Post

Visualizzazione dei post da 2013

l'involontaria comicità dei burocrati

Pochi giorni fa è arrivata una bolletta, che è al 50% TARSU del 2012 e al 50% acconto TARES del 2013. La tarsu sarebbe la vecchia tassa dei rifiuti solidi urbani: de che? La monnezza! Quella per cui lo stato italiano è stato condannato dall' unione europea (nelle bollette per anni e anni c'è stata messa un' IVA spropositata) a pagare una lauta somma poi convertita in sangue umano. Il governo di Mario Mountains ha abolito la tarsu e introdotto il tares. I criteri non li ho capiti. Doveva partire in estate ma il governo di paperoga letta ha rinviato, poi con un abile colpo di spugna il tares è stato eliminato. Al suo posto dal prossimo anno ci sarà la TRISE che, correggetemi se siete dipendenti comunali e/o se ci avete capito di più, comprenderà TARI e TASI. Lasciamo perdere il fatto che 'sti nomi mi ricordano i cartoni animati che guardavo da piccolo (chi ha visto Holly e Benji mi comprenderà!), resta il fatto che non si preannuncia nulla di divertente. Nella lettera ch…

Tanto oro quanto pesa

Pare che ieri l'altro da fabio strazio sia stato ospite un certo Maradona. Proprio el pibe de oro. Il più grande calciatore di tutti i tempi. Dopo Pelè? Prima di Messi? Lui l'ex tossico, che era quasi morto di overdose da cocaina pochi anni fa. Lui che da allenatore dell' Argentina è passato alla storia per aver perso 4 a 0 contro la Germania ai mondiali. Lui che deve al fisco italiano molti soldi. Lo dice equitalia. Difatti l'altra sera allo stadio olimpico, mentre assisteva a Roma - Napoli poteva pure essere arrestato! I finanzieri però non potevano scovarlo: non si notava con tutte quelle telecamere addosso!!! Fazio ha deciso di invitarlo in prima serata, così magari poteva essere individuato più facilmente. Invece niente. Se l'è scampata. E ha pure detto "io non sono un evasore": così... davanti a qualche milione di telespettatori, giusto per non farci mancare niente. Per altro ospite dopo fitto (un altro con una condanna alle spalle). Ma a maradona i…

Parole soltanto parole?

Immagine
Ci sono persone che pensano che le parole non siano molto importanti. Che i fatti contino di più, o che contino soltanto quelli. Per cui vale la regola che puoi dire quello che ti pare, tanto poi ti comporti in un modo che non c'entra nulla con ciò che dici e va bene lo stesso. Io non sono tra queste persone. Penso che le parole siano veramente importanti. E che a quest'ultime debbano seguire delle azioni che ne siano la logica conseguenza o, se preferite, la "messa in pratica". Perché è vero che ci sono situazioni in cui delle parole non vanno prese sul serio: quante volte vi sarà capitato di dire a qualcuno con cui eravate incazzati "ti ammazzo"? Non era di certo perché volevate ucciderlo. Nei momenti di rabbia può capitare di dire cose che non rispecchiano ciò che vogliamo fare. Come nei momenti in cui scherziamo. E sto parlando di quando si è sobri (per le parole dette sotto l'effetto di sbornie il discorso è diverso). Però fatte queste dovute eccez…

Lampedusa calling

Se ne parlerà ancora per un po'.  Diciamo giusto il tempo di far consumare due kg di fazzoletti all'italiano medio. Il quale si emoziona per molto meno. Poi i media torneranno a parlare delle solite minchiate. Non dovete stupirvi della commozione di napolitano. Badate bene che è lo stesso che ha firmato quel decreto.... che stabilisce una cosa talmente stupida da poter essere pensata solo da qualche mezza calzetta: il "clandestino" è un criminale. Di questo il popolo se ne accorge solo ora, eppure la legge è in vigore da 5 anni. Chissà quanti ne sono morti in cinque anni.
Non stupitevi della gara al cordoglio e della gara a chi la spara più grossa. Ormai c'è poco da stupirsi in questo sciagurato paese. Ci sarebbe da stupirsi invece, pensando al fatto che tante persone (perché prima di essere eritrei, somali, tunisini oppure extracomunitari sono soprattutto delle persone) vogliano ancora venire in Italia. Si dirà che molti di loro qui vorrebbero solo essere di pas…

