lunedì 21 dicembre 2015

Anticipazioni sul discorso di fine anno del presidente della repubblica Sergio Mattarella

Io non dormo più. Il giorno non faccio altro che pensarci. Cosa cavolo dirà Mattarella nel discorso di fine anno? Il suo predecessore era il campione di lancio del monito, numerosi sono stati i suoi accorati appelli nell'ordine:
ai giovani
al lavoro per i giovani
alla coesione nazionale
all'unità nazionale
alla solidarietà per i nostri marò
e potrei continuare per quindici anni ma sarebbe lo stesso. Bisogna ammettere che lo schermo lo bucava, mettici pure qualche lacrima e il pubblico restava in visibilio. Poi naturalmente tutti i moniti cadevano nel vuoto ma lui ci provava. E Mattarella? Un presidente più anonimo non si poteva trovarlo. Infatti pure chi l'ha eletto non sapeva chi fosse. Lui le dice un po' di cose ma in modo sommesso, troppo sommesso. Quindi di cosa potrebbe parlare per resuscitare dal torpore milioni di connazionali intenti a sbranare il cotechino?
Potrebbe parlare dell'espresso italiano che lo hanno bevuto pure gli astronauti. Potrebbe parlare del desiderio di maternità di Michelle Unziker che vuole il quarto figlio. Potrebbe parlare dell'esonero di Mourinho?

Io mi sono permesso di stilare una lista di cose che potrebbe dire per non passare inosservato e inascoltato. Accetto altre dritte e chi dovesse indovinarne qualcuna vince... bé non vince un fico secco


- Quest'anno come tutti gli anni scorsi aumenta il costo dei pedaggi autostradali. Ma che ve lo dico a fare tanto lo sapevate già. Vabbeh c'o provato.

- Quest'anno scendono i prezzi di elettricità e gas. Ah era così pure gli altri anni, dice il corazziere, ma solo a chiacchiere.

- Quest'anno va a finire che lo scudetto lo vince un'altra volta la juve. Gobbi del ca**o!

- Cominciano i saldi.

- Ancora non mi abituo a questo stanzone buffo. Lo sapete che una volta qui c'era il re e prima ancora il papa? Ma certo, ve l'hanno insegnato alla scuola materna.

- Com'è il cotechino? Buono? Ai miei tempi si mangiava solo la buccia delle lenticchie.

- Non ho preparato il discorso perché il calamaio s'è rotto e a Roma stasera non c'è nessun rivenditore di calamai che si degni di lavorare.

- Brindate solo con acqua gassata e non dimenticate di spegnere il riscaldamento quando andate a letto.

- Carina la nuova stagione di Masterchef. Io tifo Cannavacciuolo.








2 commenti:

  1. nooo dirà Forza Napoli...quest' anno lo scudetto è nostro :P
    poi tirerà fuori la storia dell'accoglienza al diverso, cosa buona e giusta, peccato che non menzionerà e centri di prima accoglienza, che sono lager e mafia capitale che ci ha creato un impero...
    buon Natale Inneres!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io non direi mafia capitale, sai non mi sembra una terminologia giusta. Corruzione capitale.

      Buon natale anche a te, sposina!

      Elimina