domenica 8 maggio 2011

Allegri. Restiamo Allegri

Come ben sapete io sono milanista. Non sono mai stato uno sfegatato nè un antisportivo. Da qualche anno sono disinteressato (o se preferite disamorato)  dal calcio, soprattutto quello made in Italy dei milardi. Io so bene chi è il proprietario del milan. Non sono io che ho scelto il milan ma è il milan che ha scelto me. Mi sento in dovere di spiegare alcune cose riguardo a delle puttanate che ho sentito con le mie orecchie da gente ciòvane.

1) Come fai a tifare per la squadra di un delinquente?
Allora, secondo questo ragionamento anche chi tifa milan è un delinquente. Cosa dovrei dire di mio padre che ogni giorno ripete "B. fa schifo" eppure guarda decine di partite su MEDIASET PREMIUM?! Forse perchè lui è tifoso del milan dagli anni 50', dai tempi del trio Gre-No-Li quando l'omino di Arcore era solo un modesto cantante sulle navi da crociera? Io per altro (stando a quanto mi dicono mio fratello e mio cugino) ero simpatizzante della juventus poi un giorno papà mi chiuse in camera e mi fece il lavaggio del cervello: divenni milanista. Secondo il ragionamento di chi fa sto tipo di domanda, non dovrebbero esistere i tifosi di inter, juventus, Roma, lazio, Sampdoria, Genoa, fiorentina e tante altre squadre governate da magnaccia che fanno i soldi sulla pelle altrui. Dai andiamo, sta stronzata non regge. Io sarò tifoso anche quando non ci sarà più la famiglia allargata berlusca, quando (probabilmente) ci sarà qualcuno migliore o (molto probabilmente) peggiore. Così come credo che l'interista tifava inter prima di Moratti e tiferà anche dopo.

2) Grande presidente, con tutti i trofei che c'ha fatto vincere il voto se lo merita.
 Sta minchiata l'ho sentita pronunciare da un mio ex compagno di corso (parliamo di uno che faceva il biologo per passatempo in attesa di un posto da infermiere). Tutti sti trofei che ci ha fatto vincere: infatti siamo pieni di soldi mentre lui è sempre più povero, ve? Il solo pensare che ci sia gente che vota tizio o caio solo perchè "fa vincere" la propria squadra del cuore mi manda in bestia. Infatti non gli risposi per evitare scenate alla fermata dell'autobus.

3) Perchè non guardi le partite?
Una domanda che mi hanno fatto in tanti, compreso mio padre (che più invecchia più regredisce al tifo adolescenziale!). Io da 5-6 anni vedo rarissimamente le partite (anche quando avevamo sky, magari preferivo il basket o il golf) soprattutto quelle di campionato e coppa Italia. Sono stufo delle lobby, le cricche, dei tentativi di lasciare agli ultras il controllo degli stadi. Ho paura quando guardo una partita, ho paura che alcuni coglioni sfondino le barriere di protezione. Il calcio è la riproposizione in chiave folkloristica della società. Non si investe sui giovani andando a spendere soldi inultilmente all'estero. Non si investe su impianti e marketing cercando di tirare a campare e sperando solo nelle botte di culo. Non si fanno leggi (o non si applicano) idonee al contrasto della violenza, perchè? Perchè fa comodo ai magnaccia. Non seguo il calcio italiano perchè da qualche anno ho scoperto chi sono quelli che lo comandano. Come nella politica sempre gli stessi.

4) Eh ma il campionato italiano è il più bello del mondo.
E non seguo perchè io amo l'estetica nello sport, l'estetica del gesto tecnico e della coralità. Nel campionato italiano che guarda caso negli ultimi 10 anni è stato vinto da squadre che si affidano solo alla giocata individuale, il livello della qualità del gioco è ridicolo. Mi divertivo di più quando guardavo Lille-Nancy o Aberdeen-Celtic! Eppure tutti ancora a dire che è il campionato più bello. Forse è il più difficile (ma se è il più difficile come mai vincono sempre le stesse squadre?) ma con un livellamento in basso dimostrato dalle ripetute figure di letame nelle coppe europee. Una partita del Barcellona vale 100 di quelle italiane. Basta vedere anche una partita della bundesliga per rendersi conto che stanno su un altro pianeta. Mi piace vedere i bambini in curva che mangiano il gelato, le coppiette che slinguazzano in tribuna, il tifoso che dà una pacca sulla spalla al giocatore che si riscalda a bordo campo. In Italia invece lo stadio è il luogo dove ci si sfoga, dove i cretini si sfogano. Il controllore  non controlla. E come fanno le squadre a giocare bene se vengono continuamente minacciate dalle "tifoserie"?!