Dei delitti e delle pene

I processi di perlusconi. Le condanne di perlusconi. Dal 1994 si parla solo di questo in Italia. E chi è tra le persone normali  a non essersi rotto le scatoline di tutto ciò?
Io non capisco tutta sta tiritera. Al catechismo ci hanno insegnato che chi è condannato con sentenza definitiva in qualsiasi paese del mondo, va in carcere. Non fa comizi. Non si chiude in una casa di due ettari a fare le passeggiate tutti i giorni. La verità sapete qual è? C'è molta gente che odia perlusconi o che era talmente ingenua da credere che sarebbe finito in carcere sul serio! La legge è uguale per tutti. Bel principio. Come quelli della carta costituzionale che, come è ormai conclamato, a livello pratico contano meno di un quattro a briscola. I ricconi in carcere non ci vanno. Possono rubare, uccidere, stuprare ma non ci vanno. Casomai si fanno due mesi in galera. Come fiorani quel banchiere amico della lega, ricucci quello dei "furbetti del quartierino", oppure tanzi che a lui il titol…

Gli sguardi inutili

Ieri sera sono stato molto vicino all'assistere a un incidente automobilistico in diretta. Stavo andando alla fermata dell' autobus a riprendere mio padre e, proprio pochi metri prima, c'era una macchina mezza accartocciata con un casino di gente assiepata lungo la strada. Tant'è che avevo pensato a un tamponamento a catena o qualcosa di simile. L' ambulanza è arrivata poco dopo e in quel momento ho visto una persona stesa sull'asfalto. Erano quasi le 23 quindi non si capiva molto bene. Quello che ho visto dopo però, mi ha sconcertato. L'auto è andata a finire contro il bordo in cemento di un' aiuola spartitraffico (che era tutto rotto) portandosi appresso pure un cartello stradale. Era pieno di sbirri e vigili del fuoco. Rottami ovunque. Fin qui nulla di strano. Starete pensando: ma che cazzo, questo ci racconta uno scenario che manco studio aperto...

Nella mezzora in cui sono rimasto lì, nel parcheggio di un hotel (per chi è passato da L'Aquila si…

Quesiti esistenziali

Quando ascolto una donna dire che le donne sono tutte zoccole, mi sento uno stupido. Uno che non ha capito niente. è che non afferro il motivo per il quale le donne debbano "farsi la guerra" tra loro. Perché semplificare anzi generalizzare su un argomento così vasto e pieno di sfumature? Perché, soprattutto, se poi si accusa il genere maschile di essere superficiale?
Io non ho mai sentito un uomo dire gli uomini sono tutti porci. O no?

La nomenclatura

è il giorno in cui una nidiata di pettirossi prende il volo per la prima volta. Uno dopo l'altro seguono la madre librandosi in aria. Rimane attardato il più piccolo. Ancora troppo impacciato. Cade giù dal nido e si ritrova nel sottobosco.  Chiama la madre insistentemente ma il suo cinguettio resta inascoltato. Così decide di incamminarsi tra gli arbusti. Dopo un po' incontra un grosso animale, si ferma e quello gli chiede "chi sei?" - "sono il pettirosso, e tu?". "Io sono il cane lupo" gli risponde, e lui sbalordito fa "eh no, o sei un cane o sei un lupo". "Mio padre era un cane e mia madre una lupa. Io sono il cane lupo". L'uccellino resta perplesso ma riprende il suo cammino. Passa un po' di tempo e, da un fiumiciattolo vede uscire la testa di un pesce. Quest' ultimo gli chiede "tu chi sei?" "Sono il pettirosso. E tu?" "Io sono la trota salmonata." "Eh no, tu non me la racconti …

post demenziale per una notizia demenziale

Immagine
I contratti prematrimoniali non sono una novità assoluta. Io sono almeno dieci anni che ne sento parlare. Roba tra gente che se lo può permettere. Però ci sono clausole e clausole. E alcune sono davvero curiose. L' anno scorso si è sposato Zuckerberg (che per comodità qui chiamerò Zuck) con una certa Priscilla Chan.


