giovedì 10 novembre 2016

La più grande democrazia del mondo

Gli americani sono forti. Hanno il voto digitale, il voto postale, il voto anticipato. Tutte queste belle cose per fare cosa? Elleggere i grandi elettori. C'è un qualche santo che ci spiega chi cacchio sono i grandi elettori? Una setta? Non sono umani? Sono al dì sopra di tutto? Eleggono i grandi elettori che a loro volta eleggono il presidente della repubblica. La democrazia auspicata da Pericle!

Gli americani sono forti. Ci prendevano per il culo quando qui vinceva sempre berlusconi e ora chi hanno come presidente? Un multimegamiliardario che fa "battute" sessiste, razziste, ecc. Uno che ha sparato più cazzate in due mesi di quanta possa dirne un ubriaco cronico nel corso di un'intera esistenza. Uno con i capelli talmente fatti male da fare rivalutare persino il mantello dei ratti che rovistano nei cassonetti.

Certo, dall' altra parte non è che ci fosse una forza della natura. Diciamo che la clinton ha il carisma di una marmotta durante la fase di letargo. Noi ce la prendiamo tanto e giustamente con i nostri politicanti che passano una vita sulle poltrone e prendiamo da esempio gli altri paesi. Ma questa signora è stata per otto anni la prima donna il che non significa solo apparire nelle foto. Ha fatto politica attiva sin dagli anni '60. Da 15 anni è senatrice. Per quattro anni è stata segretario di stato! Questo sarebbe il cambiamento?

Già, molti dicono che trump rappresenti il nuovo. Perché ha fatto fuori tutta la concorrenza nel partito repubblicano, perché non era sostenuto da nessuno e aveva tutti i media contro. Se è vero quello che si dice sembra che si parli di Celestino v, il monaco che viveva in un eremo e fu eletto papa dopo due anni di conclave. Trump ha tanti di quei soldi e di quel potere che francamente non credo abbia bisogno di appoggi esterni per condurre una campagna elettorale.

Obama ha perso. Lui è il vero sconfitto. Yes we can fu il suo slogan nel 2008 e nel 2012 disse The best is yet to come (il meglio deve ancora venire). Ora cosa dirà? Probabilmente che gli ha portato sfiga la visita di renzi.

è curioso notare come nelle campagne elettorali negli usa i candidati (anche alle primarie) se ne dicano di tutti i colori salvo poi placare i bollenti spiriti quando le elezioni danno il loro esito. Finite le elezioni sono tutti americani e lavorano tutti per il bene della nazione. Non c'è mai qualcuno che dica "ha vinto quel coglione". Chiamatelo buonismo oppure politically correct ma al sottoscritto girano le palle.

I sondaggisti non fanno acqua solo in Italia. Vi ricordate quando Prodi era dato all' 80% e poi vinse per quattro voti dico quattro?! In America era sempre data per vincente la clinton. Trump giù,
dopo ogni confronto televisivo era dato in picchiata. O sono birichini quelli che rispondono ai sondaggi oppure i sondaggisti  dovrebbero cambiare mestiere.

Ok gli stati uniti ci hanno salvati dall' occupazione nazista (e al tempo stesso hanno fatto crimini orribili contro la popolazione civile) per cui dobbiamo essere grati e genuflessi a vita. Proni a vita. A novanta gradi. In Italia hanno dodicimila basi militari, gli agenti della cia possono venire a prendere chiunque sia sospetto di crimini contro la loro nazione e prenderlo a randellate ovviamente alla faccia dei diritti umani e della democrazia da asporto. Fatte queste premesse, lo spazio che i nostri media danno alle elezioni americane prima, durante e dopo è troppo. Ora basta.

Comunque adesso ci sarà la terza guerra mondiale, solo che il problema è che usa e Russia saranno insieme.

2 commenti:

  1. qui da nojos, in futuro, faranno da grandi elettori tutti i cittadini dell'oltrepò e le cose torneranno a marciare pel verso giusto.
    Non è normale che il voto di un terrone qualsiasi abbia la stessa valenza di quello di un padano

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non é normale che il voto di un professore di fisica quantistica equivalga al voto di un buzzurro qualsiasi.

      Elimina