo che dovremmo recuperare il rapporto con la terra che ci ospita.

Non più un rapporto aziendalistico, perchè è inutile negare che troppo spesso ci sentiamo i padroni della terra (ad esempio quando buttiamo carte o plastiche varie in mezzo all'erba) e dimentichiamo che siamo dei semplici ospiti. Stiamo sul pianeta per qualche decennio e come specie solo da qualche migliaio di anni. I rinoceronti sono presenti da 50 milioni di anni, i coccodrilli da più di 200, gli insetti da molto prima eppure noi ci poniamo nei loro confronti come se avessimo un potere assoluto. Io ti ho creato e io ti distruggo. Non funziona così. Dovremmo recuperare un pò di umiltà e di rispetto in modo da vivere con più calma. Certo, non dico di vivere come lo Yeti che se ne sta tutta la vita sull' Himalaya o come il Dugongo che non fa altro che brucare le alghe. Però un pò più di relax e buon sesso non ci farebbe male.

Guardiamo i Bonobo (i primati che condividono gran parte del DNA con noi). Non sono violenti, si accoppiano spesso (non solo tra maschi e femmine) e vivono sereni. Non hanno preti, politicanti o rabbini che gli rompono le palle sulla morale, non hanno bisogno del pudore e non manifestano il dissenso andando in corteo tra gli alberi della giungla. Sono gentili, compassionevoli, sensibili, altruisti. Diciamo che sono un grande movimento dell'amore al quale non è necessario iscriversi o tesserarsi, basta solo cacciare gli attributi.


venerdì 17 settembre 2010

Io non odio Fabri Fibra (ma non lo sposerei)

Mi è stato chiesto di parlare di Fabrizio Tarducci nel mio blog. In realtà ci avevo già pensato qualche mese fa, poi avevo lasciato perdere. Il rap non è mai stato uno dei miei generi musicali (faccio fatica a definirlo così) preferiti. Mi fa schifo soprattutto il gangsta rap. Considero i rapper dei disgraziati che ci rompono le palle con le loro sfighe (con qualche eccezione, ad esempio Caparezza che è un genio) e fanno della demagogia il loro piatto forte. Sono i primi a gridare contro le ingiustizie e poi scopri che girano con chili di oro addosso.

A proposito di Fibra, musicalmente parlando, devo dire che la prima volta che lo ascoltai (era Applausi per Fibra se non erro) pensai - Ecco il solito cretino che fa successo con il turpiloquio- e noto dopo anni che il suo stile non è cambiato. Lui dice che usa le parolacce perchè per gli argomenti di cui tratta è necessario l'uso di molte parole scorrette. Io non contesto questo ma c'è limite a tutto: usa troppo turpiloquio.
In una canzone scrive che secondo lui Marco Mengoni è gay. E sticazzi! 

C'è chi lo accusa di cantare fuori tempo ma qui ne prendo le difese: fa rap mica blues. Se cantasse coi tempi giusti non sarebbe rap. Fibra ultimamente sta scrivendo dei testi sensati, perchè parla di corruzione, mafia, governo (che ora sono la stessa cosa) in poche parole si potrebbe dire che stia diventando un cantautore impegnato. Spero che non sia solo una cosa di facciata.

Tornando a parlare dell'uomo Tarducci, mi ricordo che 2 anni fa rimasi stupefatto da una sua intervista a Le Invasioni Barbariche. Mi dovetti ricredere perchè quello che parlava era un ragazzo intelligente, timido e non aveva proprio nulla del Vip. Poche sere fa era al Chiambretti Night dove ha fatto un'ottima figura. L'intervista in cui mi ha colpito di più è quella che vi propongo qui


Ribadisco: come cantante non mi piace, è noioso e troppo ripetitivo il rap puro e lo sarà sempre. Per non parlare del fatto che ogni volta che metto quella merda di MTV (maledetto zapping!) mi sbuca un suo video. Però quello che c'è dietro lo pseudonimo sembra essere un uomo maturo e che sa usare il cervello  anche per qualcosa di socialmente rilevante.

Dedicato a Michela

domenica 5 settembre 2010

Di amore a distanza e distanza dall'amore

Quando m'innamoro, da un certo punto di vista, sono un perfetto idiota. Me ne rendo conto ora dopo 10 mesi da quando son tornato ad essere un lupo solitario. Tutte quelle cose che si dicono da innamorati tipo Ti amerò per sempre- Staremo insieme tutta la vita sono delle balle spaziali di una pesantezza inaudita. Io non credo che quelle coppie che stanno assieme da 50 anni siano felici perchè si amano. L'amore è quello che c'è all'inizio quando è legato alla passione, all'attrazione fisica e secondo me anche all'attrazione "intellettuale". Poi l'amore finisce (che sia dopo 5, 10 o 30 anni) come tutte le cose di questo mondo e viene sostituito da altri sentimenti. E poi promettere amore eterno equivale alle promesse che i politici fanno in campagna elettorale (vale a dire sempre). Oggi so che alcune cose che prima ritenevo scontate, non lo sono affatto.