Nel contratto c'è una clausola voluta proprio dalla signora: sesso almeno una volta a settimana e cento minuti di "qualità" ogni sette giorni. Tralascio il discorso dei cento minuti di qualità; chissà che vuol dire... qualità del sesso? La signora pretende poco a mio avviso. Sesso almeno una volta alla settimana per una coppia giovane (lui 26 o 27 anni, lei credo uguale) è decisamente sotto il minimo sindacale!
Il messaggio che ha voluto lanciare a Zuck è questo: va bene pensare all' hardware ma ogni tanto concentrati anche sull' hard... e non quello di youjizz. Quindi tutti voi, perché so che il 99% sta su facebook, non lamentatevi se cambiano le…

Chi c'è davanti al monitor

Il fatto di essere nell'anonimato quasi totale, su siti come blogger, rende spontaneo credo in tutti noi la voglia di capire chi scrive. Com'è è fatto. Se magro, grasso, brutto, bello, alto, basso. C'è chi riese a capire com'è fatta fisicamente una persona, solo leggendo ciò che scrive. O ameno chi millanta di saperlo fare. Ma ci sono interrogativi più profondi che spesso sfuggono. Ad esempio, voi ci avete mai pensato se per caso tra i followers ci sia qualche disabile? La risposta è nella maggior parte dei casi: no. Si vogliono evitare certe cose. Dai siamo su internet, non conta il fisico contano solo le parole. Però io è da un po' di tempo che ci penso se tra i miei lettori (magari anche tra chi commenta più
 spesso) ci sia qualche disabile. Fino ad ora ne ho conosciuto solo uno che lo dichiarasse apertamente, tant'è vero che il suo blog era proprio dedicato alla lotta per i diritti dei disabili. Ma è probabile che ci sia qualcuno che, giustamente poiché agi…

Le parole che non sopporto: femminicidio

Ogni giorno. In ogni rotocalco, telegiornale, talk show. Di cosa si parla? Di quelli che qualcuno si ostina a chiamare delitti passionali. Il termine bello frizzante però, è un altro da un po' di tempo. Femminicidio. Che a me fa pensare a un DDT. Dice che si devono inasprire le pene per chi ammazza una donna in quanto ex. Ma gli esseri umani non dovrebbero essere tutti uguali? Qua rischiamo che facciano una legge che stabilisce: chi ammazza un omosessuale in quanto tale, sta in carcere di più di chi ammazza un povero cristiano qualunque. Creiamo delle categorie di cui neanche il potere giudiziario sa fare a meno. I problemi andrebbero risolti alla base.

Pare comunque che quella degli "stalker" sia un'emergenza moderna. Che la colpa è magari dei social network che creano maschi super cattivi. Io vorrei vedere qualche statistica riguardante, che ne so, il 1958. O il 1963. Perché oggi i dati sono preoccupanti. Solo per quanto riguarda gli omicidi. Ma un terzo delle donn…

Una persona unica

Succede anche questo. Succede che la vita di una persona che conosci come blogger si interrompa. Perché siamo persone pure noi. Troppo spesso non ci pensiamo ma dietro a un blog c'è una vita. Quella persona muore e lo vieni a sapere per caso, ed era veramente l'ultima cosa che potevi aspettarti. Non scriveva da più di un anno sul blog ma questo non vuol dir nulla. Son molte le persone che prendono delle pause o semplicemente si stufano. Non mi aveva risposto agli auguri di fine anno. Questo non vuol dir nulla. Può darsi che a una persona che sta dall'altra parte d' Italia, passi tutt'altro per la testa. Però mi mancavano le parole di Silvia, meglio conosciuta qui come Xtc. I suoi post sempre lunghi ma mai noiosi. Mi mancava la sua straordinaria creatività. Ricordo il periodo in cui aveva sette blog e non so come facesse a scrivere tutti i giorni, ma era ognuno una sorpresa. Credo con tutto il rispetto per tutti voi, di non aver mai conosciuto una persona con intell…

R.I.P.

