Post

Visualizzazione dei post da 2016

Le tre parole che cambiarono il mondo

Immagine
Le tre parole che cambiarono il mondo
Titolo originario: La Sacré semaine qui changea la face du monde
Autore: Marc Augé
Editore: Raffaello Cortina



Ho acquistato questo libro dopo aver letto un'ottima recensione sulla rivista dell' UAAR e l'ho letto in un colpo solo. Iniziato oggi e finito oggi! Un libro che si fa leggere facilmente, testo scorrevole, trama coinvolgente e non ci sono momenti "di stanca". La storia comincia la mattina di pasqua del 1° aprile 2018 quando il papa si affaccia per la tradizionale benedizione urbi et orbi...

La folla festante era in attesa; nessuno immaginava che una sorta di tsunami stava per abbattersi sull' umanità. All' improvviso si levò un gran clamore e le braccia si tesero verso la figura fragile e bianca di Francesco, appena comparsa dal balcone. Il papa rimase in silenzio per un buon momento, contemplando l'ondeggiare esultante della folla suscitato dalla sua presenza. 
Nonostante l'apparente serenità, sul suo v…

Cronache dal passato

Immagine
Oggi camminando per le vie del mio paese ho trovato questa... Volvo 242 LB.
Reperto archeologico e poi quei modelli in stile auto del becchino sono troppo naif.

La vita è amara: addolcitela!

Pochi anni fa mi è capitato di fare una pazzia per amore. Ho fatto settecento km all'andata e settecento al ritorno (il totale fa millequattrocento - applauso!) nel giro di neanche due giorni per andare a incontrare una persona che non avevo mai incontrato. Roba da matti, eh? Lo so che ormai è la regola, però cinque anni fa era più strano di oggi. Almeno credo. Ci eravamo conosciuti chattando e poi con lunghe videochiamate, anche quella in un certo senso una cosa da matti. Mi ricordo di alcune conversazioni durate dieci ore di fila... passavo la notte al computer davanti la cam nonostante dovessi andare a lavorare presto, stavo a fare un trasloco in quel periodo e partivo alle 7:30 la mattina. Quelle settimane di conoscenza virtuale che era virtuale fino a un certo punto, sono state il preludio a quel viaggio per altro colmo di episodi divertenti e di altri scoraggianti ma non mi va di criticare le ferrovie dello stato, non oggi! C'è stato l'incontro, c'è stato quel pe…

Estemporanea (e finisce qui)

Ho da dire una cosa: ma chi è il fautore della nuova grafica di blogger? Ci vuole una mente malata per partorire qualcosa del genere. Per trovare l'elenco dei blog che seguo ci ho messo un quarto d'ora, per non parlare di tutti quegli avvisi che compaiono su sfondo arancione in quella che, una volta, era la bacheca. 'Sta maledetta unione europea pure di blog deve impicciarsi. Mi sa che tra un po' non ci sarà più nessun povero cristo su blogger.

La più grande democrazia del mondo

Gli americani sono forti. Hanno il voto digitale, il voto postale, il voto anticipato. Tutte queste belle cose per fare cosa? Elleggere i grandi elettori. C'è un qualche santo che ci spiega chi cacchio sono i grandi elettori? Una setta? Non sono umani? Sono al dì sopra di tutto? Eleggono i grandi elettori che a loro volta eleggono il presidente della repubblica. La democrazia auspicata da Pericle!

Gli americani sono forti. Ci prendevano per il culo quando qui vinceva sempre berlusconi e ora chi hanno come presidente? Un multimegamiliardario che fa "battute" sessiste, razziste, ecc. Uno che ha sparato più cazzate in due mesi di quanta possa dirne un ubriaco cronico nel corso di un'intera esistenza. Uno con i capelli talmente fatti male da fare rivalutare persino il mantello dei ratti che rovistano nei cassonetti.

Certo, dall' altra parte non è che ci fosse una forza della natura. Diciamo che la clinton ha il carisma di una marmotta durante la fase di letargo. Noi …

Valori

A volte nella vita bisogna saper scegliere. Ciò non vuol dire che si faccia sempre la cosa giusta. Se gli esseri umani seguissero sempre la propria coscenza probabilmente molte disgrazie non accadrabbero. Siccome non funziona così fin dalla notte dei tempi bisogna adeguarsi e fare, come si suol dire, buon viso a cattivo gioco. Io so, ad esempio, che da alcune persone ho ricevuto tanto eppure a loro non ho dato nulla  e non c'è un motivo. Al contrario, a chi non meritava niente ho dato e continuo a dare fin troppo. Sono così strane le dinamiche dei rapporti tra le persone. Spesso cadiamo nell' errore di guardare quello che succede nel giardino dei vicini ma dovremmo vedere dentro noi stessi. Ci tocca dover mettere da parte la coerenza, perfino gli ideali e tutto questo per "stare tranquilli". Cosa c'è di giusto nel rinunciare a essere se stessi? A essere sinceri fino in fondo? Perché bisogna fingere? Sono domande che mi pongo in continuazione. E se tutto questo do…

