sabato 13 agosto 2011

Naufrago

Quei giorni in cui sei con le budella attorcigliate tant'è lo schifo che ti suscitano alcuni comportamenti di persone da cui non dovresti aspettare qualcosa di increscioso e invece accade. Ecco, pure oggi è uno di quei giorni. Maledico l'istituzione cattolica della famiglia che non è altro che un covo di rancori e stupide rivalità. Sono nato in un contesto sociale che mi fa vomitare. Mi sento represso, io non scarico la rabbia salvo che con la corsa. Stamattina l'aria era più pesante, nuotavo cercando l'equilibrio sullo sterrato. Annaspavo. Poi mi sono sciolto: merito tuo. Ascoltarti è delizioso.

La tua voce è il mio vaccino.
La tua voce è il mio antidoto.
La tua voce è il mio scudo.
La tua voce è la melodia che ascolto con più piacere, con più trasporto.
Il miglior calmante.
Il miglior stimolante.
La tua voce è la mia salvezza.


4 commenti:

  1. Per me è TANTO.
    Poi sai come si dice, chi si accontenta gode!
    Grazie del commento

    RispondiElimina
  2. per molti correre è volare, se poi ci metti anche l'ingrediente speciale!

    RispondiElimina
  3. Inneres Auge, grazie al cazzo. :D
    le grazie le fa la madonna, eppur mi conosci. uffaaaaaaaaaaa!

    RispondiElimina