Immagine
è morto il padre della patria, padre della costituzione, padrino (di battesimo? No proprio padrino). Un Kim Ji Sung in forma buona. 7 volte pres del cons: pare che porti iella. Varie volte ministro della giustizia, ministro degli interni ecc ecc ecc. Andava a messa tutte le domeniche. Tifoso romanista. Di lui si ricorderanno le battute buone per i tanti deficienti che stanno su facebook apposta per fare il copia-incolla. E anche per aumentare l'autostima dei conduttori di telegiornali e trasmissioni di cronaca nera - rosa in cui la politica ci sta sempre. Lo rimpiange Totò Riina. Non lo rimpiangono la famiglia Pecorelli e la famiglia Ambrosoli. Per la giustizia è stato simpatizzante di Cosa Nostra SpA fino al 1980, dopo ha cambiato simpatie. Molti pensavano che fosse immortale, pure io temevo che ciò potesse essere tutt'altro che una leggenda. Pochi giorni dopo l'elezione del presidente della repubblica, mi era venuto in mente un necrologio che non avevo ancora riportato n…

40 anni vergine?

Immagine
Ho una cugina. In realtà ne ho tre però in questo post parlerò di una sola. O meglio di quello che si dice su di lei. Quello che le mie zie dicono: è vergine. Ve la descrivo. Lavora da vent'anni per la stessa ditta, so che fa la disegnatrice o qualcosa del genere. è sottopagata ma come tante altre persone non deve abbandonare il lavoro che ha (non se la sente). Di certo è una creativa. Ci si può parlare di attualità e di politica, perché ragiona. Infatti io ci parlo come se fosse una mia coetanea. So che alle ultime politiche ha votato per il partito di Ingroia. Ma soprattutto: ha più di quarant'anni. Secondo le mie zie, e questo me l'ha detto mamma (pensate che intreccio), non ha mai scopato. Io so che ha avuto un solo fidanzato, quando abitava qui molti anni fa. è appurato che con lui non ha combinato niente. L'ho sentita con le mie orecchie dire che da allora non si è più fidanzata perché "pensano tutti solo a divertirsi". Quella frase può essere un indizi…

La pianista

Immagine
Ho visto un film sul quale mi piacerebbe aprire una discussione con voi. Con chi l'ha visto o con chi potrà capire di cosa si tratta, leggendo quello che sto per scrivere.

Erica è un'insegnante di pianoforte al conservatorio di Vienna. Detesta tutti i suoi allievi ai quali cerca in ogni modo di complicargli le cose. Con gli estranei appare algida e spesso scontrosa. Vive nella casa della madre, una persona possessiva e ignorante, con la quale litiga spesso. Un giorno Erica conosce Walter, uno studente di ingegneria che suona molto bene le opere di Schumann e Schubert, i suoi compositori preferiti. Ne rimane fin da subito attratta ma cerca in tutti i modi, senza risultati, di non ammetterlo al suo corso. Walter è molto più giovane di lei (almeno 20 anni di differenza) ma le confessa di essersi innamorato. Lei non tende a manifestare emozioni. Vive una sorta di seconda vita la notte, quando va nei porno shop a comprare oggetti e riviste e a guardare film di sesso estremo. Non di…

C'è grossa crisi

I media ci raccontano la crisi ogni giorno. Lo fanno da anni, più o meno da quando ho iniziato a guardare i telegiornali (se non da prima). Però qualcosa è cambiato. Fino a pochi anni fa ci era solo l'abitudine di dire "guardate che quest'anno a natale si spende di meno" oppure "pasqua che sempre più italiani passeranno in casa"  o ancora "le vacanze: sempre più connazionali scelgono mete interne". E c'era anche il contrario: ovvero quasi ogni settimana titoloni e filmati sul grande esodo con memorabili annunci tipo "per il ponte partono in tanti". Che c'era un ponte ogni cazzo di settimana. Ma quando lavoravano gli italiani? E quanti soldi avevano se erano davvero così tanti a partire? Sempre gli stessi o si alternavano? Ho il sospetto che i programmi di attualità siano andati avanti usando immagini di repertorio, giusto per far vedere che dovevamo essere contenti. I giornali facevano lo stesso. Poi, come dicevo, è cambiato tut…

