sabato 8 ottobre 2011

Cosa Vostra

 Devo dire che quando mi vengono certe idee mi faccio i complimenti da solo. Questo è il primo post firmato da me che non ho scritto io. Tutta Opera Vostra. Sono andato a spulciare nei blog che seguo di più, quelli che leggo e apprezzo, quelli da cui vorrei pubblicità e un giardino incantato pieno di vergini suicide. Ringraziamenti in ordine sparso (perché quello vero sta a Voi indovinarlo): Setarossa, magneTICO, Bad Hands, White Rose, Sassicaia Molotov, Sogno, Dea, petrolio-muso, Kamala, DanX, Ernest, Venerdì Sushi, Cunny Lover, MInerva Jones, Xtc. Ora va detto che ho preso e incollato dai blog che seguo con più affetto e alcuni sinceramente ci sono arrivato per associazione di idee. Però se l'esperimento risulterà gradito in futuro potrei provarci con altri blog.

L'ho fatto anche per vedere com'è lo stato della vostra memoria, perché non tutti i pezzi di post sono recenti (alcuni vecchi di mesi). C'è chi ho citato poco ma semplicemente per comodità, per vedere come si incastrava quel pezzo nel contesto generale. A me sembra che a volte il nesso ci sia, altre volte invece si nota che non c'entra un cazzo un paragrafo con un altro. Buona lettura, il post fatto da Voi a Vostra insaputa!


Arrivano coi macchinoni, quelle monovolume orrende del cazzo, loro col loro caro figlioletto (4 metri di plastica per fare 200 metri), che, forse avrebbe tutto il piacere di farsi una camminata e rovinare quelle scarpe da 70/ 80 euro acquistate per camminare non certo per esser solo guardate (mi sa che è così, sarà che mio figlio distrugge un par di scarpe al mese e ci CAMMINA PURE SOTTO LA PIOGGIA).
Parlavamo di gesti di un certo peso. E siamo non ad una qualche azione violenta che so, un assalto alla Questura (pare che il brand sia tuttora detenuto dai tifosi daa Lazzio) ma di una autocensura da parte di anonimi e ad una battuta di un industriale... come se venire a vedere i nostri blog fosse cosa sporca, un affare da lasciare ai più perversi perché loro son persone serie e non perdon tempo con queste cose. E ovviamente anche le donne si sono unite al coro
E i morti bruciati vivi della Thyssen Krupp di Torino, o quelli della strage di Viareggio (treni)? Non erano forse persone che vivevano nel moderno Nord dove tutto dovrebbe essere sicuro e sotto controllo?


 Comunque l'ha fatta così tragica, che mi ci ha fatto credere anche se il dubbio che fosse tutta una messa in scena non mi ha abbandonato neanche un secondo.
Quando ho cominciato a sbirciare sui siti bdsm, credevo molto al concetto di appartenenza come amore assoluto, protezione, salvezza, ad uno per sempre, all'anima gemella, ecc ecc. Poi si cresce, o comunque si prende consapevolezza di quello che si è, che si è capaci a dare, e che si vuol ricevere. E allora che si fa? Si fa un bel sorriso e di fronte a certe cose, si continua a pensare che siano tanto belle, ma che nella chiave della favoletta di Cenerentola, non fanno per me.
Quello che dovremmo tenere presente noi pudichi che a volte ci sentiamo inadeguati perchè siamo circondati da persone che sono, o dicono di essere, molto più disinibite, erotiche, passionali o porno di noi, è che noi siamo noi.
Essere noi stessi sempre, senza fingere o senza cercare di imitare gli altri perchè risulteremmo patetici.

La gente sale sugli autobus e rimane in tensione perchè aspetta l'arrivo del giudice per passare la prova del nuovo reality... "Chi sopravvive al servizio pubblico?"... attendendo la voce fuori campi dire "stop alle telefonate!".
E boh… mi sono venuti dei seri dubbi. Delle perplessità che non riesco a dipanare. Perché non sono proprio sicuro che la cosa abbia un cazzo di senso. Che non sia del tutto vana. E la prova di ciò potrebbero essere proprio le nutrite testimonianze di vicinanza e solidarietà di papi, presidenti, primi ministri e coglionazzi vari.
Per chi fosse curioso di sapere come sia andata a finire la storia di Ruskin, la moglie chiese l'annullamento del matrimonio, nonostante avesse l'onere di dimostrare, attraverso imbarazzante esame medico, di essere ancora vergine. Allo stesso modo, se esistono sì istruzioni per relegare immediatamente nell'oblio il passato e il dolore che ci ha arrecato una relazione ormai conclusa, non vi sono sistemi efficaci per aiutarci ad attraversare tale lutto nel momento in cui ci troviamo di fronte oggetti che ancora la testimoniano: regali raccolti con cura, sorrisi impressi in fotografie.


