lunedì 23 aprile 2012

Inevitabile



Questa notte non riuscivo a prender sonno. La mia mente è andata a cercare degli accadimenti recenti, in particolare un'esperienza "da film". Ho pensato a quando incontri la persona che ami e sai che quella sarà l'ultima volta che ci sarà un contatto. Vedi la fine anche se non vorresti vederla. Sai che in quel tempo che passerai con lei dovrai concentrare tutto: le speranze, le certezze, le paure. Il tempo ti sembra scorrere inesorabilmente più lento ma non è così: siete tu e lei a renderlo tale. Vivi tutto in una giornata. Tutto quello che faresti in una vita insieme a lei; noti i particolari più fini e le sbavature più grandi. Tutto è amplificato, i tuoi sensi sono al massimo, la percezione delle cose è eccezionale. Sono ore, giorni, minuti che ti segneranno  a prescindere da ciò che accadrà dopo. Quando si avvicina il momento dell'addio il tuo cuore si ribella e ti dice che devi fare qualcosa per cambiare lo stato delle cose. Non lo farai, perché le decisioni altrui vanno rispettate quando non ledono la dignità. Devi ingoiare l'insoddisfazione per il pensiero di una vita senza quella persona. La tua vita è domani, dopodomani e così via. Le lacrime saranno piene di ricordi, saranno pesanti come sassi. Eppure in quel periodo breve ma nel tuo spirito infinito, ti rendi conto che puoi essere orgoglioso. Vorresti che davvero il tempo facesse un'eccezione ma allora sarebbe un sogno. Tu sei nel reale, lo stai provando, lo stai vivendo. La vera libertà è nell'amare senza condizioni. Non farai obiezioni. Non farai domande superflue. Non farai suppliche. Lascerai che la vita faccia il suo corso; certo lei ti mancherà fisicamente ma una magia dell'esistenza, uno scherzo della natura, te la farà sentire comunque molto vicina. Sempre. Quei momenti anche se potessi resettare il cervello, resterebbero lo stesso come una sorta di memoria fissa forse per farti capire chi sei veramente.



2 commenti:

  1. meglio sentirla comunque molto vicina che avercela, perchè tanto già sai che non sarebbe durata, la fiamma si sarebbe spenta prima o poi e lei non l'avrebbe capito, no, non l'avrebbe.
    lei capisce solo ciò che le aggrada

    RispondiElimina