5) Cassano è un grande. Ha avuto una infanzia difficile, bisogna capirlo.
A me è stato sempre sulle palle e non è cambiato di una virgola. Uno che insulta il suo datore di lavoro che lo paga come se fosse Marchionne, per me non è una persona che merita rispetto. E guarda caso l'ha preso il berlusca. Io mi sarei aspettato un sottosegretariato al Welfare, un'entrata da dietro nel gruppo dei Responsabili. L'infanzia difficile? Allora come mi spiegate che Lionel Messi sia diventato uno dei più forti di sempre? A 12 anni un dottore gli disse che sarebbe rimasto nano per tutta la vita e che avrebbe avuto difficoltà a camminare. Infanzia di merda, eppure oggi Messi è una persona educata, rispettosa dell'avversario, è un calciatore per il quale vale la pena pagare un biglietto perchè costruisce poesie con il pallone. Fanculo voi e l'infanzia difficile di Cassano.

6) Il milan ha fatto un grande gioco
Io mi baso soprattutto su commenti di sedicenti esperti e immagini delle sintesi o spezzoni di partite e radiocronache. Inoltre ho visto qualche partita.
CESENA-MILAN 2 a 0
Ho visto una delle partite più brutte di sempre, il milan fu umiliato da Bogdani e Giaccherini (e infatti si vede che bel campionato ha fatto il Cesena) e poi il presidente pensò bene di attaccare gli "arbitri comunisti". Mi dà tristezza pensare che anche mio padre oggi, dice che senza gli errori arbitrali il milan avrebbe vinto.
BRESCIA-MILAN 0 a 1
Il secondo tempo è stato degno delle partite del campionato under 18 interregionale dove ho giocato qualche anno fa.
SAMPDORIA-MILAN 1 a 2
Era la coppa Italia. Dopo il primo tempo ho spento la tv. Sembrava scapoli vs ammogliati.
MILAN-PALERMO 2 a 2
Sempre la coppa. Un buon gioco ma niente di più.

Poi ho visto alcune di Champions (sigh, sob) quella che è "la casa del milan". 
MILAN-BORDEAUX 2 a 0
Fino all'ottantesimo minuto il Bordeaux ha adottato il modulo Mourinho e il milan ha provato a fare "qualcosa". Partita risolta da due lampi di classe di Ronaldinho e Ibrahimovic.
MILAN-REAL MADRID 2 a 2
Nel primo tempo mi son sentito un po più tifoso del solito: sofferenza bestiale. Rossoneri surclassati per intensità e gioco dalle merengues (e se una squadra di Mourinho gioca meglio di te qualcosa non va). Poi il solito superpippo fa due gol alla sua maniera (vale a dire gomito-culo-fallo) e in qualche modo il milan rischia pure di vincere.
TOTTENHAM.MILAN 0 a 0
La partita nella quale ho visto il miglior gioco del milan: eliminato!

Dunque se uno vuole dire una cazzata può farlo ma lasciando perdere le coppe, se c'è da parlare di bel gioco quest'anno diamo un attestato di merito a NAPOLI e UDINESE.

7) Allegri
Il milan ha fatto delle figure di merda colossali, tipo il pareggio con il Bari (era dai tempi dell'ancona di Jardel che non c'era una squadra così scarsa) o la sconfitta a Palermo senza segnare alla difesa più allegra del mondo. In Champions è apparsa una squadra modesta. Il gioco si è visto a stento. Però l'allenatore ha avuto molti meriti e stanno quasi tutti nel mettere ko Ronaldinho. Non so se vi ricordate la conferenza stampa di presentazione in cui parlò solo il capo. Blaterando così "Ronaldinho è indiscutibilmente il più grande calciatore di TUTTI I TEMPI e sarà rossonero a vita." Dopo 2 mesi ha rescisso il contratto. Questo per dire che la parola di berlusca anche nel calcio conta quanto un vegetariano in una tribù di cannibali del Borneo. E l'allenatore non disse una parola quel giorno, per cui è vero che prende i soldi da quel quasi vecchio bavoso megalomane truffatore ma la formazione col cazzo che la fa toccare a qualcun'altro! Quella è stata davvero una scelta da "uomo" che solo gente come Capello avrebbe saputo fare.
Dettto tutto quel che ho detto, so bene che per una settimana i telegiornali non faranno altro che parlare della vittoria della squadra che dà prestigio all'Italia nel mondo, del club più titolato e bla bla bla. So bene che purtroppo tanti coglioni voteranno alle amministrative in base ai risultati del milan. Lo so ma che ci si può fare?
Allegri. Restiamo Allegri.