Ad esempio non sono più in grado di avere una relazione a distanza. Ne ho avuta una e mi è bastata. Da qualche settimana sono corteggiato da una ragazza che abita in puglia, pochi giorni fa mi ha confessato i suoi veri sentimenti e continua a ripetere che farà di tutto per avermi (secondo me sarebbe in grado di affittare un aeroplano con la striscione e la scritta "TI AMO" come nei film). Io le credo. So che è sincera. Da mesi mi 'assilla' (non è dispregiativo in questo caso) con sms e quando capita anche in chat. Siamo diversi per ideali e valori eppure da molto tempo è l'unica persona con la quale mi confido tutti i giorni, l'unica che mi sopporta. Sento che c'è qualcosa che ci lega nonostante tutto. Questa persona è entrata nella mia vita 2 anni fa e, al contrario di quanto pensassi, non ne è uscita subito. Non è la solita ragazza virtuale.



Mi fido di lei, le voglio molto bene ma non posso darle quello che vuole. Non posso e non voglio. Ho già avuto una storia a distanza e so cosa comporta. Ho rinunciato a tante cose in quel periodo e con cosa mi sono ritrovato alla fine della festa? Un pugno di mosche? No, un pugno nello stomaco. Quando quella storia stava finendo io ero cambiato, ero diventato freddo e pensavo solo a scopare. Ero il contrario di quello che sono sempre stato (cioè romantico, paziente, dolce). Quell'esperienza mi ha segnato profondamente: è stata la prima volta che ho pensato di cornificare la mia lei e mi sentivo bene al pensiero di farlo. Ho sempre considerato il tradimento come una schifezza, una volgare forma di vigliacheria eppure la mia ex mi dava il pretesto per mettere in atto la volgare forma di vigliaccheria. Mi trascurava, rispondeva male e nei nostri incontri era... mmm... lasciamo perdere certi termini ma penso che abbiate capito. Le nostre 'discussioni' nelle ultime settimane di fidanzamento erano, a ripensarci ora, comiche (da film di Pieraccioni).

Lei: "Che facciamo soli?"
Io: "Possiamo fa una camminata in campagna"
Lei: "Tu pensi solo a scopare"
Io: "E secondo te per fare l'amore ti porto in campagna? Sai quanta gente c'è?! "
Lei: "Perchè vuoi per forza fare una camminata?"
Io: "Siccome non sei mai venuta qui da sola, per una volta vorrei che facessimo la coppia 'normale' e quindi fare anche cose romantiche. Tu però pensi male, che devo fa? Devo pensare che non vuoi stare con me."
Lei: "Mi vuoi portare in campagna così mi stupri!"
Io "... vaffanculo!"


Insomma io penso che non riuscirei a gestire una nuova relazione a distanza perchè alla prima occasione buona cadrei in tentazione. Sono un potenziale traditore mio malgrado. Io non voglio fare lo stronzo con chi non se lo merita, questa ragazza che dice di amarmi merita una storia seria. Io in questo momento sono lontanissimo dall'amore e tutte quelle belle (o presunte tali) cose che lo caratterizzano. Sono single dall'anno scorso e sto bene, certo l'amore mi manca ma non posso decidere quando innamorarmi, ho fatto una promessa a me stesso quando lei mi lasciò e intendo mantenerla. Tuttavia sono preoccupato per questa ragazza che mi vuole a tutti i costi. Il giorno in cui m'innamorerò e fidanzerò con un'altra (perchè prima o poi capiterà) dovrò dirglielo per forza. Come reagirà? Io penso che sarebbe capace di fare gesti folli e questo mi preoccupa sul serio. In lei rivedo me quando m'innamorai l'ultima volta: ero un illuso perchè vedevo tutte le qualità dell'alter ego e non quelle della persona vera e propria. La mia ex era brava a nascondere la sua vera natura ed io ero rincoglionito, perchè l'amore ti fa rincoglionire e non vedevo la realtà.

Col passare del tempo ho iniziato a scoprire chi c'era dietro quell'alter ego di cui mi ero innamorato: è stato un calvario ma per fortuna è finito. L'amore è complicato e lo è ancora di più quello a distanza, che non consiglio a nessuno. E poi l'amore è soprattutto chimica, quella che entra in gioco quando notiamo colui o colei che potrebbe essere il nostro partner. Nelle relazioni a distanza ci possiamo accontentare di una cam ma non ci sono quelle sensazioni che si provano 'normalmente'. Tutto è concentrato nei rari e fugaci incontri.  Per non parlare dei continui sospetti Non si connette, mi starà tradendo forse un pò esagerati e soprattutto forzati.
Io penso di non essere il suo uomo e fino a poco tempo fa credevo che lei non fosse la mia donna ideale. Ora non so più qual è il tipo di donna per la quale potrei perdere la testa. So soltanto che potrei farle male e non voglio arrivare a questo punto. Lei si sta illudendo e con il tempo rischia di rovinarsi la vita per me. L'amore è una droga potentissima.