Mete di viaggio e perché no, di arrivo

Immagine
La repubblica della Costa Rica è un gioiello della natura e un esempio di come gli esseri umani sappiano essere, quando vogliono, lungimiranti e rispettosi del prossimo oltre che dell'ambiente in cui vivono e vivranno. Un esempio di come con pochi e semplici gesti si possa fare molto in previsione di un futuro più in armonia con l'ambiente. La Costa Rica è uno stato pacifico e neutrale, l'unico tra centro e sud America in cui non ci sia mai stato un golpe. Il tasso di alfabetizzazione è a livello dei principali stati occidentali e delle nuove potenze economiche. Nel 1949 l'assemblea legislativa ha rinunciato totalmente alle spese militari, abolendo l'esercito. Con questa scelta è stato possibile uno sviluppo delle risorse umane, una dotazione importante di opere pubbliche, la crescita dell'alfabetizzazione e la tutela del patrimonio di fauna e flora che è uno dei più rigogliosi nel mondo. Secondo molte ricerche la Costa Rica è lo stato in cui il tasso di felici…

Sono tecnologicamente ignorante (aridateme i lego)

La rimpatriata familiare delle recenti festività pasquali, è stata occasione per me di apprendere quanto poco ne sappia di tecnologia. Non che prima credessi di essere un genio in materia, però potevo contare sul fatto mio. E invece mia nipote mi ha surclassato. Una bambina che mentre stava sul divano ciarlava di tablet e io credevo che fosse una parola del suo linguaggio e del suo mondo immaginario. Ma che ve lo dico a fare, la madre le ha dato un vero e proprio tablet: e lei? Mi ha fatto vedere come funziona. Facendomi rincretinire con i giochi. Una bambina di tre anni che sa usare un dispositivo che il sottoscritto non aveva mai visto prima (da vicino). Io non ero in grado neanche di sbloccarlo. Di fare quei movimenti rapidissimi con le dita. Mi ha insegnato ad alzare il volume, a spegnerlo. Ci son rimasto proprio di sasso.  E da quello che ho notato ha più familiarità con il tablet che con i giochi *normali. Io penso: ma non è che stiamo a corre troppo? Mio padre da bambino non a…

Dei pregiudizi, delle facilonerie, del tutta l'erba in un fascio mi son rotto il cappero

Pochi giorni fa ho ascoltato e preso parte a una discussione sulla pedofilia. Nel caso specifico si parlava degli abusi di alcuni sacerdoti nei confronti di giovani parrocchiani.  Mi ricordo che una persona ha fatto accenno a un caso di una violenza subita da un 12enne. Al che una signora, con fare perentorio e un po' sorpreso, ha esclamato "ma scusate, se a me qualcuno mi veniva a toccà a 12 anni, gli davo nu zampatone nel sedere!". Ha ribattuto più volte su quel nodo cruciale, mentre le altre persone non sapevano esattamente cosa dire.
Io sono intervenuto dicendole "purtroppo non possiamo sapere cosa passa nella testa di una persona che è stata violentata." Lei mi ha risposto "si ma posso capì che succede una volta, però dopo se non reagisci e ti lasci fare vuol dire che ci stai." Quello che sostiene lei è che un bambino a 4/5 anni può non capire ma già dai 6 anni in su si rende conto di quello che capita. Io le ho detto "prendiamo un altro ese…

Misteri all'ombra der cupolone (II)

Ricollegandomi a quello che ho scritto ieri, vorrei far notare a tutti un altro aspetto della vicenda. Un aspetto che credo, non sia sfuggito a chi possiede un televisore o guarda i programmi in streaming. Il servilismo dei media tradizionali italiani nei confronti del vaticano. Dice: e ci voleva il conclave per capirlo? No, però è la manifestazione lampante di quanto tutti da destra a sinistra passando per il centro, siano decisamente stati colti da un'euforia senza eguali.  Rai News 24 ha fatto due giorni di diretta dal comignolo, con interessanti inquadrature sul gabbiano, censurando ovviamente i momenti in cui liberava la cloaca. Tutte le reti rai avevano il riquadrino con il comignolo, in attesa della fumata.  Hanno detto migliaia di volte come funziona il meccanismo che porta al colore nero rispetto al bianco. Martedì sera i telegiornali regionali sono stati interrotti per l'edizione straordinaria del tg3: eletto? No, era la prima e scontatissima fumata nera.  Tutti i pr…

Misteri all'ombra der cupolone

Faccio una premessa. Per chi non l'avesse capito e per chi mi legge da poco: sono ateo. Farei volentieri a meno di papi, vescovi, cardinali, monsignori, eminenze, abati, abatini, diaconi, protodiaconi, pastori protestanti, ecc. Così come farei a meno di ayatollah, muezzin, imam oppure rabbini e compagnia bella. Come direste voi, so pure anticlericale.

