sabato 31 marzo 2012

Question time: la domanda del secolo

Se preferite, la domanda da un milione di dollari euro. Mi ricordo un giorno dell'anno passato in cui una donna mi disse "ti amo ma non sono innamorata di te" e io non capii. Era così strana quella frase, io non facevo distinzioni. Amo ergo sono innamorato. Invece  a distanza di qualche mese sono convinto del fatto che lei avesse colpito nel centro del sistema. Ho capito che io sono innamorato di una donna e che probabilmente prima non ero mai stato veramente innamorato, avevo soltanto amato. Certo, nella mia giovane carriera di amante tutto ciò non può fare statistica e del resto non me ne fotte di essere un numeretto in una curva. Essere innamorati secondo me è totalmente diverso da amare.



Voi cosa pensate a riguardo? C'è differenza oppure stiamo parlando della stessa cosa? Da cosa capite se siete innamorati e come lo distinguete dal "semplice" amore?

21 commenti:

  1. Per questo io, "ti amo" l'ho detto pochissime volte in vita mia. E' una frase che non dice nulla, secondo me.
    Viversi, quello è importante.

    RispondiElimina
  2. Un tempo lontano, che tu giovine amante non puoi ricordare, c'era la frase tipica dell'innamorato, che arrivava puntuale dopo estenuanti limonate e brancicamenti vari ovunque fosse possibile insinuare i tentacoli: "dammi la prova del tuo amore". Che poi era un piccolo grande segnale che l'amore era maturo per essere colto.
    Era il do ut des dell'amore più profondo e "sincero".
    Il più delle volte era la fine di questo amore, "prima" promesso come eterno.
    Era l'innamoramento illimitato provvisorio.
    Quello "finché morte non ci separi" era una barzelletta, o, fosse oggi, un pesce d'aprile.
    Ciao, buona domenica.

    RispondiElimina
  3. "ti amo ma non sono innamorata di te"

    Provo a tradurre: "Mi fai sentire qualcosa qui (e si indica il petto), ma non me la fai sentire qui (e si indica il pube)"

    Si puo' amare, ma non per questo "desiderare". Desiderare si puo' anche senza amare.

    Voi uomini dovreste comprenderci e perdonarci per questa piccola cosa. In fondo, per voi che pensate in termini di linguaggio binario (0 - 1, strafiga - cessa, corpo - mente, sesso - amore) non dovrebbe essere difficile da accettare.

    Ce lo avete insegnato voi. E noi vi abbiamo seguito, insegnandovi a nostra volta quello che poi descrivi con: "io non facevo distinzioni. Amo ergo sono innamorato".

    Come ci si trova nei panni dell'altro, anzi dell'altra, Inneres? Sono strani tempi, questi, in cui molte cose si confondono e si mischiano, e dove i ruoli fra i generi sono cosi' confusi.

    E' un bene? E' un male? Chi puo' saperlo? Fatto sta che noi donne assumiamo sempre di piu' aspetti che fino a 50 anni fa erano propiamente dei maschi e viceversa. Questo e' un fatto.

    RispondiElimina
  4. gattonero: finché morte non ci separi mi sembra una condanna all'ergastolo

    Chiara di Notte: come ho detto già a una persona prima di te, non usare il "voi uomini" qui. Non mi piace quando si generalizza e inoltre io non penso in termini di linguaggio binario! Per te, mi pare di capire, essere innamorati vuol dire desiderare. Giusto?

    Ps benvenuta nel blog

    RispondiElimina
  5. come ho detto già a una persona prima di te, non usare il "voi uomini" qui

    Oh...
    Chiedo venia. :-)
    Allora sostituisci "voi uomini" con Inneres Auge e "noi donne" con "Chiara di Notte". Ok? :-)

    Per te, mi pare di capire, essere innamorati vuol dire desiderare. Giusto?

    Si'. Qui... (e si tocca la testa) e qui (e si tocca il pube). :-)

    RispondiElimina
  6. Io ho vissuto molte infatuazioni, mi sono innamorata più volte ma ho amato solo una persona. Da questo capirai cosa intendo per amare e per come lo intendo io, quella frase non ha senso. E avevo già letto il post ma non avevo commentato a caldo perchè innervosita. Anni fa me ne hanno detta una molto simile, con lo stesso senso.. ma era solo una trovata originale per chiudere. Ammetto che la trovai originale.. O_O Spero che nel tuo caso non fosse una bassezza del genere, come nel mio. (e comunque sono fatti tuoi). Ciao :-)