Comunque credo che alla mia ex sarebbe piaciuto essere 'stuprata'

venerdì 3 settembre 2010

Tutte le stronzate che ho sentito da quelli dello Star System - Capitolo II

 Per chi si fosse perso la prima parte, pigiare qui


Sono più uomo io di tutti voi messi assieme. (Bobo Vieri, immenso intellettuale de noantri)
Erano gli europei 2004, quelli del 'biscotto' e dell'eliminazione al primo turno. Vieri in conferenza stampa dopo la partita contro la Danimarca (passata alla storia per lo sputo di un lama su Poulsen) si rivolse con toni poco amichevoli ai giornalisti.

Con la sinistra al governo ci sarebbero terrore, miseria e morte. (Silvio Berlusconi, imperatore)
Frase di qualche anno fa. La sinistra ne ha combinate tante ma pensare he gente del calibro di Fassino possa portare terrore e morte è pura fantascienza.

Hai visto che mo' s'è candidato pure Beppe Grillo al piddì? Quello è peggio de Travajoooo!" (Il padre della mia ex)
Voi penserete che c'azzecchi sto tizio con lo Star System. Io penso che un giorno diventerà famoso.

Sono stato crocifisso e condannato prima delle necessarie verifiche. Sono stato sui giornali più in questi ultimi giorni che non quando ho vinto i miei sette mondiali. Ho la coscienza pulita, questa storia si chiarirà al più presto. I professionisti che mi fanno la denuncia dei redditi mi hanno assicurato, come ho sempre chiesto di rispettare le regole, che questo hanno fatto. Da sette anni ho la mia residenza a Londra, in questa bella casa. Londra, non Paperopoli o un paradiso fiscale su qualche isoletta. L'ho scelta perché mi piace e per le esigenze del mio mestiere. Sono stato strumentalizzato, probabilmente perché il fisco italiano non è d'accordo con quello di altri paesi, come l'Inghilterra. (Valentino Rossi, il dottore in un videomessaggio alla Bin Laden maniera)
110 milioni di € di evasione fiscale fino al 2007.

Sulle tasse ho sbagliato. Se ho rivisto la cassetta del mio monologo estivo? Sì, certo che l'ho rivista quella cassetta; era davvero un brutto momento e di sicuro oggi una cosa così non la rifarei. Non in quel modo. Era la trovata di uno che aveva molta pressione addosso. Avrei voluto farmi intervistare ma in quel momento non trovavo le persone di cui mi fidavo e, comunque, dovevo reagire perché i media mi stavano massacrando.
Ho la coscienza a posto. E se ho commesso qualche piccolo errore è solo per superficialità o perché ho trascurato alcuni aspetti della mia vita. Quello che è accaduto è stata una vera e propria lezione di vita. E tra le lezioni metterei anche un bel pensiero: tra un mito indistruttibile e un mostro sbattuto in prima pagina c'è un ragazzo che ama correre in moto. Ecco, quello sono io. 

 (Anche lui ha una coscenza)


Io non sono pirla (Josè Mourinho, profeta di Setubal)
Storica frase pronunciata subito dopo aver incassato 10 milioni di € di stipendio senza fare un tubo.

91 Punti...teste di cazzo. (Giampiero Mughini)
L'intellettuale juventino commentò così la "caduta" in B della sua squadra del cuore.


Capra! Capra! Capra! Capra! (Vittorio Sgarbi, tuttologo di niente)
"Capra" è l'unico termine he riesce a dire quando qualcuno gli fa notare che sta sparando cazzate.


Io fazioso? Che frescaccia. Faziosi sono i Santoro, i Lerner. Sono giornalista professionista da 52 anni, sulla mia libertà non si possono avere dubbi. Veltroni lo conosco da bambino, ho ottimi rapporti con D'Alema, Diliberto, Bertinotti, Bersani, Rutelli, Napolitano. Chi non stimo affatto è Prodi. E Di Pietro: grida e insulta. Io non ho mai insultato nessuno. (Emilio Fede, cabarettista)
Parte di un'intervista del 2008.  Sulla sua libertà in effetti non ho dubbi, come non ho dubbi sulla fede religiosa di Totò Riina.


Ho avuto lo stesso infortunio di Totti. Lui ci metterà due mesi a guarire. Io ce ne misi otto. È questione di muscoli, di tonicità. Se ci slogassimo la lingua, io guarirei in due giorni, lui in due mesi. (Piero Chiambretti)


Il sesso è la droga dei poveri. (Aldo Busi)
Quindi i ricchi non si accoppiano?


Il lavoro è parte speciale di quelle condizioni indispensabili che una società veramente umana deve garantire perché ognuno possa non solo sopravvivere e vivere ma ancora di più realizzare se stesso secondo il disegno di Dio. (Angelo Bagnasco, magnaccia clericale)
Uno che non ha mai lavorato.

Sono stato a letto con più di 700 donne (Antonio Cassano, guru moderno)
Ti hanno messo un sacco in testa

Saviano ha scritto Gomorra solo per diventare famoso (Marco Borriello)
Strano che dopo questa perla sia stato ceduto alla Roma