domenica 29 maggio 2011

Saloon

Siamo a mensa, in un locale che è una via di mezzo tra quelli dei film di Tarantino e quelli dei Western: insomma un locale da film di Tarantino. Lei è di fronte a me. A qualche metro da lei lungo la fila c'è un tizio, penso che abbia 40 anni e se sono di meno se li porta davvero male. Ha  finito di mangiare e fuma. Noi stiamo mangiando ma non so cosa, non vedo. Parliamo del più e del meno (del per e del diviso). Non so come ma esce il discorso sulla nostra storia che non c'è mai stata ma io avrei voluto che nascesse.
"Ti ho corteggiata per diversi mesi."
" Io non ti dicevo neanche come stavo".
"Eh, grazie."
" Non volevo avere troppa confidenza con te".
"Io ti amavo Ale."
Iniziamo ad alzare la voce ma non sento quello che diciamo. Probabilmente tutto quello che le coppie mai nate si direbbero in casi del genere. Probabilmente quello che due ex che si sono amati e poi si odiano si direbbero. Ma noi non ci siamo amati, solo io amavo. Il tizio che non aveva fatto una grinza e non fumava più, ci chiede "Ma non la sentite pure voi questa puzza?"
In effetti c'è un odore strano ma non ricordo di che tipo. Io mi alzo, prendo gli avanzi e li butto nel cestino. La guardo e mi viene spontaneo dirle "Vaffanculo".
Il tizio nel frattempo è sparito, io esco. Missione compiuta.


4 commenti:

  1. sarà quel che ti dirò tra un paio d'anni! :D

    RispondiElimina
  2. Cioè mi dirai che non hai voluto darmi troppa confidenza? E io me la piglio!

    RispondiElimina
  3. piatela, te la do tutta! :)

    RispondiElimina
  4. ps. grazie per la finestra, galantuomo.

    RispondiElimina