Ecco perché non posso non fare a meno di notare come ci sia molta gente che per l'elezione di un papa gioisce, piange, si esalta. Tra i credenti cattolici c'è un comportamento strano tra prima dell'elezione del nuovo papa e il dopo. Prima tutti rimpiangono quello precedente, morto o vivo che sia. Dopo tutti se ne dimenticano e celebrano quello nuovo. Tutti. Anche chi voleva un altro, chi faceva letteralmente il tifo per uno e uno solo tra i cardinali. C'è qualcosa di strano in tutto ciò, credo che per i credenti sia un fatto mistico. Conosco molte persone che fino all'altro giorno affermavano di non avere alcun ri…

La maschera

Il giorno in cui ti ho fatto la proposta, era la seconda volta che venivo a casa tua. C'ero già stato qualche mese prima. Mi ricordo che ero venuto con altre persone e ci avevi offerto un caffè, perché avevamo levato la neve dal tetto e dall'ingresso. Quel giorno invece ero solo e il tuo stupore, accompagnato da quel candido sorriso che adoravo, ti spinse a chiedermi solo con lo sguardo cosa ci facessi a casa tua. La tua gentilezza era invidiabile "ciao, accomodati!". Mi parlavi come se fossi un frequentatore assiduo della tua casa. Io ascoltavo. I dettagli della tua vita non m'interessavano però tutto quello che usciva dalla tua bocca era coinvolgente. Avresti anche potuto leggermi la ricetta di un medico o la lista della spesa, per me sarebbe stato come sentir declamare un'opera letteraria. Presi coscienza di dove mi trovavo e di cosa ero venuto a fare lì, quando smettesti di parlare. "Voglio scoparti". Il silenzio era rumoroso. Avevo lanciato l&#…

Quattro soli a motore

Immagine
Non sono molto bravo a recensire libri. Infatti questa non è una recensione. In primis perché ho notato che l'hanno fatto altri nella cosìddetta blogosfera e sicuramente tutti in modo eccelso. In secundis perché credo che parlare di quello che rappresenta un libro, sia in parte come sminuirlo o dargli troppo peso. Questa è una presentazione, per quei pochi tra voi che non sanno chi è l'autore. Dietro quel nome e cognome si nasconde uno dei blogger (perdonami, so che 'sta parola sembra un prodotto dolciario della bassa baviera) più eclettici ed ellittici che la rete conosca. Mi fregio del titolo di essere tra i suoi seguaci più accaniti. Credo per altro che dovrebbe scrivere di più sul blog. D'altronde se va a presentare il libro in ogni dove non è che possa sdoppiarsi. Non è mica Beppe Grillo, che fa due post al giorno pur comiziando in ogni piazza.
zio scriba ha uno stile tutto suo e ne va fiero. Volevo leggere il libro prima di tutto per capire se lo stile da scritto…

Le cose che il porno mi ha insegnato

1) Le donne portano sempre i tacchi alti a letto
2) Gli uomini ce l'hanno sempre duro e pronto all'uso
3) Se una donna, mentre si masturba, vede uno sconosciuto che la osserva, non si mette a urlare anzi lo invita a fare sesso con lei.
4) Le donne hanno sempre il sorriso mentre succhiano i cazzi
5) Più hanno lo sperma in faccia e più sono contente
6) Le ragazze che  fanno sesso con uomini di mezza età sono sempre entusiaste.
7) Quelle tette sono reali.
8) Una comune pratica sessuale maschile è quella di prendere il cazzo in mano e sbatterlo sulle natiche della donna.
9) Tutti gli uomini dicono "oh yeah" quando eiaculano
10) Se gli uomini sono due, si danno il cinque tranquillamente e la donna non ne rimane disgustata.
11) Gli uomini asiatici non esistono
12) Per la donna un uomo che sta dieci secondi a leccargliela è più che soddisfacente
13) La doppia penetrazione rende le donne sorridenti
14) Le dottoresse succhiano regolarmente i cazzi dei loro pazienti
15) Quando…

Di cosa si discerne

Immagine
Mi rendo conto di quanto il genere umano possa arrivare in basso solo quando leggo le statistiche, tramite quel meraviglioso strumento che è Gugol-analitixxx, in merito alle parole che portano gli internauti qui. Siete caduti, siamo caduti molto in basso. Però c'è di peggio.
Ho fatto un elenco prendendo le cose più strambe e l'ho diviso in categorie, spero vi piaccia il tutto.

