venerdì 7 ottobre 2016

Metodo buffo

Mi fa specie per non dire schifo, il becero gergo giornalistico dei nostri tempi. Il gergo che tende a semplificare tutto e tutti. Il gergo che tende a etichettare se non addirittura a marchiare le persone. Come se fossimo ai tempi dell' olio di ricino e delle purghe staliniane. Ed è così che ieri, per l' ennesima volta, ho sentito da un telegiornale (e non ricordo quale ma tanto il discorso è identico) la notizia di un accoltellamento operato da un rumeno di tot anni. Sono così i nostri giornalisti. Quando in qualche losco affare, in qualche omicidio o altra efferatezza rimane coinvolto in quanto attore della vicenda, uno straniero, non si parla mai di un uomo o di una donna. Non esiste il vecchio o il ragazzino. Non c'è l'operaio o la  dottoressa. Il criminale è sempre un:
magrebino
rumeno
serbo
albanese
egiziano
cingalese 
cinese
croato
turco
iraqeno
afgano
somalo
nigeriano
senegalese
indiano 
congolese
eritreo
peruviano
Questi sono solo alcuni che mi vengono in mente e in ordine puramente casuale ma ce ne sono a josa di altri target etnici.  I criminali italiani invece non  sono calabresi, romagnoli, siciliani, umbri, valdostani, ecc. Sono un uomo di 32 anni-un pensionato di 67 anni e così via. Non c'è (giustamente) la distinzione territoriale. Allora perché con gli stranieri non è la stessa cosa? Perché si marchia un' intera comunità per le colpe del singolo? Questo è il messaggio che passa. E i giornalisti ma molto di più i loro capi, lo sanno benissimo. Fin troppo bene.


Ps ho aperto un nuovo blog dal titolo provvisorio Sentieri dell'eresia

6 commenti:

  1. ehm...piccolo errore...dicono anche " è stato un napoletano" ...modestamente ci riconoscono, la nostra estraneità all' Italia
    ;))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non vale. I napoletani sono stranieri!
      Scherzi a parte, hai ragione. Però sono molte di meno le distinzioni regionali o provinciali su questo penso che tu possa concordare con me.

      Elimina
  2. una volta davano la colpa ai terroni...

    RispondiElimina
  3. Anche a me da piuttosto fastidio il fatto che si specifichi l'etnia, ma se ci fai caso precisano sempre anche per gli italiani dicendo: un uomo di 50 anni DI ORIGINE... fai una regione a caso..
    Ci danno questa informazione per sfamare la curiosità morbosa di chi ascolta.

    RispondiElimina
  4. c'è un epiteto per chiunque basta "sforzarsi"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si ma quando parlano del papa mica dicono "quell'argentino che parla come Javier Zanetti"

      Elimina