Metodo buffo

Mi fa specie per non dire schifo, il becero gergo giornalistico dei nostri tempi. Il gergo che tende a semplificare tutto e tutti. Il gergo che tende a etichettare se non addirittura a marchiare le persone. Come se fossimo ai tempi dell' olio di ricino e delle purghe staliniane. Ed è così che ieri, per l' ennesima volta, ho sentito da un telegiornale (e non ricordo quale ma tanto il discorso è identico) la notizia di un accoltellamento operato da un rumeno di tot anni. Sono così i nostri giornalisti. Quando in qualche losco affare, in qualche omicidio o altra efferatezza rimane coinvolto in quanto attore della vicenda, uno straniero, non si parla mai di un uomo o di una donna. Non esiste il vecchio o il ragazzino. Non c'è l'operaio o la  dottoressa. Il criminale è sempre un:
magrebino
rumeno
serbo
albanese
egiziano
cingalese 
cinese
croato
turco
iraqeno
afgano
somalo
nigeriano
senegalese
indiano 
congolese
eritreo
peruviano
Questi sono solo alcuni che mi vengono in mente e in ordine pur…

Letture edificanti: per chi ama l'avventura- "In terre lontane" di Walter Bonatti

Immagine
Walter Bonatti è una leggenda dell' alpinismo. Faceva parte della prima spedizione italiana per la conquista della vetta del K2. Quella tragica spedizione, quella di Compagnoni e Lacedelli. Lui all' epoca aveva ventiquattro anni. Bonatti ha scalato montagne inarrivabili ai più e nella sua "seconda vita" è stato un grande esploratore di lande desolate, impervie, ostili. In  terre Lontane è il libro in cui racconta le sue esperienze in luoghi estremi.  Non è solo un libro di avventure, è qualcosa di più. Sono rimasto affascinato da Bonatti sin dalla prima volta che l'ho visto in tv, era ospite di Fazio se non ricordo male. Aveva una tempra particolare. Anche la fine della sua vita mi ha lasciato esterrefatto. Messner, che ha scalato e conquistato tutti gli ottomila, lo considerava un maestro. Vi dico solo che è impossibile non viaggiare assieme a lui leggendo questo libro. La parte che più mi ha colpito è l'introduzione. Perché? Il libro è stupendo. Viene la pe…

La cultura non va in vacanza "ma però" neppure l'ignoranza.

Poche settimane fa sono stato all'inaugurazione della nuova campagna di scavi in un sito archeologico vicino al mio paese. Una campagna curata dall' università La Sapienza, che va avanti da una ventina d'anni. C'era la visita guidata per altro da una bella signorina (slurp queste archeologhe!) nel sito. Eravamo un gruppetto di cui pochi compaesani. Qui viene più gente da fuori,  magari anche dall' estero che non dai paesi più prossimi. Mi ricordo che mentre la nostra guida stava spiegando che... è necessaria una premessa. Riporterò le parole di un ragazzo che oltre ad essere il mio dirimpettaio è un ingegnere strutturale ergo uno con una "coccia" così e che insegna all'università (non so se come professore associato, sicuramente non è un ordinario). Un uomo di cultura detto in termini franchi. Mentre la guida spiegava che la costruzione e realizzazione di un certo complesso risale all' età augustea se ne esce lui con questa domanda (serio!) "

La guerra e la religione sono due facce della stessa medaglia

Due giorni fa durante il viaggio verso la Polonia, il papa ha detto chequesta non è una guerra di religione. La massima guida dei cattolici nonché capo di stato del Vaticano ha detto anche si parla di una guerra di interessi, di soldi, di risorse, non di religione. Frasi del tutto azzardate tanto è vero che ha messo d'accordo il Manifesto e il Foglio ! Bergoglio ha chiuso dicendo tutte le religioni vogliono la pace, capito?! Un falso. Un falso storico.
Le religioni monoteiste giustificano la guerra e la violenza nelle loro "sacre scritture". I massacri che dio compie verso persone inermi sono molteplici, in tutti i testi sacri. Le persone che decidono di uccidersi e uccidere altre persone lo fanno perché indottrinati a perseguire tale scopo. Perché sanno che li aspetta il paradiso. Perché devono eliminare gli infedeli. Non è religione?
Il papa in quanto vicario di Dio dovrebbe sapere tutte queste cose e dovrebbe conoscere quello che la chiesa ha fatto per decine di secol…

Mailand: la saga di Corradino continua...

