Post

Visualizzazione dei post da Ottobre, 2013

l'involontaria comicità dei burocrati

Pochi giorni fa è arrivata una bolletta, che è al 50% TARSU del 2012 e al 50% acconto TARES del 2013. La tarsu sarebbe la vecchia tassa dei rifiuti solidi urbani: de che? La monnezza! Quella per cui lo stato italiano è stato condannato dall' unione europea (nelle bollette per anni e anni c'è stata messa un' IVA spropositata) a pagare una lauta somma poi convertita in sangue umano. Il governo di Mario Mountains ha abolito la tarsu e introdotto il tares. I criteri non li ho capiti. Doveva partire in estate ma il governo di paperoga letta ha rinviato, poi con un abile colpo di spugna il tares è stato eliminato. Al suo posto dal prossimo anno ci sarà la TRISE che, correggetemi se siete dipendenti comunali e/o se ci avete capito di più, comprenderà TARI e TASI. Lasciamo perdere il fatto che 'sti nomi mi ricordano i cartoni animati che guardavo da piccolo (chi ha visto Holly e Benji mi comprenderà!), resta il fatto che non si preannuncia nulla di divertente. Nella lettera ch…

Tanto oro quanto pesa

Pare che ieri l'altro da fabio strazio sia stato ospite un certo Maradona. Proprio el pibe de oro. Il più grande calciatore di tutti i tempi. Dopo Pelè? Prima di Messi? Lui l'ex tossico, che era quasi morto di overdose da cocaina pochi anni fa. Lui che da allenatore dell' Argentina è passato alla storia per aver perso 4 a 0 contro la Germania ai mondiali. Lui che deve al fisco italiano molti soldi. Lo dice equitalia. Difatti l'altra sera allo stadio olimpico, mentre assisteva a Roma - Napoli poteva pure essere arrestato! I finanzieri però non potevano scovarlo: non si notava con tutte quelle telecamere addosso!!! Fazio ha deciso di invitarlo in prima serata, così magari poteva essere individuato più facilmente. Invece niente. Se l'è scampata. E ha pure detto "io non sono un evasore": così... davanti a qualche milione di telespettatori, giusto per non farci mancare niente. Per altro ospite dopo fitto (un altro con una condanna alle spalle). Ma a maradona i…

Parole soltanto parole?

Immagine
Ci sono persone che pensano che le parole non siano molto importanti. Che i fatti contino di più, o che contino soltanto quelli. Per cui vale la regola che puoi dire quello che ti pare, tanto poi ti comporti in un modo che non c'entra nulla con ciò che dici e va bene lo stesso. Io non sono tra queste persone. Penso che le parole siano veramente importanti. E che a quest'ultime debbano seguire delle azioni che ne siano la logica conseguenza o, se preferite, la "messa in pratica". Perché è vero che ci sono situazioni in cui delle parole non vanno prese sul serio: quante volte vi sarà capitato di dire a qualcuno con cui eravate incazzati "ti ammazzo"? Non era di certo perché volevate ucciderlo. Nei momenti di rabbia può capitare di dire cose che non rispecchiano ciò che vogliamo fare. Come nei momenti in cui scherziamo. E sto parlando di quando si è sobri (per le parole dette sotto l'effetto di sbornie il discorso è diverso). Però fatte queste dovute eccez…

Lampedusa calling

Se ne parlerà ancora per un po'.  Diciamo giusto il tempo di far consumare due kg di fazzoletti all'italiano medio. Il quale si emoziona per molto meno. Poi i media torneranno a parlare delle solite minchiate. Non dovete stupirvi della commozione di napolitano. Badate bene che è lo stesso che ha firmato quel decreto.... che stabilisce una cosa talmente stupida da poter essere pensata solo da qualche mezza calzetta: il "clandestino" è un criminale. Di questo il popolo se ne accorge solo ora, eppure la legge è in vigore da 5 anni. Chissà quanti ne sono morti in cinque anni.
Non stupitevi della gara al cordoglio e della gara a chi la spara più grossa. Ormai c'è poco da stupirsi in questo sciagurato paese. Ci sarebbe da stupirsi invece, pensando al fatto che tante persone (perché prima di essere eritrei, somali, tunisini oppure extracomunitari sono soprattutto delle persone) vogliano ancora venire in Italia. Si dirà che molti di loro qui vorrebbero solo essere di pas…