venerdì 30 settembre 2011

Cambio pelle

Questo mese finisce per me con tanti post. Sono più prolifico, sto ritrovando l'ispirazione. A dire il vero il periodo tra fine settembre e la prima metà di ottobre è sempre stato tra i miei preferiti. Ho scritto la maggior parte delle poesie in questo periodo. Settembre, lo sapete è il mio mese. Mi spiace constatare che sia pure di Bossi, Berlu e Bersani ma devo farmene una ragione. Ottobre mi piace per i colori dell'autunno che entra nel suo splendore. Perché anche questa stagione risplende. Sono tra quelli che credono che ogni stagione abbia elementi meravigliosi e altri poco gradevoli... però l'autunno lo trovo molto romantico, malinconico. Pochi giorni fa dopo 3 mesi è ricomiciato a piovere e ora è spuntata l'erba. Il piano terra vive una piccola primavera mentre le foglie di molti alberi sono gialle, rosse o grigie: è un contrasto magnifico. Adoro l'aria di questi giorni (a qualcosa serve abitare in un paese del cavolo circondato dalla campagna e dal bosco).

Nella mia vita penso di essermi innamorato tre volte. Ebbene, le prime due sono di ottobre. Mi è successo 5 anni fa e l'anno scorso. Il bello è che di quelle esperienze ricordo il giorno preciso in cui è accaduto: quando mi sono reso conto fisicamente di essere innamorato. Con te invece è tutto diverso; a parte il periodo dell'anno ma proprio il fatto che non c'è stato un giorno in cui io possa dire che abbia sentito le farfalle allo stomaco o altri sintomi tipici della malattia. No. Le prime due volte è stato un "innamoramento istantaneo" mentre quest'ultimo è "stagionato". Quando al telefono ti dichiarasti io rimasi senza parole, sbigottito, lusingato. Però non al punto di amarti o almeno di rendermene conto; è successo giorno dopo giorno, tassello dopo tassello. Sai, a proposito di autunno, ci sono piante che crescono rapidamente così come rapidamente muoiono (un po' come le mie prime due sbandate). Altre piante, tipo la quercia, crescono lentamente ma vivono a lungo e hanno tante belle stagioni. Mi auguro che il sentimento che provo per te sia così.

Ora veniamo al momento frivolo: le chiavi di ricerca dell'ultimo mese.
coito ergo sum - ma va?
strafiga - gira la patonza
kazakistan ragazze - eh presumo che esistano ma non ne conosco
pompino - mi manca da due mesi
marika fruscio vagina - chissà come mai non compare la parola "cervello" accanto ai nomi di donne
pene piccolo - un cruccio per molti ma c'è da dire che si infila dappertutto (un po' come la Smart per le auto). Metti che devi aprire una porta e ti sei scordato la chiave!
foto di donne - sempre
immagini di donne - sempre
simone simons hot -  oggi una bambina l'ha vista sullo sfondo del mio cellulare e mi ha detto "questa è la tua fidanzata"
tettone grandi - non si scrive così, ignoranti!



3 commenti:

  1. E si, alcuni amori nascono e finiscono come il lampo , che non si fa in tempo a dir lampeggia, per citare il grande Will.
    Settembre in passato per me rappresentava la rinascita, il ritorno alla vita, il vero capodanno. Ma questo settembre mi ha lasciato l'amaro in bocca, sono in attesa, o no , non incinta! In attesa di qualcosa, sospesa...non mi piacciono i periodi di transizione, non vedo l'ora che passi la mezzanotte.

    RispondiElimina
  2. Beh i primi due devo dire che so durati abbastanza. Il primo anche dopo che ero stato mollato, il secondo senza essere corrisposto.

    Settembre come ritorno alla vita... niente male. Anche io sono in attesa solo che giorno dopo giorno mi accorgo di quanto sia difficile restare quatti quatti quando c'hai la tempesta del secolo dentro di te

    RispondiElimina
  3. Eppure le alternativa sono poche o si aspetta che la tempesta passi, ci si arrocca nel frattempo e si rimane in attesa, in silenzio ad ascoltare il temporale, oppure si mollano gli ormeggi e si va via, verso altri lidi, verso un 'tempo' migliore.

    RispondiElimina