mercoledì 7 marzo 2012

Nasce il Movimento 5 Stalle


Possono aderire al Movimento: chi va a piedi da casa al luogo di lavoro, da casa a chiesa, da casa a casa dell'amante. Chi usa per spostarsi la bicicletta, l'aliante, i pattini, il monopattino, la biga, il risciò o comunque un mezzo non a motore. Chi fa l'orto, chi anche se abita in una schifosa metropoli tiene dei fiori ben curati in un vaso all'aperto. I vegetariani e i vegani*, purché non scassino la minchia agli altri iscritti su quant'è bello mangiare l'erba del vicino. I coltivatori diretti e indiretti. Chi fa sesso all'aria aperta.

Proposte concrete per migliorare la nostra vita: fare all'amore su giacigli di paglia previa controllo di eventuali presenze insettivore o per le classiche fratte. Mangiare solo prodotti vegetali e derivati dagli animali di allevamento. Se proprio dobbiamo ammazzarli, facciamolo con le nostre mani e i nostri denti invece di usare pistole, coltelli, pinze ecc. Abbiate il coraggio di guardare l' agnello del vicino negli occhi prima di strozzarlo. Il Movimento propone di sfruttare l'energia derivante dalle biomasse compreso il letame: eh già cari, la merda ci dà energia ma vi sconsiglio di conservarla in sacchetti cuki gelo più.
Incentivi alla coltivazione della vite e soprattutto premi a chi vende vino senza bisolfito e birra degna di esser chiamata tale. Al posto della carta d'identità sarà istituito il pollice verde.

Le riunioni e assemblee del Movimento si terranno nei parchi cittadini, nelle aiuole, nei boschi, nella giungla, nella tundra, nella savana, nel deserto del Gobi, in Groenlandia. Chi viene beccato a buttare qualsiasi cosa per terra, subirà l'amputazione dell'arto mediante l'uso di un'ascia. Per sterilizzare gli animali domestici ci sarà bisogno che questi ultimi firmino una liberatoria; non sta bene che si prendano iniziative senza sentire prima il parere dei diretti interessati (poi vi lamentate del TAV eh?).  Chi per insultare usa il nome di un animale verrà punito con: un calcio se l'animale in questione è munito di zoccoli. un morso se è un roditore o un canide, un graffio se è un gatto.

Il Movimento non è un partito perché non è di parte ma si muove. Siamo contro i sedentari e i ciccioni (ameno che non donino il 20% del proprio peso alla ricerca). Siamo contro le bulimiche.

 

Stiamo preparando dei preservativi fatti con budella di  di vitello: sono pratici perché potete usarli varie volte, fino a quando la vostra partner muggirà. I lavori pesanti saranno compito dei banchieri, politici, presidenti di consigli d'amministrazione e tutta la marmaglia che ci ha ridotti in maniche di mutande: del resto spalare merda è mestiere che gli si confà. 

*se appartieni a una di queste categorie ma vai in giro con il SUV pure se devi andà a trovare il vicino di casa, devi morire!:

6 commenti:

  1. Accidenti! Potevo quasi candidarmi per farne parte, fino al non offendere gli animali potevo, ero messa bene.. Poi hai messo la clausola sui ciccioni e anche se non sono sedentaria non ci rientro più. Che peccato! Magari l'anno prossimo..

    RispondiElimina
  2. cazzo inneres... le intenzioni sono ottime però mi mancano un sacco di requisiti.... tu mi escludi!!!

    RispondiElimina
  3. Inneres, una Stalla non può essere un, o in, movimento. Una stalla è in stallo per definizione. Una stalla sta llà.
    Non sta un pò lì e un pò là.
    Il tuo movimento è un ossimoro. Sicchè non mi iscrivo.
    Ma siccome è un ossimoro, mi iscrivo!

    Viva Atom Earth Mother.
    Viva andare dall'amante a piedi ( fischiettando ).

    Yang

    RispondiElimina
  4. Se è lecito cagare all'aperto, aderisco!

    RispondiElimina
  5. Conte: è più che lecito, è un dovere

    Ernest: il fatto preoccupante è proprio che potrei vincere, poi fuggirei con il bottino

    RispondiElimina