lunedì 25 luglio 2011

La capanna spazio-temporale

Ci sono cose che non capisco.
Io ti ascolto.
Dici che diventerò "come gli altri" che per me vuol dire tutto e niente. Sai che non mi piace generalizzare e le previsioni sono fatte per essere sbagliate.
Io ti ascolto.
Anche quando non condivido, perchè non si può far finta di non appassionarsi al tuo eloquio.
Io ti ascolto.
Sai, non credo che tra 2 mesi diventerò un fondamentalista cristiano nè un sicario della mafia. Non mi è mai piaciuta la massa. Mi ritengo estraneo, diverso  che non vuol dire migliore nè peggiore. So che mi ami e stimi troppo per pensare ch'io diventi uno qualunque.

Mi dici che sono limitato (e chiuso) ma non per colpa mia, bensì per la natura del maschio.
Io ti ascolto.
Sei coerente tesoro. Pensavo che la coerenza fosse un sogno per illusi e invece con te ho scoperto che esiste. La coerenza affascina. Tu parli con gli occhi.

Ieri sono stato nel bosco a vedere un terreo che fu di mio nonno e che ci darà tanta legna per l'inverno. Mio nonno, come tanti della sua epoca, s'è fatto il mazzo. S'è spaccato la schiena per la famiglia. Mio nonno ai figli maschi dava un sacco di botte, come tanti della sua epoca. Partigiano, per colpa di un cretino fu condannato a morte dopo una rappresaglia nazista. Si salvò. Era uno che per tutta la vita ha creduto in certi ideali quelli che oggi sono svaniti. Fu segretario di sezione del Partito Comunista. Aveva la licenza elementare e una cultura immensa. A 77 anni ha costruito l'ultima casa. Un diabete scoperto troppo tardi l'ha ucciso. Io non dimentico i suoi moniti. Era strano vedere quel pezzo di bosco per la prima volta. Ci sono tante quercie e ginepri, nel mezzo qualche radura con le felci dell'appenino centrale. Penso a quando la gente ci andava a piedi. Una salita mostruosa e anche oggi se non hai un ottimo fuoristrada ti tocca faticare. Mi piacerebbe salirci con te. Ci sono molti garofani selvatici, dovresti annusarne il profumo! Ah l'olfatto è un senso meraviglioso. Pensa che pesci e lombrichi non ce l'hanno: già ma che cazzo se ne fanno sott'acqua e sotto terra?!
Ci immagino avvinghiati mentre ci rotoliamo nelle radure con le spine che entrano nel culo. Questo è amore.
Anche qui ha combattuto nonno, per me, per te, per l'umanità.
Ricordarmi che dobbiamo fare un'escursione prima ch'io diventi come gli altri.

Ho visto un film, si intitola Una casa alla fine del mondo. E ho ripensato a quello che ci siamo detti venerdì mentre fumavi e t'incazzavi e la gente si girava curiosa e sbigottita. C'è una bella scena in cui i due amici si fanno una sega a vicenda. L'ho trovata stupenda, una delle più belle nella storia del cinema. La Rai ha censurato Brockback Mountain per molto meno (la Rai quella che è di tutti di più). Invece una rete privata ha trasmesso questo film con scene di sesso tra maschi ma ovviamente dopo la mezzanotte. Prima non si può, se no bambini e vecchiette si scandalizzano: meglio le tette di silicone e gli insulti di Sgarbi.
Hai ragione mia partigiana, i Bonobo non si pongono certi stupidi problemi.

8 commenti:

  1. bellissimo quel film... l'ho rivisto ieri sera forse per la duecentesima volta...

    RispondiElimina
  2. chi è che si girava? non c'ho fatto caso. :)
    si si andiamo... ma le spine nel culo nooooooo! basta!

    RispondiElimina
  3. Beh per esempio quelli del bar...
    io ci faccio caso per una questione di competizione interspecifica

    RispondiElimina
  4. perchè il farsi una sega a vicenda fa di quel film un capolavoro? mah! de gustibus....

    RispondiElimina
  5. Ha ragione Dea, tutto bello tranne le spine nel culo. Hai fatto l'antitetanica!?!?!

    RispondiElimina
  6. @enio: non ho detto che quella scena trasforma il film in un capolavoro (per altro non l'ho visto tutto). Tuttavia è bella perchè son due ragazzini che si guardano e fanno tutto solo le coperte, poi ansimano e infine si tengono per mano. Una scena di amore che mi ha commosso nell'epoca del cinema per palestrati

    RispondiElimina
  7. Seta... io produco l'antidoto. :D

    RispondiElimina
  8. io, alla loro età, mi limitavo alle gare di chi piscia più lontano...

    RispondiElimina