martedì 13 marzo 2012

Metti una bionda in sella: è indispensabile per presentare una moto

Ieri la tv era accesa su italia unoooooooo. Presentazione di una moto che gareggerà sia nella Moto gp che nella Moto 2 (una volta si chiamavano 500cc e 250cc). I piloti sono i celeberrimi Danilo Petrucci e Simone Corsi. Una moto tutta italiana, motore Aprilia e sponsor CAME. Si parla dei particolari tecnici, leggo ora che il progetto costa 3,3 milioncini di euro e che sarà mai! L'hanno chiamata ioda racing. A me ioda ricorda il maestro piccolo e verde del "capito mi hai" solo che quello è Yoda, vabbuò...

Si parla dei piloti, del presidente, del finanziatore e tutto avviene nel Casinò di Venezia: hai capito, di solito le presentano nel garage dell'azienda. Se non che alla presentazione c'è anche un altro essere umano in tuta da motociclista ma porta i tacchi.

 

Mi soffermo a guardare le curve... e penso a quando ero piccolo e una donna correva nella 250. Una tedesca, bella ragazza ma non molto brava almeno questo è ciò che penso dato che non ricordo il nome. Eh si perché i motori sono strani, fanno le corse per soli uomini e possono partecipare talvolta anche le pulzelle ma non esistono campionati femminili. Misoginia a due-quattro-ecc ruote. Nelle auto, in un campionato americano, la NASCAR (quella famosa per gli incidenti sugli ovali) da qualche anno corre una donna veramente tosta: Danica Patrick.


Questa qui ha vinto perfino le mille miglia di Indianapolis, una delle corse più stupide (lo dico per i soldi che si sprecano) e pericolose nonché prestigiose del mondo. Ha fregato tutti i maschietti,che magari pensavano a tenere una mano nei pantaloni anziché sul cambio. Ma per la ragazza della prima foto, ho fatto ricerche e niente, non i dicono chi è. Non è una pilotessa. Probabilmente non è la capatecnica. 
Vecchi ricordi  riaffiorano, ragazze ombrello ormai siete superate. I magnaccia hanno portato la gnocca direttamente in sella: siamo a cavallo!

4 commenti:

  1. ho sempre trovato Danica una bella gnocca.

    ricordo anni fa una gara in Brasile nella quale partecipava il vecchio Nelson Piquet ormai ritirato...la sua ombrellina indossava solo il cappellino dello sponsor...ma Nelson era avanti :-)

    RispondiElimina
  2. Per The Cunnilinguist
    Credo che in realtà Piquet presenziasse la gara del figlio. L'episodio dell'ombrellina senza niente tranne il cappellino serviva infatti ad attirare l'attenzione su quella frana del figlio di Nelson.

    RispondiElimina
  3. no no... le pit girls non si battono... non passeranno di moda.. mai!! che cazzo!

    RispondiElimina
  4. Uomo donna...????? In sella alla vita ci deve stare solo chi vale ...se ancora qualcuno c'è!

    RispondiElimina