domenica 2 dicembre 2012

De gustibus no est sputazzendam


Mi rendo conto con il passare del tempo di quanto sia difficile per alcune persone capire che non tutti sono disposti a mettere da parte i propri ideali, le proprie convinzioni, la propria etica per una scopata. Tira più un pel di fica in salita che un carretto trainato da buoi in discesa. Sarà così forse per la massa di idioti dalla quale cerco di stare orgogliosamente alla larga. Dice "eh ma sei maschio... i maschi ragionano con il cazzo". Si vede che il mio cazzo ha studiato, s'è laureato alla SORBONA.
Io potrei fare sesso con una iscritta al Ku Klux Klan ma sarebbe come mangiare la pasta al sugo quando hai la rinite. Non sentirei nulla di paragonabile al piacere. E per la miseria, se io conosco una persona che è razzista (per esempio) e che sopporto a fatica oppure una persona che mi sta antipatica anche se non ho motivi particolari per starne lontano, farci sesso è l'ultima cosa a cui penso. Anche se fosse una topa micidiale. Non mi eccitano le persone così, c'è poco da fare.
Perché lo scrivo? Ieri ho letto un post o meglio, confesso di aver letto solo il titolo e l'introduzione (come appare in bacheca) Il primo organo sessuale è il cervello. Esatto. Non è detto, per altro, che sia una fortuna.

Mi hanno rotto le palle le persone che pensando di poter governare le sensazioni altrui solo perché hanno una fica (o un cazzo). Voi, care donne, ricordate che non sono solo i maschi a mettere da parte il cervello!


Certo, non è proprio il massimo come aspetto


10 commenti:

  1. Bello il tuo post e anche l'altro (quello del link).. assolutamente d'accordo con voi, e non dico altro perchè avete già detto tutto...
    :-)

    RispondiElimina
  2. ho commentato il post del link parlando di dimensioni... ovviamente del cervello :D

    RispondiElimina
  3. Io penso che tra una donna brutta ma geniale e una bella ma scema la maggior parte degli uomini non avrebbero alcun dubbio!! E neanche le donne nel caso inverso.
    Poi ti credo per carità.. ma la regola non sei tu.

    RispondiElimina
  4. Il proverbio dice "chi si accontenta gode".

    Se la saggezza popolare ha partorito questo concetto qualche ragione ci sarà.

    RispondiElimina
  5. E' vero, il pelo di fica tira, ma in salita; fosse in pianura, quello che intende tirare forse arriverebbe alla fin dell'avventura. Invece sovente il pelo si strappa, nel tempo quello che intende tirare s'ammoscia, ovvero quando arrivi in cima alla salita ti rendi conto che quello che ha tirato non è proprio un pelo di fica, ma una similfica.
    E ti attacchi al tram.
    L'immagine di quel cervello è inquietante, più che al pensare o meno invita a tirare lo sciacquone prima di uscire dalla saletta riservata.
    Ciao.

    RispondiElimina
  6. Purtroppo io non sono così nobile da anteporre l'animo all'aspetto fisico.

    RispondiElimina
  7. Noir: leggendo il tuo commento, di primo acchito ho creduto che tu parlassi con il pluralis maiestatis

    Kermit: sei un paraculo

    Sara: tu mi fai tornare sulla terra e a volte rimpiango di non essere scemo, oppure penso "stavolta farò lo scemo" ma non ci riesco.

    Estrella: tesoro, la tua saggezza mi spiazza sempre

    gattonero: sai che non ho capito un cavolo di quello che hai scritto?

    Setarossa: mi sa allora che ti dovrei incontrare per farti cambiare idea

    RispondiElimina
  8. Cavolo è vero... rileggendo fa' proprio quell'effetto.
    Non ti preoccupare non sono ossequiosa al punto di dare del "voi"; anche se i tuoi post mi piacciono molto ! ;-)

    RispondiElimina
  9. Hai proprio ragione! Io per esempio non l'ho dato a una perchè era troppo stupidina. Quella insisteva insisteva ma io ho resistito, ed è successo ormai circa 20 anni fa.
    Penso che in letto di morte sarò ancora lì a pentirmene ;-)
    Non sto scherzando, è vero quello che ti ho raccontato.

    RispondiElimina