martedì 4 gennaio 2011

Uno sguardo d'autore

L'amor che move l sole e l'altre stelle
Ieri l'altro un'amica virtuale mi ha chiesto "Tu sei sicuro che lei sia la donna che vorresti avere accanto per la vita?" - "Oggi non puoi essere sicuro di niente, manco del tuo sangue" Tuttavia io vorrei starle accanto ma anche starle dentro. E poi queste frasi "per la vita" non le sopporto. Sembra una condanna ed io non credo nell'amore eterno. Nemmeno l'universo è eterno, solo u pilu è per sempre. Inoltre negli ultimi giorni la mia amata mi sta scendendo sui coglioni (in senso figurato).

A proposito, questa era la donna che amavo da bambino. 
 Ora è così.
Propositi, proposte e proposizioni
La sera del 31 mia cugina mi ha chiesto "Quali sono i tuoi propositi per il 2011?". Confesso che ho impiegato almeno 3 minuti a pensare come rispondere. Forse perchè avevo bevuto troppo per formulare una frase di senso compiuto; forse per colpa di questo disagio sociale, sfacelo culturale, crisi economica che si ripercuote su di noi, delocalizzazione del lavoro, classe politica sempre più distante, la piaga di una società apatica, abulica, avulsa dal contesto moderno, astronza. Fatto sta che ad una domanda (un tempo) semplice semplice non ho saputo rispondere meglio che "Tirare a campare". Poi sono tornato cazzone ed ho trovato qualche motivazione per andare avanti in quest'anno.

I buoni propositi per il 2011:
1) Scopare
2) Pubblicare un romanzo quindi farmi invitare in tutti i programmi tv pseudo-culturali, bigotti e buonisti per insultare Sgarbi (tanto è ospite fisso)
3) Fingermi black block che si finge uno studente in una manifestazione
4) Dare del vigliacco al ministro La Russa in diretta televisiva a reti unificate
5) Dare del nano al ministro Brunetta
6) Diventare ricco e spendere tutto il patrimonio in puttane e cocaina
7) Creare un asocial network
8) Lavorare
9) Meritare un dossier di Wikileaks
10) Realizzare uno solo dei precedenti propositi

I cattivi propositi:
1) Torturare qualche maiala
2) Insegnare l'inno di Mameli ai leghisti
3) Celebrare i 150 anni dell'unità d'Italia in una cerimonia pubblica, tutto nudo e con il pisello dipinto tricolore
4) Proseguire nell'opera di diffusione del blog
5) Sposare una donna ricca sfondata (ricca prima d'incontrarmi, sfondata subito dopo)
6) Mettere in pratica le più perverse fantasie erotiche
7) Fondare un movimento, perchè i partiti non sono più di moda.
8) Vincere il Nobel per la pace dopo aver invaso Norcia, anche perchè lo danno a tutti (con il dovuto rispetto verso Obama)
11) Mettere in pratica gli insegnamenti del mio mentore e fare la rivoluzione. Qui mi serve il Vostro ausilio.


Sono maschio DOCG (Denominazione di Orgasmo Controllato e Garantito)
Rispondo alla mia dilletta Fallen: probabilmente è anche colpa tua! Infatti ho sempre più spesso mostruose erezioni mattutine, l'ultima oggi, a causa delle quali mi sveglio anche presto. D'altro canto devo ammettere che il mio pisello non è mai stato bello e grosso come ora. Mi spiego: bello non lo era mai stato (stando a sentire la mia ultima fidanzata invece si) e per grosso intendo lo spessore, della lunghezza me ne frego (lascio giudicare alle vagine). Solo ora mi rendo conto di avere un capolavoro. Un capolavoro della natura, il capolavoro di mamma e papà (giacchè sono figlio della fusione di uno spermatozoo e una cellula uovo!)

Ed ora spazio alla nuova rubrica che farà luccicare ulteriormente questo splendido blog. Una rubrica che occuperà totalmente alcuni post oppure, come in questo caso, si troverà a suo agio in altri contesti.

IMPARA L'ARTE E METTILA DA PARTE
http://4.bp.blogspot.com/_N94ymf9CATY/SlfEf43TV4I/AAAAAAAAARc/UT9EKV4OZpk/s320/Matisse-Odalisca+con+pantalones+rojos.jpg 
Odalisca con pantaloni rossi (1921)

Questo capolavoro (io so fare di meglio) è di Henri Matisse ed è visibile al museo d'arte moderna Georges Pompidou (mi raccomando, non fate confusione con Pompadour che quella è un'altra storia) di Parigi. Per cui qualora voleste ammirarlo da vicino munitevi di tom-tom oppure fate come me, cioè seguite la rubrica del prof Caroli a Che tempo che fa. Sapete per quali alti ideali Matisse ha ritratto una 18enne in quella posizione ed a torso nudo? Semplice. Perchè ci piaceva u pilu!

10 commenti:

  1. Qualcuno mi ha detto che non è riuscito a commentare, mi scuso ma non so quale sia il problema. Nelle opzioni è tutto ok.

    RispondiElimina
  2. mii hai già letto quel che dicevo, oppure è un'altra informatrice!?!?!

    RispondiElimina
  3. Ah ecco ora senza inserimento della parola chiave funge. Volevo solo domandarti se eri sicuro che fosse Cristina Ricci la piccola Mercoledì del telefilm. Del film ok, ma del telefilm...Ma è così vecchia!?!?!

    RispondiElimina
  4. Chiedo umilmente perdono care amiche virtuali. Ho impiegato una nottata intera per cambiare modello ed ora mi vedo "costretto" a togliere la parola chiave per evitare di essere responsabile della vostra futura cecità. Mannaggia ai templates!

    Seta: oggi non puoi essere sicuro di niente, manco del tuo sangue ahhahah
    però su gugol Cristina Ricci risulta essere entrambe quelle lì.
    Ed ora voglio un parere sul post

    RispondiElimina
  5. dunque dunque...I tuoi cattivi propositi mi piacciono tuttissimi.

    RispondiElimina
  6. Geniale!
    ho adottato un super cazzone cazzissimo... mo' è pure migliorato!!
    evvaiiiiiiiiiiiiiiiiiii!

    RispondiElimina
  7. (non ero riuscito nemmeno io: non si poteva più scorrere in basso sotto la stramaledetta verifica parole per trovare il pulsante posta commento... però avevo salvato la mia cazzatina così ora riprovo a incollarla. speriamo bene...)

    Se crei un asocial network contami pure come primo iscritto. Non contarmi invece per l'orrenda e scurrile parolaccia subito sotto, che mi ha riempito di sgomento e sbigottimento ("lavorare").

    p.s. quella schifosa mamelata d'inno dà il voltastomaco pure a me che non sono leghista (ma se per "insegnarlo a loro" intendi una punizione-tortura, allora ti appoggio...)

    p.p.s. naturalmente sul lavorare scherzo: in realtà io lavoro 48 ore su 24, e quando sputo sul lavhorror intendo invece sputare su quegli stronzi che negano che lo scrivere possa essere un gran bellissimo e importantissimo Lavoro... :D
    04/01/11 13:23

    RispondiElimina
  8. Auguri per uno splendido 2011 che i buoni e i cattivi propositi siano la tua guida!

    RispondiElimina
  9. Il cattivo proposito 3 è il più serio proposto per i 150 anni.
    Ti appoggio. (ma te non me l'appoggiare)

    RispondiElimina
  10. mi metto in fila per il proposito numero 4!!!

    RispondiElimina