    RispondiElimina
  7. Sono portata a credere che l'Amore sia uno stato euforico, sempre passeggero, che ha mille sfumature del tutto soggettive, e diverse addirittura per ogni individuo con il variare delle sue esperienze. Per cui è difficile ritrovarci tutti nella stessa definizione. La parola Amore è per me un contenitore, e penso che ognuno ci metta dentro di volta in volta quello che vuole, a seconda delle situazioni.
    Però è anche vero che coloro che provano questo stato particolare non hanno molto bisogno di analizzarlo. Magari è una cosa che si fa dopo. In questo senso mi viene da pensare che fare considerazioni sull'Amore implichi che l'euforia sia già passata.
    Buona giornata

    RispondiElimina
  8. Xtc: certo, è difficilissimo definire quello che è un sentimento così "vasto" e pieno di sfumature; il mio intento infatti era solo quello di capire cosa ne pensate voi uomini e donne della strada!

    Ps l'euforia è passata nel senso che la persona che amo è distante (in tutti i sensi) ma non ha niente a che fare con l'idea di questo post

    RispondiElimina
  9. Io credo che l'innamoramento sia un'emozione; l'amare è un sentimento.

    Le emozioni sono irruente, forti e spesso incontrollabili: bruciano un'enorme quantità di energia e sono destinate a finire.

    Spesso si esauriscono e svaniscono. A volte trovano un equilibrio e diventano sentimento, amore.

    (sembrerà una frase da baci perugina, ma credo sia così...)

    RispondiElimina
  10. Sull'argomento sono parecchio confusa, anche se credo che poche volte ho davvero amato nella mia vita (forse una o due?!)... cmq si può amare anche un genitore, un animale, un'amica... ma si può essere innamorati solo di un compagno con cui si scambia mente e corpo. Credo.

    RispondiElimina
  11. Sì, ma poi in definitiva, cosa cambia? l'importante è che ci sia del buon sesso, perchè oggi la donna si vive la sua sessualità e se comincia con questo tipo di frasi vuol dire che se non te l'aveva già data, non ci pensa proprio.
    Insomma è un po' come il brutto quando doveva da sparà, lui prima sparava, poi forse, chiacchierava
    http://www.youtube.com/watch?v=sqqdPcz-IhQ

    RispondiElimina
  12. L'amore è spirituale.
    L'innamoramento è fisico.
    I cani amano il loro padrone e si innamorano delle cagnoline.
    Gli uomini odiano il loro padrone e amano i cagnolini.
    E' un gran casino.

    Il metano non c'è sempre. L'acido butirrico sì. Lo dice Wikipedia.

    RispondiElimina
  13. Lorenzo: mi pare che tu e Chiara siete sulla stessa lunghezza d'onda

    Ps alcuni uomini (vedi FEde) amano il padrone!

    RispondiElimina
  14. Quando ci perdiamo nelle definizioni, nelle distinzioni, nei protocolli ed etichette, .... abbiamo solo una gran paura di vivercela, quella tenace emozione che, al contrario, non ha regole e non ama generalizzazioni nè categorie.

    Ognuno ha la propria verità.
    Bello è, quando coincide, almeno, con quella del partner. Almeno nei giorni dispari. Ecco.

    ;-)

    Inny, leggi il libro linkato nel mio post odierno: son sicura che ti sia vicino, come argomento, già che parla d'amore e coppie.
    See you, brother.

    RispondiElimina
  15. Ti serve una Musa ispiratrice? qui se ne trovano parecchie, anche a costo zero..:-))

    RispondiElimina
  16. In questo momento mi serve una musa molto più truce...

    comunque secondo me il "ti amo" vuol dire molto, se pronunciato con moderazione

    RispondiElimina
  17. E io che ho sempre pensato fosse la stessa cosa....

    RispondiElimina
  18. per me sono la stessa cosa io sono innamorato di mia moglie perciò amo ! L'importante nell'amare e non dover dire : mi dispiace!

    RispondiElimina
  19. @enio: sbagli. Quando si commette un errore è giusto riconoscerlo e all'occorrenza esprimere il proprio dispiacere

    RispondiElimina
  20. ma chi è sta squilibrata? :D
    ti amo significa ti ho nel cuore, ti stimo, ti ammiro, ma non ti voglio necessariamente col cazzo.

    sono innamorata di te vuol dire mi piaci, mi attizzi, non me ne frega un cazzo di cosa hai nel cervello ma scopami. credo.

    smack Inneres di dea. :)

    RispondiElimina
  21. Dea: inizia con la EMME
    Il tuo ragionamento mi fa pensare a due anni fa, quando mi dichiarai a una mia compagna di corso accademico (se non erro tu iniziasti a leggermi all'epoca). Io impazzivo quando la vedevo, il cuore batteva a tamburo però... non immaginavo mai di farci l'amore.

    Bacio casto anche a te

    RispondiElimina