martedì 24 novembre 2015

Sono triste. Oggi è morto il mio cane. Non era un cane qualsiasi e a parole mi riesce difficile spiegare perché. Dico solo che mi ha aiutato a superare quello che probabilmente è stato il periodo più buio della mia vita. Aveva quattordici anni e io ne avevo quasi quattordici quando l'abbiamo comprato. Ho un grande rimpianto per come l'ho trattato. Un giorno di tanti anni fa mi morse. Non ho mai capito cosa gli sia scattato nella testa ma so che dovetti curarmi per diversi giorni con un antibiotico e che mi procurò una ferita profonda. Per un po' di tempo non ebbi più il coraggio di portarlo fuori. Passarono pochi mesi da quello spiacevole episodio e un bel giorno aggredì un mio vicino di casa, fortuna volle che lo tenevo al guinzaglio (non come fanno molti cretini qui che lasciano i cani tutto il giorno in balia delle automobili) e mantenni una presa forte altrimenti sarebbero stati guai. Da quel giorno capimmo che non poteva uscire più. Tra l'altro, dietro c'è una storia di un addestramento completamente sbagliato, ma questa è veramente un' altra storia. Non ce la sentimmo di farlo sopprimere, gli volevamo troppo bene. Fu così che da allora è rimasto in un recinto, per anni. Un recinto spazioso, con il giardino, non un box da 2x2. Ma era pur sempre una reclusione. Per non farlo uccidere lo abbiamo fatto vivere in carcere. Questo è un grande rimpianto. Pochi mesi fa le sue condizioni sono peggiorate senza preavviso. Camminava molto male. Poi è arrivata la displasia che purtroppo colpisce molti cani e mettici l'età, mettici le condizioni non eccellenti in cui era tenuto... ha passato gli ultimi quattro giorni a strillare per il dolore. Ma non riusciva neanche a strillare, però mi ha fatto capire con lo sguardo che stava male. Oggi è morto.

Questo evento mi ha fatto scoprire che il servizio veterinario dell' asl non si occupa dell' interramento dei cani. Io devo solo comunicare il numero di microchip. Allora che cosa te li fanno mettere a fare i microchip? Se poi quando muore puoi buttarli dove ti pare? Non è così, è ovvio, però io ho visto cose che fanno rabbrividire. La sepoltura sarà molto ardua...
Mi ricordo un particolare del mio cane. Quando lo portavo a passeggio aveva il vizio di prendere in bocca delle pietre. Grosse. Quelle che noi chiamiamo "cantoni". Era capace di trasportarle per kilometri. Voglio ricordarlo così.