mercoledì 2 aprile 2014

La prima notizia dei telegiornali nazionali (di un paese reale)

Tra chi mi legge so che c'è anche qualche lettore (il gioco di parole è voluto, non mi piace il termine "follower") di Ἐκβλόγγηθι Σεαυτόν Asocial Network. Per chi non lo è, lo invito ad andare a leggere perché ne vale davvero la pena. Riccardo Venturi è una persona schietta, uno che ci mette la faccia. Io lo conosco (da circa tre anni) solo per ciò che scrive e posso dire di non essere mai stato tanto coinvolto dalle idee di una persona come dalle sue. Ma non è di questo che voglio parlare. Riccardo è stato rinviato a giudizio per aver attentato all'onore e al prestigio del capo dello stato. Il tutto è partito da questo post che a mio parere, ed è il parere di tanti altri bloggers non lede assolutamente niente. Io non ci vedo nessun attentato. Solo le parole di un uomo libero e quando dico libero intendo libero da catene nel cervello che faceva dell' ironia sulla rielezione di napolitano (quello si che era un fatto grave...)

Sono stato indeciso se scriverne o no in questi giorni ma oggi ho appreso che è stata fissata la prima udienza del processo per il 16 dicembre. Io, naturalmente, non so come andrà a finire. So che lo stato spenderà dei soldi inutilmente (un'altra volta) alla ricerca del nulla. Questa vicenda mi fa incazzare e mi chiedo quante altre simili ne accadano. Non siamo liberi di esprimere un'opinione. Ma io mi sento libero di dire che sono completamente dalla parte di Riccardo e delle persone come lui. Un miliardo di volte.


11 commenti:

  1. la vignetta fotografa assolutamente bene la situazione del paese!

    RispondiElimina
  2. non è lo stato che ci deve fare incazzare, ma chi amministra! guardate quanti soldi hanno speso per condannare Berlusconi e che condanna gli hanno comminato.... facevano prima ad incassare i soldi evasi e lasciarlo bollire nel suo brodo.

    RispondiElimina
  3. @enio: lo stato è chi lo amministra

    RispondiElimina
  4. uhm beh diciamo che non è proprio il massimo quel post, visto che parla di omicidio da organizzare

    RispondiElimina
  5. Può piacere o no, questo è fuori da ogni dubbio. Ma non credo che tu ci veda del vilipendio.

    RispondiElimina
  6. guarda quanti soldi abbiamo speso per far incriminare Berlusconi (tre gradi di giuduzio), montagne di carte e montagne di ore di processo per vederlo fare sempre le stesse cose in TV, dire cazzate e promettere cose inutili in caso di una sua rielezione...

    RispondiElimina
  7. Guarda caso il mio ritorno in blogger coincide con un parlare entrambi in qualche modo di Riccardo! Quello che scrivi Inneres è assolutamente fuori da ogni possibile realtà, anche se è purtroppo una cosa vera! Ma che attentato e attentato, ma per favore (manco Beppe Braida secondo me saprebbe che cosa dire)! Riccardo io lo conosco per davvero, e ci siamo frequentati per diversi anni e parlavamo alla stessa altezza (eheh sopra l'1.90 entrambi), e tuttora resta una delle persone a me più care. Lui è fatto così, e così va preso. Quello che dite tu e nonno enio sull'inutile spreco di denaro pubblico è sicuramente importante, ma lo è ancora di più la vergogna di come stanno calpestando un cittadino che ha solo espresso il suo parere con il suo solito sarcasmo che è semplicemente una sua parte integrante.
    Grazie per questo post! Riccardo invece non ho bisogno di ringraziarlo, lo faccio a mente ogni volta che leggo un suo post :)

    RispondiElimina