Amanti dell' horror:
- Barbara D'Urso pompa
- troia scopata dai barboni
- bimbaminkia sborra

Sistema Naturae:
- come radersi l aiuola
- cicciolina e il cavallo
- pene cavallo pornostar
- cannolo simbolo fallico
- pene verro

Santo Natale & Co:
- Befana porno
- babba natale porno
- babbe natale nude
- pompino befana
- porno presepe
- muschio presepe
- natale erotico
- natale porno
- buon natale di merda

Nonsense:
- youporno penetrazioni botiglie
- hetrombano
- donne folletti e gnomi come fare un pompino
- xat il buco del culo
- sesso anale femminile raggi x
- forse sono io che oggi sono strano avrei …

Per gli speleologi è grottesco

Immagine
Film del 2005 diretto da Neil Marshall, rappresenta un'eccezione per i miei gusti in fatto di cinematografia. Gli horror mi scocciano, li trovo banali e spesso poco paurosi (soprattutto quelli pieni di sangue), il che significa quello che può essere un film comico quando non ti fa ridere. Però The Descent mi è piaciuto molto. Il film inizia con una scena tranquilla. Tre amiche che fanno rafting in un fiume del nord America, mentre il marito di una di loro (Sarah) le guarda assieme al figlio. Al ritorno un assurdo incidente provoca la morte del marito e del figlio di Sarah. La trama riprende un anno dopo, quando la donna convinta dalle sue amiche Juno e Beth, parte per una spedizione in una grotta. Con loro altre tre speleologhe. La grotta si trova sui monti Catskill, nello stato di New York. Passato l'iniziale stupore per la bellezza della grotta, le sei donne si trovano molto presto a fare i conti con dei problemi. Nel passaggio lungo uno stretto cunicolo Sarah viene presa da…

Pensavo fosse una sorta di limonata, invece è distillato di mele

Immagine
Homer è un ragazzo cresciuto in un orfanotrofio fondato dal dottor Larch, un medio che aiuta le donne che non hanno soldi per tenere figli, ad abortire. Homer, nonostante il nome, è un bravo figliuolo. Il  dottore vorrebbe che lui seguisse le sue "orme"  diventando medico ma il ragazzo ha altri progetti. Conosce due persone, un certo Wally e una certa Candy (che era andata ad abortire dal dottor Larch) i quali sono fidanzati. Wally offre a Homer un lavoro nell'azienza di famiglia che si occupa soprattutto della produzione del sidro. Homer fa amicizia con i negri stagionali che lavorano lì, tra cui il signor Rose e sua figlia Rose Rose (la fantasia degli autori amerregani). Homer fa amicizia soprattutto con Candy, rimasta sola dopo che Wally è partito per la guerra. Candy da sola non ci può stare e così Homer se ne innamora (?) e se la ingroppa. Passa il tempo, il dottor Larch manda lettere al suo diletto per farlo tornare in ospedale e gli fa pure un falso diploma da med…

Saldi

Sono tornati. Anche quest'anno? Eh ma pure di più. In calabria, basilicata e un'altra regione del sud oggi c'è stato l'inizio della stagione dei saldi. Già. Stagione. Ormai la durata dei saldi si allunga sempre di più. Non c'è più quel gusto di una volta, con le file chilometriche perché gli sconti duravano 10-15 giorni. Tutti quanti se la prendono comoda, fanno finta di non avere i soldi neanche per i saldi!
Oggi passeggiavo tranquillo nel centro commerciale e notavo un cartello "saldi dal 5 gennaio al 5 marzo". Porca miseria.  Da quand'ero bambino (cioè pochi anni fa) ad oggi, è cambiato molto. Molti negozi però gli sconti pesanti li fanno già. Del resto li facevano pure a luglio o a ottobre ma questo non ditelo agli inviati dei programmi d'inchiesta. Loro devono sempre trovà i casi umani. Che bello trovare il nostro gran MADE IN ITALY salvo poi venire a sapere che è prodotto e confezionato da cinesi sottopagati che vivono e lavorano in una stam…