giovedì 16 giugno 2011

Amando s'impara

Un uragano mi sta travolgendo,
un maremoto che vorrei riversare sù di te.
Ho imparato che l'amore è diversità,
non solo condivisione.
L'amore è anche "mi piace"
ma solo in minima parte.
Vorrei fulminarti, calpestarti,
schiacciarti, umiliarti.
Vorrei elevarti al grado dell'ennesima potenza,
vorrei che tu fossi infinita.
L'amore è una guerra calda,
la gelosia è il fioretto.
Sono come un malato,
uno di quei pazzi pazzi per davvero
perchè in fondo quella che provo
è solo pura follia.
Sono sempre stato un sognatore
ma ora ho realizzato che esiste
chi sogna più di me, 
chi osa più di me.
Esisti tu.
Ti farei a brandelli amore,
sputando ogni parte
salvo poi rimasticarla.
Sei una fiamma che mi riscalda,
mi brucia sopra
logorando ciò che sta dentro.


12 commenti:

  1. Inneres, ma lei ha un cuore? :D

    Be', i miei complimenti, sei quasi incommentabile. essere sé stessi significa osare. io oso sempre.
    un bacio.

    RispondiElimina
  2. dooooooooolceeeeeeee! Ma dimmi, lei esiste davvero? o è solo primavera?

    RispondiElimina
  3. credo proprio che apprezzerà...
    trova il modo di fargliela leggere e comincia a preparare molti zabaglioni!! :)

    RispondiElimina
  4. stavo riflettendo....
    sono un po' i concetti con cui il maestro faber ha farcito se ti tagliassero a pezzetti....
    ti rende onore.

    RispondiElimina
  5. Bad Hands: ti ringrazio, io non c'avevo pensato alla canzone quando mi son venute dal cuore queste parole

    RispondiElimina
  6. ma ti pare?
    sono meritatissimi...

    RispondiElimina