Immagine
Mailand è l'ultimo capitolo della trilogia di Corradino. Perché c'è la trilogia dell' anello, la trilogia del dollaro, la santissima trilogia e c'è pure la trilogia di Corradino. Dopo Quattro soli a motore e Chiudi gli occhi e guarda ritroviamo un Corradino cresciuto, alle prese con l'università e il primo  impiego. Corradino è cresciuto ma rimane sempre un ingenuo. Un fesso, nel senso buono.  Resta il fatto che zio scriba/Pezzoli riesce sempre a sorprendermi. Il finale del libro è ai limiti della pornografia immaginaria, 'na roba che se siete elettori di giorgia meloni o abbonati al settimanale "tempi" non potete proprio avvicinarvi. Caro zio scriba alla  fine mi son detto "cavolo ma non poteva continuare?" e ho continuato io con la fantasia.

A parte queste scarne righe di commento al libro, mi sento di aggiungere una cosa. A chi dice che "il web non serve a nulla" (fermorestando che il pensiero a volte attanaglia anche la mente d…
Fra i numeri più fuorvianti  dell'economia c'è indubbiamente il famigerato pil (prodotto interno lordo). Rivedere l'idea di crescita significa anche giungere finalmente alla sostituzione del pil con altri tipi di indicatori. Come ha scritto, già negli anni Sessanta del Novecento, Kenneth Boulding "il pil è una ben miserabile misura del benessere", perché "può crescere grazie alla corsa agli armamenti o alla costruzione di dighe inutili". Il pil esprime infatti il valore complessivo di tutti i beni e servizi prodotti da un paese in un dato periodo di tempo. Il termine chiave è "complessivo". Il pil, cioè, può aumentare indipendentemente dal valore e dalla qualità delle cose che facciamo o che produciamo. è un numero che può crescere sia che si produca un film o che si faccia una guerra. Il pil non fa distinzione tra elementi negativi e positivi, e spesso evita di prendere in considerazione, in termini economici, le ricadute delle azioni che ven…

Il corano ti da una mano (se lo impari a memoria)

Non ho mai parlato qui di attentati. Penso che ci sia troppa gente che ne parli e spesso a sproposito. Dei fatti successi a Dacca mi ha colpito una cosa.  Gli attentatori chiedevano agli ostaggi se sapessero il corano. Chi lo sapeva era salvo. Questo è il criterio. Se tu sai il corano anche se non sei un credente; perché sono convinto che come esistono gli occidentali che sanno il vangelo e/o la bibbia ma non praticano, esistono anche gli arabi che sanno il corano ma sono atei, sei salvo. Devi essere proprio un coglione per arruolarti come aspirante kamikaze nel sedicente stato islamico. Il principio cxhe imparare a memoria una cosa equivale a crederci qui da noi l'hanno sbugiardato sin dalle scuole elementari. Un povero cristo può anche conoscere qualche citazione per caso. Però mi hanno stufato anche quelli che dicono che la religione non c'entra niente con questi pazzi telecomandati. C' entra eccome. Chissà perché ma prese di posizione forti da parte dei musulmani contr…

Real Mars - Un libro marziano!

Immagine
Su un astronave diretta verso Marte ci sono un russo, una francese, una tedesca e un italiano. Sembra l'inizio di una barzelletta ma non è così. Questa è una grande storia di conquista e una grande storia di televisione. La missione più importante nella storia dell' umanità diventa il più grande reality televisivo di sempre. Milioni di telespettatori in tutto il mondo smettono praticamente di vivere per vedere quello che succede a bordo dell' Ariane 1. Con il passare del tempo però, gli astronauti rifiuteranno il ruolo di fenomeni da baraccone del circo mediatico e ne accadranno di tutti i colori.
Un ottimo libro di Alessandro Vietti, nella blogosfera noto come Il grande marziano. Una storia che fa riflettere sui limiti della spettacolarizzazione di qualsiasi cosa operata dalla televisione.


Centoquaranta

Immagine
Chi mi conosce sa che difficilmente lancio anatemi contro qualcuno o qualcosa ma ieri sera, leggendo dei commenti riguardo la morte di Bud Spencer, ho imprecato contro l'uso che certi personaggi fanno di twitter. Premesso che il sottoscritto in passato (cioè pochi anni fa) è stato iscritto a entrambi i maggiori social network, senza che nomini quell'altro. Nessuno dei due mi è piaciuto ma twitter trovo che sia il più stupido. Perché? Perché chiunque, anche il più fetente tra tutti gli esseri umani presenti sulla terra, può dire la sua su qualsiasi argomento e in soli 140 caratteri. Tra l'altro direi che, considerato il livello medio di intelligenza, 140 caratteri sono pure troppi... Chiunque può farlo, anche chi dal vivo quando si trova tra altre persone in carne ed ossa è meno utile di una coperta di lana in una spiaggia di nudisti!
Così ci sono certi personaggi che non fanno altro che commentare quando dovrebbero essere impegnati a fare cose più serie. Uno per tutti: il …

