giovedì 13 ottobre 2011

Ermetico. Il filosofo dell'utopìa



Informazione di servizio: il post non ha lo scopo di farvi ridere e non troverete domande. Per cui se non ve la sentite di continuare, premete la X.

Due anni fa ho fatto una scelta. Oggi so di aver sbagliato e non potendo tornare indietro devo guardare avanti. Con il bicchiere mezzo pieno. Negli ultimi anni ho iniziato a fare i conti con la vita da adulto perché se prima dei 18 lo ero solo dal punto di vista comportamentale, dopo lo sono diventato anche dal punto di vista anagrafico. Mi assumo, come sempre fatto, tutte le responsabilità. Solo che ora sono molto grandi e vanno affrontate con cautela. Istinto poco, lungimiranza tanta. Eppure una scelta lungimirante non ha pagato. Non avevo preso quella strada solo per convincimento personale ma questa è un'altra storia.

Con il passarei dei giorni, delle settimane, dei mesi mi sono reso conto che non potevo più continuare a sbattere contro il muro. Ho visto che ero davanti a un bivio e quando capita ci sono due possibilità; stare fermi a riflettere oppure scegliere una strada. Ho riflettuto abbastanza e oggi ho preso una decisione importante che avevo maturato da tempo. Mi sento meglio.



3 commenti:

  1. C'è sempre una scelta, questo è il problema..finchè non la si compie non c'è pace...

    Ho passato la vita a fare scelte sensate, ad essere quella che tutti si aspettavano che fossi, e a forza di essere così ho dimenticato quello che mi rende felice.

    RispondiElimina
  2. macchè si sopravvive sempre a tutto. Gli scarafaggi sopravvivono all'atomica...Pensa te!!

    RispondiElimina
  3. gli scarafaggi infatti sono più forti di noi

    RispondiElimina