La paura che ti blocca, la paura che vuole essere ripetuta, la paura di quell'orizzonte verticale che ti fa girare il sangue e che per fortuna ti fa pensare al contesto del luogo, dove trovarsi in tardo pomeriggio lassù a sentire il forte splendido vento che ti fa attraversare il corpo da umide e fredde nuvole.. in quel grigio che quando si apre ti fa capire quanto sei nullità..
Fiducia e paura. Senso di vuoto e ritmo. Passo, passettino, giravolta. Viaggio. Partenza e ritorno. Rincorro la tua immagine, ti vedo ancora. T'ho perso. Riflessi sul pelo dell'acqua. Risacca che cancella tutto. A piedi nudi prendo un po' di colore proprio sotto il tallone. Verde intenso. Con l'alluce pesco una piccola quantità di grigio chiaro. Ci vuole il blu oltremare. Non ne ho. Finirò per miscelarne altri due...
lo sto facendo solo per dimostrare che chi sta al Governo non ha la minima idea di quello che sta facendo, che la maggioranza è in agonia e si sta agitando inutilmente come fanno i gatti che si rotolano a terra vorticosamente dopo che una macchina gli ha appena spezzato la spina dorsale...
ma non voglio perder tempo in queste banalità! uno si mette d'impegno: impiega tutto il suo ingegno e buona parte del suo tempo a cercare qualcosa di accattivante, poi ci costruisce intorno un bel castello, ci perde il cervello, studia ogni mossa del nemico... cioè vostra! legge le previsioni di brutto tempo, cade in depressione, sale lo spread... scende lo spritz... ecc.

11 commenti:

  1. E' una bella idea, i complimenti te li faccio anche io.
    Avevo pensato di fare un qualcosa di simile, sul mio vecchio blog, ma anzichè assemblare pezzi di post avrei voluto fare un nuovo post con i commenti ricevuti.
    Nei prossimi giorni, metterò in pratica una cosa un po' diversa, credo che sarà un flop di partecipazioni però provo lo stesso.
    Grazie per aver inserito anche me, nel mio caso, individuare il mio pezzetto è VINCERE FACILE dato che sono alquanto recenti i miei post..

    RispondiElimina
  2. quel pezzo è piaiuto pure a X, incredibile quanto vero.
    non ci capisco nulla, ma bella pazienza, io non riesco manco ad assemblarei miei di post.

    RispondiElimina
  3. E' carina come cosa, a volte stridono un po', ma in alcuni punti un collage ottimale.

    RispondiElimina
  4. Bella idea! Molto carina, io non sono riuscita ad indivinare 'na cippa! Posso rubare?

    RispondiElimina
  5. Ok scherzavo il primo è di Dea ed il seocndo di White Rose, ma mi pare ci siano meno pezzirispetto ai nomi che hai citato..

    RispondiElimina
  6. cut-up blogsferico.

    Vederlo prima di morì è sempre una soddisfazione :-)

    Continua, eh.

    RispondiElimina
  7. Dea: da te ho davvero l'imbarazzo della scelta

    sassicaia: grazie per l'incitamento

    Marina: ruba pure però poi mi paghi! Sul primo hai indovinato

    RispondiElimina
  8. Perchè il secondo no? Non è quello che comincia con " Comunque l'ha fatta così tragica..."???

    RispondiElimina
  9. Qui casca l'asino! Dove ci sono gli spazi non vuol dire necessariamente che inizi un pezzo che sia TUTTO di un solo blog. In un certo senso hai indovinato, però non è il secondo nell'ordine esatto: capito mi hai?

    Ps ho dimenticato proprio il tuo blog, devo farmi perdonare prima o poi.

    RispondiElimina
  10. AAAAAAAH, ecco dov'è il trucco! Infatti mi pareva che ci fossero più nomi che pezzi, ok!
    Don't worry per il mio, però se lo fai non prendere una ricetta se no è troppo facile!

    RispondiElimina
  11. non c'ho capito tanto ma mi son ritrovata. Grazie per aver pensato anche a me...Wuberino ahahaha

    RispondiElimina