Post

Visualizzazione dei post da Gennaio, 2015

L' animale che non vorrei essere qualora dovessi reincarnarmi: l'agnello

Io credo che vi sarà capitato che almeno una volta nella vita qualcuno vi abbia chiesto: se tu dovessi rinascere chi vorresti essere o quale animale vorresti essere? Perché c'è chi ci crede e non devi essere per forza induista. Io penso che come ci spiegano gli scienziati siamo fatti di molecole, per cui quando moriamo può darsi che qualcosa vada in cielo ma non perché c'è un essere divino che piglia tutto quello che trova. Le molecole vanno "dove capita" e quindi potremmo diventare un albero, un fungo, un animale oppure non lo so. Anche un virus? Beh inutile farsi le pippe mentali su questo. Io non so quale animale vorrei essere ma so, ad esempio, quale non vorrei essere. Non vorrei rinascere agnello. Non ho nulla contro gli ovini ma se nasci agnello rischi di vivere meno di un bruco! Gli agnelli sono stati sempre vittime sacrificali, praticamente di qualsiasi culto da quelli pagani alle religioni monoteiste. Li uccidevano i popoli nordici per gli dei norreni, gli a…

Tremila modi di divertirci stanotte

Immagine
Il suo sguardo è un po’ vago, un po’ assente, però è chiaro che cerca te. Quindi tu sei lì, interpellato da quegli occhi, mentre i tuoi partecipano alla scena. Della strada non conosci né l’origine né il punto finale: è puro camminare, divenire, percorso. Quel tratto di lingua d’asfalto — la civiltà deve pur trovarsi da qualche parte e si manifesta sotto forma di bitume — è anche l’unico elemento orizzontale della composizione. Tutto il resto è drammatica verticalità ed è per questo che adesso i tuoi occhi percorrono lo spazio freneticamente dall’alto al basso. Perché quel corpo è alto, ma vertiginosa, incombente e avvolgente è la foresta attorno, con la potenza dei suoi alberi, che ridimensionano ed equilibrano la forza dell’uomo che adesso osservi con nuovo interesse. La prendi con calma. Assapori. Il tuo sguardo è cambiato, ora. Non t’interessa ciò che sei stato né ciò che sarai, perché contano solo il presente e il tuo essere del tutto unico. Hai gettato le maschere che ti proteg…