domenica 25 settembre 2016

Letture edificanti: per chi ama l'avventura- "In terre lontane" di Walter Bonatti

Walter Bonatti è una leggenda dell' alpinismo. Faceva parte della prima spedizione italiana per la conquista della vetta del K2. Quella tragica spedizione, quella di Compagnoni e Lacedelli. Lui all' epoca aveva ventiquattro anni. Bonatti ha scalato montagne inarrivabili ai più e nella sua "seconda vita" è stato un grande esploratore di lande desolate, impervie, ostili. In  terre Lontane è il libro in cui racconta le sue esperienze in luoghi estremi.  Non è solo un libro di avventure, è qualcosa di più. Sono rimasto affascinato da Bonatti sin dalla prima volta che l'ho visto in tv, era ospite di Fazio se non ricordo male. Aveva una tempra particolare. Anche la fine della sua vita mi ha lasciato esterrefatto. Messner, che ha scalato e conquistato tutti gli ottomila, lo considerava un maestro. Vi dico solo che è impossibile non viaggiare assieme a lui leggendo questo libro. La parte che più mi ha colpito è l'introduzione. Perché? Il libro è stupendo. Viene la pelle d'oca leggendolo. Ma è nell' introduzione che Bonatti spiega perché ha compiuto quelle imprese solitarie e perché ha scritto il libro. E allora non puoi fare altro che ammirarlo. Rendergli grazie per tutto. Per sempre

Risultati immagini per in terre lontane