Il trionfo della società civile

L'anno XXVI il giorno IX giugno è accaduto qualcosa di straordinario. In Italia ci sono stati i ballottaggi per le elezioni amministrative di diversi comuni tra cui la capitale, la capitale del nord, la capitale del sud, eccetera etcetera. Ed è innegabile che sia accaduto qualcosa di mai visto prima. Questa volta ha veramente vinto la società civile. Quella di cui ci hanno parlato a lungo i politici ma sempre facendo finta (perché nei fatti è andata così) che non esistesse. C'è stata una grande vittoria. Come? Roma e Torino al M5S? Attenzione! Che avete capito? Io sto parlando del trionfo della società civile, il vero trionfo su anni di malgoverno e ruberie varie. Un cambiamento epocale. A Benevento nota culla della civiltà e della legalità stravince le elezioni Clemente Mastella. Uno che pensavamo tutti fosse ormai ridotto a giocare a briscola con gli amici nel bar di Ceppaloni. Uno che cinque anni fa quando era candidato a Napoli disse "Se vince De Magistris mi uccido&q…

Festa della mamma ®

Nel paese delle feste comandate, nel mondo delle feste comandate ovvero quelle con il marchio registrato il mio personalissimo augurio va a tutte quelle donne che non sono madri. Auguri a tutte le donne che non possono diventare madri e a tutte le donne che non vogliono diventare madri. Viviamo in un paese meraviglioso, quello del son tutte belle le mamme del mondo quello della donna angelo del focolare, il paese della famiglia tradizionale che non ho ancora capito esattamente che caspita sia. Però se sei donna e non hai abbastanza soldi, se tu e il tuo compagno non potete permettervi di mettere al mondo un figlio lo stato non ti aiuta anche se tu daresti la vita per metterlo al mondo. Tante donne non possono avere figli per motivi economici altre per problemi fisici. Auguri a quelle donne costrette ad abortire e lasciate sole, bistrattate, gettate alla mercé  di benpensanti che non sanno niente. Tanti cervelloni dicono che la donna per sentirsi tale, per sentirsi realizzata deve esse…

A cosa serve votare?

Tutti sapete che il 17 aprile si vota per un referendum abrogativo (cioè devi barrare sul si per dire no e viceversa) sulla legge che consente lo sfruttamento dei giacimenti petroliferi entro le dodici miglia dalla costa. Io sono contrario alle trivellazioni ma a tutte. Perché poniamo il caso che vinca il si: allo scadere delle concessioni cioè tra "x" anni le trivellazioni finiscono. E tutto il resto? Le trivellazioni oltre le dodici miglia marine e quelle nel territorio continueranno a prescindere. Perciò io non capisco a cosa serva effettivamente andare a votare. Mi sembra come per i referendum sull'acqua del 2011 quando abbiamo superato il quorum (un miracolo) e deciso per la gestione pubblica e poi l'acqua è tornata con qualche colpo di bacchetta magica alla gestione privata. La corte costituzionale boccia la maggior parte dei quesiti referendari e quello che ci rimane sono briciole. L' ultima volta che ho votato è stata per i referendum del 2011 ma sono sta…

Pulpiti e prediche

C'è gente che si strappa le vesti. Da ambo le parti. Tutti sentenziano. Tutti dicono la loro. Io ho pensato di dire la mia, senza troppe pretese ma qualche considerazione la voglio fare.

1- Voi omosessuali dovreste sapere che esiste un articolo della costituzione che recita così tutti i cittadini  hanno pari dignità sociale e sono eguali dinanzi alla legge, senza distinzione di sesso, di razza di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali [...]
per cui giuridicamente sulla carta avete gli stessi diritti degli eterosessuali. Questa può sembrare una provocazione perchè i principi dei padri costituenti non sempre vengono rispettati. Per cui quando sento parlare di costituzione più bella del mondo mi viene da ridere. Sarebbe meglio che fosse più brutta (magari scritta da un gruppo di rapper) ma applicata.

2- Voi omosessuali non dovete meravigliarvi delle parole degli allenatori di calcio (del resto non sono loro a dover dare l'esempio) o di quel…

Rebel Rebel

Immagine
Non ci sono parole. Solo pochi giorni fa ci ha lasciati Lemmy Kilmister (sempliemente un mito per gli appassionati di metal come il sottoscritto) e ieri è  morto David Bowie.
Alla notizia della sua morte ho pianto come non mi capitava da tanto tempo. Non ci sono parole, solo un immenso grazie per tutto quello che  mi ha regalato questo artista.