venerdì 30 ottobre 2015

Vegetariani di tutto il mondo unitevi!

L' organizzazione mondiale della sanità dice che le carni rosse lavorate fanno male e addirittura provocano il cancro come le sigarette. Gli oncologi smentiscono subito. Ma come, gli oncologi?
Hanno bisogno di gente ammalata di tumori, se no come fanno a campare?! Resta il fatto che l' oms si contraddice perché mentre afferma che le carni di lavorazione industriale sono cancerogene (ormai penso che lo sappiano pure i bambini di due anni) dice anche che quelle non lavorate e quelle bianche, comprese le carni dei grandi allevamenti, fanno bene. A me sembra molto strano.
Meno male che c'è la ministra lorenzin-a quella che con il diploma di liceo classico fa le leggi in materia di sanità (...) la quale interviene prontamente per dire che ha sguinzagliato una squadra di luminari che indagheranno sul presunto falso allarme. Gli esseri umani mangiano la carne sin dalla notte dei tempi. La mangiavano cruda. L' evoluzione è andata avanti lo stesso e oggi stiamo a parlare del cancro. La verità è che andiamo contro natura, perché tra i primati siamo gli unici a mangiare la carne. Tutti i primati comprese le scimmie antropomorfe (quelle che condividono il 98-99 per cento di DNA con noi) mangiano esclusivamente vegetali e talvolta insetti. Andiamo contro natura anche per altri aspetti: ad esempio siamo gli unici mammiferi a bere il latte da adulti!

Io la carne non la mangio volentieri e sto cercando da un po' di tempo di farla sparire dalla mia dieta. Non perché me l'abbia detto l'oemmesse o la nasa. Adesso tutti si fanno prendere dalla psicosi e nessuno va a comprare la carne. Poi tra qualche mese, passata la "tempesta mediatica", le macellerie saranno piene di disperati. Il popolo è suscettibile a quello che sente-vede in tv. Chi è che pensa con la propria testa? La carne fa male tutta, anche quella del vecchietto che alleva con i metodi tradizionali.  Mi ricordo dagli studi fatti in materia di industrie di trasformazione che il professore ci disse "l'animale prima di essere macellato non deve subire stress" e perché? Perché nei muscoli si sviluppa il glicogeno (una sostanza prodotta anche dai nostri muscoli) che può essere dannoso per la salute di chi si ciba di carne. Ma io mi chiedo come possa un animale non essere stressato se sa che sta per morire?
Sono stato in un allevamento industriale di maiali a ciclo completo (dalla nascita alla macellazione). Lasciando perdere gli strilli che ho sentito, ricordo che il responsabile della macellazione mi disse che i maiali sanno che stanno per morire quando entrano in un nastro trasportatore molto stretto da cui non possono scappare, prima che un addetto gli scarichi la corrente elettrica dalle tempie per stordirli. Poi lo sgozzamento conclude il massacro. Gli animali subiscono un grande stress, perché sono intelligenti e capiscono cosa accade a loro e ai vicini. Io ho visto tutto questo e mi sento un cretino quando mangio la carne.

Ora l'allarme è sulla carne rossa, pochi anni fa era su quella bianca (vi ricordate lo spauracchio "aviaria"?), prima la carne dei bovini malati del cosiddetto morbo della mucca pazza, causato dai mangimi a base di carne. Come non ricordare l'allarme sul pesce alla diossina...
Tra poco sarà la volta dei cereali. Perché se è vero che la carne fa male, se è vero che il pesce fa male perché i mari sono inquinati, chissà quante schifezze si trovano nei campi e soprattutto nelle grandi distese di monocolture. Quelle che uccidono la biodiversità.  I pesticidi sparsi per decenni nell'aria e nei terreni, le sostanze cancerogene che chissà quante volte abbiamo ingerito senza saperlo. I concimi prodotti nelle industrie chimiche. Per finire con l'inquinamento. Le grandi aziende che producono montagne di schifezze che non si vedono!  Quando qualcuno farà uno sgambetto a chi non può essere toccato, scoppierà lo scandalo e nessuno andrà più ai mercati della frutta e verdura. è tutto a comando. Per il resto del tempo possiamo fare finta di niente. Il progresso ha portato innovazioni utili ma quante di queste lo sono davvero? La filiera dei controlli funziona o così ci dicono, salvo poi scoprire tonnellate di cibo marcio venduto per buono o di prima scelta. L' organizzazione mondiale della sanità è una finzione, è solo fumo dietro al quale si nascondono gruppi di potere politico ma in particolar modo finanziario.








domenica 4 ottobre 2015

Milingo più Milingo uguale due Milinghi

Un sacerdote che tra l'altro era un pezzo grosso in Vaticano dice di essere gay e la chiesa lo caccia subito. Io non capisco perché abbia fatto questo "coming out" al di là delle dichiarazioni iniziali. Forse si è accorto che la chiesa è sessista, che è ingiusta? In questo caso complimenti per il tempismo.
Il punto è un altro: l' ipocrisia e il due pesi-due misure della chiesa. Con chi si professa omosessuale sono molto celeri anzi sbrigativi nel metterlo alla berlina. Nei riguardi di chi si professa innamorato di una donna o viene scoperto di avere un figlio cosa fa? I tempi sono molto più lunghi ovviamente. Basti pensare al caso di Milingo (comunque un eroe oltre che un gran paraculo) colui il quale osò sfidare sua santità GP2. Io conosco diversi preti che hanno avuto storie con donne. Conosco uno che è andato "in pensione" da poco e aveva più di novant'anni. S'è fatto diverse case, ha avuto delle relazioni e pure un figlio che ovviamente sta piazzato in qualche posto fisso da statale. La chiesa in questi casi come agisce? Nella maggior parte dei casi non fa niente. Quando prende l'iniziativa adotta una punizione severissima: il trasferimento. Tremate preti libidinosi!
Ma gli omosessuali proprio no. Quelli non si tollerano. Se la chiesa usasse la stessa mano pesante nei confronti dei pedofili, questi ultimi non ci sarebbero più. è ovvio che se uno decide di fare il prete sa a quali doveri va incontro. La castità è una grossa barzelletta. Il celibato è tra le più grandi stronzate nella storia della chiesa cattolica. Tra l'altro è qualcosa che va contro le scritture, perché non è scritto in nessuno testo "sacro" che i ministri di dio debbano astenersi da rapporti sessuali. Questo lo sa pure un lampione.
Ammesso tutto questo però, se tu decidi di fare il prete poi non puoi non svegliarti un giorno e dire che la chiesa è bigotta. Sei entrato in un sistema del quale eri consapevole fin dall' inizio.